Terzo giorno di regate a Crotone per il Campionato Assoluto di Vela d’Altura 2019

Terzo giorno del Campionato Italiano Assoluto di Vela d’Altura 2019 – Trofeo BPER Banca, organizzato dalla Federazione Italiana Vela insieme al Club Velico Crotone e all’Unione Vela d’Altura Italiana.

Tre prove per il terzo giorno di regate nelle acque di Crotone: buone condizioni meteo, con aria stesa tra i 10 e i 12 nodi di intensità, per le prime tre prove quotidiane che portano a sette il totale delle regate disputate. Giova ricordare che con la 5 regata è possibile scartare il peggior risultato e il Campionato si giocherà su un massimo di 8 prove. Classifiche quindi piuttosto definite, ma con la giornata di domani per recuperare o consolidare il vantaggio.

Ottimo lavoro per il comitato di regata che ha ben gestito le partenze e i cambi di direzione del vento – in occasione della terza regata odierna. Partenza regolare quindi per la prima sessione alle 11:08 di questa mattina. Pochissime le variazioni nella classifica overall, a eccezione della 3 Classe Crociera, con gli equipaggi più competitivi che rimangono in testa alle classifiche dei giorni precedenti.

Questi i risultati al termine della giornata di oggi – tra parentesi i parziali overall di oggi.

Classe 0 R: Altair 3 di Sandro Paniccia – Scuderia 50 – (15,3,1)
Classe 0 C: Milù III di Andrea Pietrolucci – Mylius 14E55 – (5,2,13)
Classe 1 R: Blue Sky di Claudio Terrieri – GS 43 – (2,4,2)
Classe 1 C: Pazza Idea, di Pierluigi Bresciani – Arya 41.5 – (3,6,3)
Classe 2 R:Guardamago II di Massimo Romeo Piparo – Italia Yachts 11:98 – (12,19,8)
Classe 2 C: Morgan IV di Nicola De Gemmis – GS 39 – (8.5,12,7)
Classe 3 R: Scugnizza di Vincenzo de Blasio – Italia Yachts 11:98 – (4,5,11)
Classe 3 C: South Kensington di Massimo Licata D’Andrea – First 35 – (10,10,5)
Classe 4 C: Vlag di Luca Baldino – Vismara 34 – (16,7,6)

Domani quindi ultima giornata che vedrà l’assegnazione dei seguenti premi: Trofeo “Carlo De Zerbi” per i Titoli di Campione Italiano delle Classi Regata e Crociera/Regata; il Trofeo “Bper Banca” messo in palio dallo sponsor al primo classificato overall del Gruppo A e al primo classificato overall del Gruppo B e il Trofeo “Dei Tre Mari”, messo in palio dall’UVAI, assegnato alle imbarcazioni qualificate risultate prime nelle classifiche di ciascuno dei due Gruppi. Quindi i Premi Uvai ai migliori armatori timonieri di ciascuno dei due Gruppi.

Tutte le informazioni e classifiche complete sul sito dell’evento: https://www.campionatoitalianoaltura2019.it

Melges 24 European Sailing Series – Act 4: Si riparte da Scarlino: Arkanoè by Montura quinto dopo il day 1

Scarlino- Dopo una pausa forzata di quasi due mesi, dettata dalle necessità del giovanissimo equipaggio di impegnarsi nella sessione estiva di esami all’Università, riprende da Scarlino la stagione agonistica di Arkanoè by Montura nella Classe Melges 24.

L’esordio è ottimo per l’equipaggio guidato da Sergio Caramel, che riesce a leggere bene le condizioni di brezza leggera del Golfo di Follonica e chiude la prima giornata di regate in quinta posizione overall, centrando anche una vittoria nella seconda regata della serie (6-1-13 i parziali di oggi).

La consistenza dei piazzamenti odierni garantisce ad Arkanoè by Montura non solo un piazzamento in top-five, ma anche la testa della classifica Corinthian, riservata a velisti non professionisti.

