The DRHEAM-CUP becomes the “DRHEAM-CUP GRAND PRIX DE FRANCE DE COURSE AU LARGE”

The third edition of the DRHEAM-CUP, starting on 19 July in Cherbourg-en-Cotentin and finishing in La Trinité-sur-Mer, will be the very first Grand Prix de France de Course au Large (French Offshore Racing Grand Prix). The competition will be strong, with over 80 boats expected on the three courses, including three Ultime multihulls, just as many Multi50s, 25 Figaro Bénéteau class boats, a dozen Class40s, several Multi 2000s and many IRC yachts, sailed double-handed and with crews.

There will be a French Grand Prix this summer! The Formula 1 Grand Prix, that should have been held on 28 June in Le Castellet, is cancelled, but the first Offshore Grand Prix will leave Cherbourg-en-Cotentin on Sunday 19 July. A new label for the DRHEAM-CUP, under the impetus of organiser Jacques Civilise: “Originally, the third edition was labelled Open de France de France de Course. Because the name “Open de France” already exists in dinghy sailing, to avoid confusion and with the agreement of the French Sailing Federation, we have decided to rename it the “Grand Prix de France de Course au Large”. The underlying idea is the same: reaffirm the specific character of ocean racing among the very different worlds of sailing.  An event open to all types of sailing boat, all sailors, professionals and amateurs, all formats, crewed, double handed and solo”.

There will be something for everyone in the first multi-class race this season, that will bring together over 80 boats between Cherbourg-en-Cotentin and La Trinité-sur-Mer. Three 32 metre Ultime trimarans, Edmond de Rothschild Maxi (Frank Cammas/Charles Caudrelier), Sodebo Ultim’ (Thomas Coville) and Actual Leader (Yves Le Blevec) will race on the largest course, the DRHEAM-CUP 1100 (1100 miles). Several Multi50 will take the start of the DRHEAM-CUP 700 (736 miles), including Thibaut Vauchel-Camus’ Peloton-ARSEP and Leyton (former Arkema, winner of the first edition of the DRHEAM-CUP in 2016), which will be raced for the first time by skipper Arthus Le Vaillant. Between 10 and 15 Class40s will also be joining in, including Swiss duo Valentin Gautier/Simon Koster’s on the recent Banque de Léman and the DRHEAM-CUP (and Route du Rhum) title holding Lombard plan, skippered at the time by Yohan Richomme, and now by Nicolas Jossier, as well as several Multi 2000s (raced by La Trinité-sur-Mer skippers Charlie Capelle and Yann Marilley).

Most of the fleet will take the start of the DRHEAM-CUP 400 (428 miles), between 35 and 40 IRC yachts, crewed and double-handed, and some 25 Figaro Bénéteau 3, as the DRHEAM-CUP-GRAND PRIX DE FRANCE DE COURSE AU LARGE is a qualifier for the 51thedition of the Solitaire du Figaro, starting in August. With a little over a month to go before the solo race, the current leaders of the class will take the start in Cherbourg-en-Cotentin to fine tune their boats, from Armel Le Cléac’h to Cherbourg native Alexis Loison, as well as Fabien Delahaye and Gildas Mahé. Let’s just say that as in the first two editions, the DRHEAM-CUP-GRAND PRIX DE FRANCE DE COURSE AU LARGE will once again reward great sailors.

It will also shine the spotlight on clubs, and in a nod to Formula 1 racing, boat builders, with special GRAND PRIX DE FRANCE DE COURSE AU LARGE trophies presented to those who stand out between Cherbourg-en-Cotentin and La Trinité-sur-Mer.

To better symbolise the open spirit that is in the DNA of the DRHEAM-CUP-GRAND PRIX DE FRANCE DE COURSE AU LARGE, the French Navy will join in the celebration, as the communications director of the Channel and North Sea maritime Préfecture has stated: “The French Navy is a close partner of the sailing world. With their common values, sailors and skippers understand each other, they all live and work in the same highly demanding environment, the sea. An appreciation of hard work, determination and team spirit are the key to success in an offshore race and in a rescue operation at sea. The French navy is ready to intervene 365 days a year, 24h a day, on all the seas in the world. For this first Grand Prix de France de Course au Large, the public service patroller Flamant, based in Cherbourg, will welcome onboard the French Sailing Federation race committee to give the start of all races in the Cherbourg outer harbour, before returning to its usual operations.”

Andrea Pozzi: “Il 69F? Una barca che va oltre le aspettative”

Malcesine - “La realtà ha superato le aspettative” questa la sintesi di Andrea Pozzi al termine dei primi tre giorni di allenamento spesi a bordo del 69F, il one design foiling sul quale ha deciso di impegnare Bombarda nel corso della stagione 2020. “Conoscendo il gruppo di lavoro che gestisce questo progetto immaginavo di andare incontro a un’esperienza unica, ma la barca mi ha davvero stupito: sul dritto si raggiungono spunti prestazionali impressionanti con relativa semplicità e la conseguenza è che ogni attimo speso a bordo risulta pienamente appagante anche grazie alla professionalità di chi giorno dopo giorno si adopera per far trovare le barche pronte e si preoccupa di lesinare consigli utili per accelerare la crescita dei team che hanno deciso di buttarsi nell’impresa. Non c’è che dire, il 69F è la piattaforma ideale per avvicinare gli armatori al mondo delle regate foiling”.

Pozzi, al solito determinato nel raggiungimento della miglior performance possibile e forte di alcune stagioni trascorse navigando in moth, aggiunge: “Certo, parliamo di un modo diverso di navigare, nel quale sono coinvolti aspetti e forze che la vela tradizionale non contempla. Quando voli sull’acqua e punti al massimo risultato non puoi lasciare nulla al caso: in fase di manovra ci sono dinamiche da padroneggiare in modo quasi istintivo e il lavoro di squadra è più che mai determinante, così come la comunicazione che deve essere immediata ed efficace. Tutti aspetti sui quali abbiamo iniziato a lavorare sin dai primi bordi e dopo alcune ore ‘di volo’ ci riteniamo soddisfatti di quanto fatto in questi giorni, esperienza che contiamo di aumentare in modo consistente nel  corso dei prossimi allenamenti, previsti tra luglio e agosto”.

Ad accompagnare Andrea Pozzi e Bombarda in questa nuova esperienza sono Stefano Rizzi, tra i primi in Italia a scoprire l’adrenalina del moth, e Stefano Ciampalini, volti noti della vela internazionale, da tempo vicini al team dell’armatore milanese e coinvolti da sempre in progetti di livello assoluto.

L’attività di Bombarda, che tornerà a riunirsi presso la Fraglia Vela Malcesine e a navigare sul 69F tra il 6 e il 10 luglio, è seguita dal team manager Federico Valenti, dal coach Filippo Togni e dal coach assistant Paolo Figini.

Vela: Alessandra Sensini, Direttore Tecnico FIV, fa ripartire la Vela giovanile

Qualche giorno fa proprio con una diretta video ufficiale, Alessandra Sensini, campionessa olimpica vela femminile, Vicepresidente CONI, nonché Direttore Tecnico FIV Giovani, ha presentato alla stampa, una ventina di giornalisti e circa 16.000 contatti collegati da Facebook e il canale Youtube di Federvela, le novità e i programmi dedicati all’attività dei giovani velisti italiani. Attività che ha ripreso dal 15 di Giugno con i raduni in varie zone del paese con le classi e le tavole giovanili, e che andrà avanti fino all’8 di Agosto, per un totale di 98 giornate.

Dopo un fermo di circa due mesi, causato dal lockdown, la FiV giovanile riparte con una nuova consapevolezza, l’importanza delle scuole vela zonali: “Saremo presenti in tutto il territorio, e sproneremo a tornare in regata a livello regionale”, dice Alessandra. Qualche criticità riguardo le attrezzature, ma la voglia e l’entusiasmo per andare per mare resta alta. “non ci siamo mai fermati, adesso è il momento di tornare in mare. I ragazzi hanno approfittato di questo periodo per approfondire materie che avevano trascurato. Ora dovranno mettere in pratica quello che hanno studiato, che garantirà loro un certo tipo di crescita.” E poi continua “i ragazzi hanno voglia di tornare in mare, ma ancora hanno addosso un certo tipo di rilassatezza da dover scuotere”. Anche i calendari delle regate internazionali sono pronti, saranno previsti dei webinar con alcuni allenatori dell’olimpico per i giovani che non sono più under 19. “è importante avere degli obiettivi di crescita.