Sergio Caramel: “Siamo contenti di come sia andata questa giornata di rientro nella flotta, centrare una vittoria è sempre un risultato importante e ci dà fiducia per affrontare positivamente le prossime regate. Durante questo evento, l’olimpionico Sloveno Karlo Hmeljak è venuto ad assisterci in qualità di coach e ci sentiamo già di dire che il valore aggiunto che la sua attività apporta è concreto e tangibile per tutto l’equipaggio”. La classifica dopo il day 1 è guidata da Maidollis (7 punti), seguita da Melgina (13 pt.) e Bombarda Racing (16 pt.).

Le regate riprenderanno domani alle 12.30.

Tutti gli aggiornamenti sono disponibili sul sito www.arkanoe.net e sulle relative pagine Facebook e Instagram.

 

Foto: Zerogradinord

Melges 24 European Sailing Series: Bombarda a Scarlino è subito sugli scudi

Scarlino- Inizia nel migliore dei modi la partecipazione di Bombarda Racing (Pozzi-Ivaldi, 5-6-5) alla quarta tappa delle Melges 24 European Sailing Series. Di scena a Scarlino, il team di Andrea Pozzi ha ingranato la marcia giusta e dopo le prime tre prove, disputate in regime di brezza leggerissima da ovest-sudovest, si è attestato al terzo posto della classifica provvisoria, guidata dai campioni europei in carica di Maidollis (Fracassoli-Fonda, 1-3-3) nella cui scia si è inserito la rivelazione Melgina (Brescia-Sivitz Kosuta, 3-8-2).

Una certa soddisfazione è stata espressa da Matteo Ivaldi, tattico del team capitanato dall’armatore milanese, già vincitore a inizio stagione della Bacardi Cup: “E’ stata una giornata molto complicata e ritrovarsi in piena lotta per il podio è positivo: in condizioni di vento così leggero le difficoltà sono sempre in agguato e fare rientro all’ormeggio con tre risultati di prima fascia rappresenta senza dubbio un buon modo di iniziare l’evento”.

Bombarda Racing, che proprio quest’anno ha fatto ritorno tra le boe della classe Melges 24 dopo alcune stagioni di assenza, tornerà in acqua domani mattina per la seconda giornata della frazione delle Melges 24 European Sailing Series organizzata dal Club Nautico Scarlino. Le condizioni meteo non dovrebbero discostarsi più di tanto da quelle odierne.

A bordo di Bombarda Racing, per la stagione 2019, regatano Andrea Pozzi, Matteo Ivaldi, Stefano Ciampalini, Carlo Zermini e Nicholas Dal Ferro. L’attività del team è coordinata dal coach Giulio Desiderato.

Classifiche dell’evento di Scarlino disponibili a questo link.

Foto: Zerogradinord

CAMPIONATO MONDIALE LASER RADIAL: Iniziato il Mondiale femminile nelle acque giapponesi di Sakaiminato, in Giappone

Le condizioni di vento leggero consentono una sola prova di giornata per le quattro atlete italiane in acqua a confrontarsi per il titolo iridato

 

Il 2019 ILCA Laser Radial Women’s World Championship è cominciato con una partecipazione di tutte le atlete più forti del mondo: 111 iscritti (a fronte di un numero chiuso di 120) in rappresentanza di 49 bandiere diverse.

L’importanza di questo Campionato è dato dalla possibilità di staccare il ticket per le Olimpiadi di Tokyo 2020, qualificazione che l’Italia ha già conquistato lo scorso anno con Carolina Albano ad Aahrus in occasione del Mondiale 2018.

La squadra italiana, guidata dal Coach Egon Vigna, vede la partecipazione di Carolina Albano (RYCC Savoia), Joyce Floridia (SV Guardia di Finanza), Francesca Frazza (FV Peschiera) e Silvia Zennaro (SV Guardia di Finanza) che hanno approfittato della giornata di ieri per delle practice race nella baia di Miho, teatro delle regate giapponesi.