Concentrarsi più sulla tecnica, migliorando. L’obiettivo è essere più forti dentro e convincersi a non mollare. La sfida con se stessi è trovare l’opportunità, cercando di continuare a crescere”, afferma il DT. Argomento posto al centro delle domande dei giornalisti è stato quello dell’abbandono dello sport dalla fascia giovanile in poi. “Nel passaggio dalle classi giovanili a quelle olimpiche, i ragazzi spesso devono ricominciare da zero, e il problema più difficile è il cambio di attrezzatura: barche più complesse, cambio di equipaggio, costi delle attrezzature”. Molti i progetti previsti promossi dalla FIV in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione per il rilancio delle scuole vela tra i giovani, tra cui il progetto “Ritrova la bussola”, un messaggio di promozione rivolto ai giovani e alle famiglie, giornate di formazione e incontro tra domanda e offerta per Circoli e Istruttori.

È già online da metà Giugno il video teaser con i grandi testimonial della vela, come Soldini e Max Sirena. La Fiv riparte dunque con una offerta di corsi per tutte le esigenze e con una certezza: Andare in barca a vela è l’attività ideale, sostenibile, che avvicina alla natura ed è priva di rischi se si adottano con precisione tutti i protocolli sanitari.

Elide Lomartire

Circolo Nautico Porto Santa Margherita: La vela offshore torna a Caorle con le regate del Circolo Nautico Santa Margherita

La Duecento al via il 10 luglio, La Cinquecento Trofeo Pellegrini il 5 settembre

Tornano La Duecento e La Cinquecento Trofeo Pellegrini 2020 del Circolo Nautico Santa Margherita, riprogrammate in un periodo inusuale, ma come sempre pronte a regalare nuove emozioni agli amanti della vela offshore.

Confermati i percorsi tanti amati lungo le insidiose acque adriatiche con attraversamento delle isole croate, che negli anni hanno lasciato un ricordo indelebile in migliaia di velisti: da Caorle a Sansego passando per Grado per La Duecento e da Caorle alle Isole Tremiti passando per Sansego nel caso de La Cinquecento Trofeo Pellegrini.

In accordo con Federazione Italiana Vela e Uvai la prima a scendere in acqua sarà La Duecento dal 10 al 12 luglio, supportata dal partner storico Birra Paulaner e da Viteria 2000, azienda all’avanguardia nella fornitura di materiali per la cantieristica navale e per le industrie, salita a bordo poche settimane prima del lockdown. Con filiali in Francia e Germania e punti vendita nelle città con cantieri navali, Viteria 2000 è un amico di vecchia data del Circolo Nautico Santa Margherita.

Le iscrizioni aperte da pochi giorni, avverranno esclusivamente in modalità telematica con uno sconto del 20% rispetto alle tariffe usuali.

Il Comitato Organizzatore adotterà tutte le precauzioni previste dalla normativa federale per garantire la sicurezza dei partecipanti e dello staff e se per questa edizione i velisti dovranno fare a meno del briefing, che sarà tenuto online, non mancheranno il calore e l’accoglienza CNSM.

Dall’arrivo presso la Darsena dell’Orologio dove i partecipanti saranno accolti dallo staff che consegnerà i gadgets Vennvind e Upwind, fino all’accoglienza in mare di ciascuna barca, attesa all’arrivo dall’alba al tramonto con una bottiglia di prosecco Cantina Colli del Soligo per brindare a questa ventiseiesima edizione.

Come sempre anche da casa si potrà seguire l’andamento della regata e le posizioni della flotta, grazie ai rilevatori satellitari installati a bordo di ogni imbarcazione.

La Cinquecento Trofeo Pellegrini, per la prima volta nella sua quasi cinquantennale storia, si disputerà invece dal 5 all’11 settembre.

Se ci saranno le condizioni ambientali favorevoli, le barche saranno ospitate nel Porto Peschereccio, dove si terranno anche eventi gastronomici aperti al pubblico, organizzati con il patrocinio e supporto del Comune di Caorle.

Nella stessa data, sabato 5 settembre, al via ci sarà anche la flotta dei partecipanti alla più breve La Ottanta, sulla rotta Caorle-Grado-Pirano.

“Siamo felici di riprendere l’attività offshore, anche se in un periodo diverso da quello abituale. Tornare in acqua a regatare, pur con tutti gli accorgimenti necessari in questo periodo è per noi motivo di soddisfazione e speriamo, un messaggio positivo per la vela d’altura.” Così Gian Alberto Marcorin, Presidente CNSM “Siamo grati ai nostri Partner, che condividono la nostra visione e che stanno operando, ognuno nel proprio settore, con responsabilità e volontà di guardare al futuro.”.

La Duecento e La Cinquecento Trofeo Pellegrini 2020 del CNSM godono del supporto e della partnership di Comune di Caorle, Darsena dell’Orologio, Pellegrini Gruppo, Viteria 2000, Birra Paulaner, Cantina Colli del Soligo, Wind Design, Sailing Point, Up Wind by Aurora, Dial Bevande, Antal, Astra Yacht, Trim. Sponsor tecnico di entrambe le regate è Vennvind, marchio di abbigliamento tecnico nautico.

Bandi e moduli d’iscrizione nel sito cnsm.org info e novità attraverso i canali social del Circolo Nautico Porto Santa Margherita.

Foto : edizione 2019: A. Carloni/CNSM

Ripartono i corsi di Vela della Lega Navale Italiana

Dopo l’interruzione delle attività imposta dall’emergenza Corona Virus, riprende in tutta Italia, l’attività formativa nel settore giovanile svolta dalla Lega Navale Italiana attraverso i suoi Centri Nautici Nazionali e le Sezioni che ne costituiscono l’articolazione periferica sul territorio nazionale.

La Lega Navale Italiana si è infatti adeguata rapidamente alle misure organizzative e gestionali previste dalle diposizioni governative per la ripresa dell’attività didattica e sportiva, in particolare per i corsi di vela, canoa e canottaggio e per i campi estivi per bambini e ragazzi.  Soprattutto in tale ambito, la Lega Navale ha prontamente rimodulato la propria organizzazione, adeguandola alle nuove esigenze di campi estivi a frequenza giornaliera, rispondendo così in modo efficace alla crescente domanda proveniente dal paese di opportunità formative qualificate a favore dei più giovani nel pieno rispetto delle misure atte a garantire la salute dei partecipanti.

Pronti a soddisfare la voglia di ripartenza sono i Centri Nautici Nazionali del Lago delle Nazioni (FE) e di Sabaudia (LT), dove si svolgeranno corsi estivi residenziali e giornalieri   di vela, canoa e canottaggio, riconosciuti dal Ministero della Pubblica Istruzione, effettuati con il concorso della Marina Militare e delle Federazioni Italiane Vela (FIV), Canottaggio (FIC) e Canoa-Kayak (FICK).

In modo analogo, anche tutte le Sezioni distribuite sul territorio nazionale forniscono a vario titolo un’offerta ampiamente variegata che spazia dai campi scuola residenziali ai corsi giornalieri e full immersion di vela, canoa e canottaggio, sempre nell’ottica di offrire alla collettività un servizio in linea con le finalità di pubblico interesse perseguite dalla Lega Navale.

CIRCOLO DELLA VELA BARI: DAL 26 AL 28 GIUGNO I VELA DAY FIV SUI PONTILI PER CONOSCERE LO SPORT IL 29 INIZIA LA SCUOLA VELA

DaL 26 al 28 giugno tre giorni per provare l’emozione di un giro in barca a vela. Sono i Vela Day 2020, promossi e sostenuti dalla Federazione Italiana Vela in tutta Italia per riavviare la macchina sportiva. Un fine settimana di immersione nel mondo della vela per far scoprire che andare in barca a vela è l’attività ideale, sostenibile, nella natura e priva di rischi per tutta l’estate ed anche oltre.

Venerdì 26 giugno dalle 15 alle 18, sabato 27 giugno dalle 10 alle 17 e domenica 28 giugno dalle 9.30 alle 12.30 i pontili del Circolo della Vela Bari saranno aperti per tutti quelli che vorranno avvicinarsi al mondo della vela e conoscerlo più da vicino.
L’appuntamento nella sede del Circolo della Vela Bari in piazza IV novembre, 2 (Teatro Margherita). Per info: 0805216234 – nautica@circolodellavelabari.it

E subito dopo i Vela Day il 29 giugno iniziano i corsi della Scuola Vela a cura del Circolo della Vela Bari con massimo sei partecipanti per istruttore, nel massimo rispetto dei protocolli anti Covid-19. Info e iscrizioni in segreteria nautica.

Per tutti i dettagli, informazioni di approfondimento e iscrizioni è possibile contattare la segreteria nautica del Circolo: dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 17 e il sabato dalle 10 alle 13 allo 0805216234 o nautica@circolodellavelabari.it

69F, la nuova sfida di Bombarda

Malcesine- Da sempre alla ricerca di nuove e stimolanti sfide sportive, Andrea Pozzi rilancia il suo impegno sotto le insegne di Bombarda scegliendo per il 2020 il neonato 69F, un one design foiling che, in soli sette metri di lunghezza totalmente votati alla performance, raccoglie le tecnologie costruttive più evolute e i materiali più esclusivi.