Le ragazze sono scese in acqua per la prima giornata del mondiale questa mattina con una brezza debole intorno ai 7 nodi e sono state suddivise in due flotte: blu e gialla. Buona la partenza delle italiane con Silvia Zennaro che si porta a casa una decima posizione in flotta blu – prova vinta dalla svedese Josefin Olsson.

Stessa posizione in flotta Gialla, invece, per Francesca Frazza che ha nello stesso raggruppamento anche la danese Anne-Marie Rindom, bronzo ai giochi di Rio e vincitrice della prova odierna. Sempre in flotta Gialla, Carolina Albano è 18ma mentre Joyce Floridia chiude la giornata in 24ma posizione.

A difendere il podio 2018, la belga Emma Plasschaert che è 21 in flotta Gialla, l’olandese Marit Bouwmeester, 5 in flotta Blu e la sopracitata Rindom, che ad Aahrus conquistò la medaglia di bronzo.

Le regate proseguono domani, previste 3 prove di giornata invece di 2 per recuperare l’unica prova di oggi. Il Campionato continua fino a mercoledì 24 luglio.

Tutte le informazioni evento e classifiche complete sul sito:
https://2019worlds.laserjapan.org

PENULTIMO GIORNO DI REGATE PER GLI HEMPEL YOUTH SAILING WORLD CHAMPIONSHIPS – ASSEGNATE GIA’ LE MEDAGLIE D’ORO DELLE CLASSI 420 MASCHILE E FEMMINILE E NACRA 15

La maggior parte delle regate è ormai in archivio a Gdynia, la città polacca dove si stanno svolgendo gli Hempel Youth Sailing World Championships 2019. Tre delle medaglie d’oro in palio per le classi presenti sono state assegnate già oggi, con un giorno d’anticipo sul gran finale.

I festeggiamenti sono partiti nella classe 420 dove i neozelandesi Seb Menzies e Blake McGlashan e le statunitensi Madeline Hawkins e Yumi Yoshiyasu si sono aggiudicati la medaglia d’oro rispettivamente tra gli equipaggi maschili e femminili. Oro già assegnato anche nei Nacra 15 dove gli australiani Will Cooley e Rebecca Hancock hanno un vantaggio di nove punti dal secondo che gli consente di laurearsi campioni del mondo senza aspettare il risultato di oggi.

L’azzurra Chiara Benini Floriani (FV Riva) si presenta all’ultimo giorno e all’ultima regata da prima della classe nei Laser Radial femminili, dove è seguita dalla spagnola Ana Moncada Sanchez e dall’israeliana Shai Kakon.

Nicolò Renna (CS Torbole), dopo due giorni passati in testa alla classifica degli RS:X maschili, si fa superare dal francese Fabien Pianazza, primo. Completa la classifica il greco Leonidas Tsortanidis.

Mantengono la quinta posizione Andrea Spagnolli (FV Malcesine) e Alice Cialfi (CV Ventotene) nei Nacra 15 in una classifica comandata dagli australiani Will Cooley e Rebecca Hancock (già vincitori della medaglia d’oro); dai francesi Titouan Petard e Marion Declef e dai tedeschi Silas Mühle e Levke Möller.

Sempre quarti, a pari punti con i terzi, gli azzurri dei 420 maschili, Demetrio Sposato e Gabriele Centrone (CV Crotone), preceduti dai neozelandesi Seb Menzies e Blake McGlashan, primi (già vincitori della medaglia d’oro), dagli spagnoli Martin Wizner e Pedro Ameneiro, secondo e dagli israeliani Tal Sade e Noam Homri, terzi.

Sono settime le sorelle Sofia e Marta Giunchiglia (CV Sferracavallo) nei 29er femminili. Le statunitensi Berta Puig e Isabella Casaretto sono prime seguite dalle maltesi Antonia e Victoria Schultheis, seconde e dalle svedesi Martina Carlsson e Amanda Ljunggren, terze.

Nei 29er maschili sono primi i norvegesi Mathias Berthet e Alexander Franks-Penty, seguiti dai finlandesi Ville Korhonen ed Edvard Bremer, secondi e dagli australiani Archie Cropley e Max Paul, terzi. Sono sempre 12esimi gli azzurri Zeno Santini e Marco Misseroni (CV Arco).

13esima piazza per le sorelle azzurre dei 420 femminili Carlotta e Camilla Scodnik (YC Italiano) in una classifica comandata dalla coppia statunitense formata da Madeline Hawkins e Yumi Yoshiyasu (già vincitrici della medaglia d’oro), alle cui spalle si piazzano le spagnole Neus Ballester e Andrea Perelló, seconde e le tedesche Theresa Steinlein e Lina Plettner, terze.

Negli RS:X femminili è sempre 12esima l’azzurra Marta Monge (CN del Finale). Le prime tre in classifica sono l’israeliana Linoy Geva, prima, la francese Heloise Macquaert, seconda e la russa Yana Reznikova, terza.

Scivola in 15esima posizione l’azzurro dei Laser Radial maschili Matteo Paulon (YC Cannigione) in una classifica dove si prende il primo posto l’australiano Zac Littlewood seguito dal polacco Tytus Butowski, secondo e dal turco Yigit Yalcin Citak, terzo.

Oggi – venerdì 19 luglio – si terrà l’ultima giornata di regate degli Hempel Youth Sailing World Championships 2019. Il programma prevede una sola regata per classe al termine delle quali si assegneranno le restanti medaglie e si proclameranno i nuovi Campioni del Mondo giovanile delle classi presenti durante la cerimonia di chiusura dell’evento (ore 19:00).

Foto: Robert Hajduk

Conclusa ad Anzio la terza giornata della FINN SILVER CUP

Altra giornata spettacolare nella baia di Anzio per il terzo giorno del Mondiale Under 23 della classe Finn.

Due le prove portate a termine con un vento intorno ai 6/8 nodi con il nostro Federico Colaninno (YC Gaeta) che continua a scalare la classifica andando ad occupare la terza posizione, per lui oggi un undicesimo ed un secondo posto. In testa alla classifica sale il finlandese Oskari Muhonen particolarmente a suo agio oggi con due primi posti e in seconda posizione scende lo spagnolo Joan Cardona, Paolo Freddi (LNI Ancona) scala due posizioni e va ad occupare la 15esima posizione rimanendo secondo tra gli Under 19. Roberto Rinaldi (CDV Roma) è 24esimo e Matteo Guglielmo (CDV Roma) 28esimo.

Oggi penultimo giorno di regate con partenza prevista alle ore 12.

Foto: Robert Deaves

Secondo giorno di regate a Crotone per il Campionato Italiano Vela d’Altura 2019

Prosegue il Campionato Italiano Assoluto di Vela d’Altura 2019 – trofeo BPER Banca, organizzato dalla Federazione Italiana Vela insieme al Club Velico Crotone e all’Unione Vela d’Altura Italiana.

Al via altre due prove per il secondo giorno di regate nelle acque di Crotone: buone condizioni meteo, con meno onda rispetto a ieri e vento tra i 7 e i 10 nodi di intensità.
La prima regata è partita alle 12.57, su un percorso a bastone per una lunghezza totale di poco meno di 6,5 miglia, seguita da una seconda prova che porta a 4 le regate disputate fino a oggi.

A occupare le prime posizioni nelle varie classi impegnate, i ‘soliti noti’ che sono in lizza per la conquista dell’ambito titolo.