Pozzi, che affronterà gli impegni della stagione in equipaggio con due velisti di grande esperienza come Stefano Rizzi e Stefano Ciampalini assistito dal coach Filippo Togni, ha come sempre programmato con attenzione il calendario agonistico, prevedendo tre sessioni di allenamento distinte al fine di preparare al meglio il debutto sui campi di regata, che per Bombarda è atteso per il mese di settembre.

Una scelta, quella di Andrea Pozzi, condivisa da altri team blasonati che, con la loro presenza, si apprestano a infuocare i campi di regata che vedranno protagonisti gli attesissimi 69F.

“Dopo una barca entusiasmante come il Melges 24, con la quale mi sono cavato tante soddisfazioni, cercavo lo stimolo giusto, quello che d’impeto attivasse i recettori con imponenti dosi di adrenalina e il 69F ha risposto a queste mie esigenze – spiega un concentrato Andrea Pozzi alla vigilia del primo allenamento in programma presso la Fraglia Vela Malcesine – Il gruppo che gestisce la flotta, coordinato da Giorgio Benussi e Umberto De Luca, ha fatto un lavoro egregio, rendendo un concept iniziale piuttosto estremo alla portata di tutti. Per quanto tecnica e impegnativa, il 69F è una barca esaltante, resa ancor più appetibile grazie a un format di regate assolutamente innovativo. Sono convinto che l’esperienza maturata navigando in moth tornerà sicuramente utile ma va da sé che il salto verso una realtà del genere richiede un approccio particolarmente accurato e in tal senso speriamo che gli allenamenti pianificati tra la fine di giugno e agosto ci aiutino a scoprire quanti più segreti di questa esaltante piattaforma”.

Come accennato, sede delle prime uscite targate 2020 di Bombarda sarà il lago di Garda che, con la certa alternanza tra Peler e Ora, è uno dei pochi posti al mondo in grado di garantire diverse svariate ore di vela su base quotidiana.

Anche la Fraglia Vela Riva aderisce al Vela Day 2020: Ritrova la Bussola

Riva del Garda- Un weekend, quello del 26-28 giugno, per provare le emozioni e la passione della vela per tutti.

La Fraglia Vela Riva, aderendo al progetto FIV “Ritrova la Bussola”, organizza tre giornate di festa dedicate a tutti, grandi e piccoli, e in particolare alle famiglie che si vogliono avvicinare alla vela.

La Vela è divertimento e sicurezza per tutta la famiglia, uno sport che educa al rispetto del mare e delle regole, attraverso l’avventura, la cultura marinaresca, lo spirito di squadra e la solidarietà.

Per i più piccoli il divertimento è assicurato: nella base a terra, la presenza del simulatore dinamico Optimist, renderà possibile per tutti provare l’imbarcazione in tutta sicurezza.

Per tutta la giornata di sabato e domenica, le barche J-80 permetteranno a tutti i nostri visitatori di provare l’ebbrezza del vento e di vedere Riva del Garda da un’altra prospettiva, sempre sotto gli attenti occhi vigili dei volontari della protezione civile dell’Associazione Marinai d’Italia.

I partecipanti saranno accompagnati da istruttori federali ed esperti velisti per un’uscita in barca gratuita e in tutta sicurezza.

Le squadre agonistiche della FVR si alleneranno di fronte agli spettatori della passeggiata e della spiaggia, dimostrando le attività che questo sport permette.

I piccoli atleti della squadra Optimist (età dagli 8 ai 15 vanni) e gli equipaggi della squadra Laser della Fraglia dispiegheranno le vele per contagiare tutti con la loro passione.

Sabato 27 si potrà assistere alla simulazione di soccorso da parte della Associazione Nazionale Marinai d’Italia che effettueranno nelle acque antistanti il circolo prove di salvataggio con l’ausilio delle unità cinofile.

A terra e in acqua saranno garantite le misure di distanziamento previste dal Protocollo FIV e dalle linee guida del CONI.

Chi può partecipare:
L’adesione alle iniziative inserite nell’ambito del Vela Day è libera e gratuita, a partire dai 6 anni compiuti.