In Classe 0: posizioni invariate rispetto alla classifica di ieri con lo Scuderia 50 Altair 3 di Sandro Paniccia che rimane in testa nella divisione Regata (3,20 i suoi parziali di giornata) e il Mylius 14E55 Milù III di Andrea Pietrolucci che chiude con un 5 e 13.

In Classe 1: il GS43 Blue Sky di Claudio Terrieri indovina due regate perfette e rientra in porto con ‘soli’ 2 punti (1,1).

Nella divisione Crociera – grazie anche ai brillanti risultati di ieri – mantiene la prima posizione anche l’Arya 41.5 Pazza Idea, di Pierluigi Bresciani con un 11mo e un 16mo di giornata.

In Classe 2: per la divisione Regata, ulteriore conferma di Guardamago II di Massimo Romeo Piparo, l’Italia Yachts 11:98 fresco di varo che chiude la giornata con un 22 e un 18.

Lato Crociera, il GS 39 Morgan IV di Nicola De Gemmis si affeziona al settimo posto (il terzo consecutivo da ieri) e consolida così il suo vantaggio nella classifica generale.

In Classe 3: avvincente match race tra i due Italia Yachts 11:98 Sugar 3 di Ott Kikkas (4,2) e Scugnizza (2,4) di Vincenzo De Blasio, che si scambiano le posizioni in generale. Benché il primo, che batte bandiera estone, non sia in corsa per il titolo Nazionale. Nella divisione Crociera, sempre l’X 37 Wanaxdi Giovanni Jonata Di Cosimo rientra in porto con un 15 e un 3 di giornata.

In Classe 4, ultima ma non meno importante, altra giornata di conferme per il Vismara 34 Vlag di Luca Baldino, che si porta a casa un 9 e un 5 e la testa della classifica di Classe.

Grazie alle 4 prove disputate nei primi due giorni di regata, sarà così possibile assegnare il titolo Italiano, previsto dal Bando di Regata con un minimo di 3 prove valide.

I programmi del Campionato Italiano Altura 2019 proseguono anche a terra. La giornata di oggi è dedicata alla presentazione del libro di Paolo Magris “Città di Mare”, con l’autore che dialogherà con il Presidente del Club Velico Crotone Francesco Verri, mentre dopo cena è previsto il concerto del cantautore folk calabrese Pierluigi Virelli.

TERZO GIORNO DI REGATE AGLI HEMPEL YOUTH SAILING WORLD CHAMPIONSHIPS DI GDYNIA IN POLONIA

Terzo giorno ricco di regate a Gdynia in Polonia per gli Hempel Youth Sailing World Championships 2019 grazie a condizioni perfette con vento sopra i 15 nodi.

Sempre più primo negli RS:X maschili l’azzurro Nicolò Renna (CS Torbole) che colleziona tre primi e un secondo nella giornata di oggi. Alle sue spalle il francese Fabien Pianazza, secondo e il greco Leonidas Tsortanidis, terzo.

Sempre prima, a 17 punti come la seconda, l’azzurra dei Laser Radial femminili, Chiara Benini Floriani (FV Riva). Seconda la spagnola Ana Moncada Sanchez e terza la britannica Matilda Nicholls.

Risalgono la classifica dei Nacra 15 Andrea Spagnolli (FV Malcesine) e Alice Cialfi (CV Ventotene) che chiudono la giornata al quinto posto. Sono primi i tedeschi Silas Mühle e Levke Möller, secondi gli australiani Will Cooley e Rebecca Hancock e terzi i francesi Titouan Petard e Marion Declef.

Dopo sei regate totali gli azzurri della classe 420 maschile Demetrio Sposato e Gabriele Centrone (CV Crotone) sono in quarta posizione a pari punti con secondi e terzi. Sempre primi i neozelandesi Seb Menzies e Blake McGlashan, secondi gli irsaeliani Tal Sade e Noam Homri e terzi i britannici Haydn Sewell e William Heathcote.

Sofia e