Quando:
Si festeggia il 26-27 e 28 giugno presso la Fraglia Vela Riva.

Orario:
10:00-12:30 e 14:30-16:30.

Le manifestazioni e le uscite potrebbero subire modifiche in base alle condizioni meteo.

CIRCOLO DELLA VELA BARI: 26 – 27 – 28 GIUGNO TRE GIORNI DI VELADAY PER RIAVVICINARE I PICCOLI ALLO SPORT

Dal 29 giugno iniziano i corsi della Scuola Vela con massimo sei partecipanti per istruttore, nel massimo rispetto dei protocolli anti Covid-19. Info e iscrizioni in segreteria nautica.

Tutto pronto per la ripartenza della scuola vela del Circolo della Vela Bari. Nel rispetto delle nuove regole dettate dai protocolli per il contenimento della diffusione della Covid-19 lo storico sodalizio barese, dopo aver riaperto con gli allenamenti per gli atleti da quasi tre settimane, adesso è pronto a riprendere l’attività estiva della scuola vela con regole e numeri tutti nuovi.

Si parte il 29 giugno con il primo corso, subito dopo i tre giorni di Vela Day 2020 (26-27-28 giugno) promossi e sostenuti dalla Federazione Italiana Vela in tutta Italia per riavviare la macchina sportiva. Un fine settimana di immersione nel mondo della vela per far scoprire che andare in barca a vela è l’attività ideale, sostenibile, nella natura e priva di rischi per tutta l’estate ed anche oltre.

Nella congiuntura che viviamo, il Circolo della Vela Bari è stato costretto a ridurre notevolmente il numero di partecipanti a ciascun corso di vela e ad affidare l’istruzione ai soli tecnici delle classi agonistiche.

Saranno costituiti gruppi di massimo sei allievi per ciascun istruttore i quali seguiranno il percorso formativo in aree ben distinte allestite appositamente sui pontili.

A seguito della riduzione del numero dei partecipanti i corsi quest’anno saranno settimanali, dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.30 e non più bisettimanali per garantire l’avvicinamento allo sport della vela al maggior numero di ragazzi possibile.

Il 29 giugno si comincia con i più piccoli (bimbi da 6 a 9 anni) e a seguire nelle settimane successive saranno attivati i corsi per altre fasce d’età. Dal 6 luglio, su richiesta di un numero minimo di 6 iscritti sarà possibile attivare dei corsi di perfezionamento, se le condizioni di sicurezza lo permetteranno.

Per tutti i dettagli, informazioni di approfondimento e iscrizioni è possibile contattare la segreteria nautica del Circolo: dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 17 e il sabato dalle 10 alle 13 allo 0805216234 o nautica@circolodellavelabari.it

Fraglia Vela Riva: Si respira aria di ripartenza e si punta sul Meeting del Garda Optimist ad agosto

Riva del Garda- Si inizia a respirare aria di ripartenza in casa Fraglia Vela Riva e a portare questa sferzata di positività dopo i lunghi mesi di stop è l’evento che da anni più caratterizza la stagione agonistica del Club dell’alto Benaco, il Meeting del Garda Optimist, che dal 19 al 23 agosto si stima richiamerà a Riva del Garda tanti giovani velisti da tutta Europa.

Una scelta ben ponderata, quella del direttivo della Fraglia Vela Riva, che dopo la decisione di annullare l’edizione 2020 del Campionato del Mondo Optimist, scommette sulla ripartenza e sceglie di farlo con la Classe che forse più di tutte ha reso celebre il circolo gardesano nel mondo.

“Abbiamo valutato a lungo questa decisione, anche perché tutelare la salute dei nostri piccoli atleti e dell’entourage che si muove con loro è sempre stata una nostra priorità. Poi ci siamo detti che le regate sarebbero dovute ripartire, anche quelle giovanili, e tanto valeva iniziare dall’evento a cui siamo tutti più affezionati, il Meeting del Garda Optimist” ha dichiarato il Presidente della Fraglia Vela Riva, Alfredo Vivaldelli.

“Non sappiamo ancora stimare il numero di partecipanti che sarà con noi ad agosto per questa edizione del Meeting che, dopo tanti anni, si sposta dalla settimana di Pasqua a quella di Ferragosto. Certo è che lo staff della Fraglia Vela Riva metterà in campo tutte le proprie forze per garantire un evento divertente e sopratutto sicuro” ha concluso Vivaldelli.

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab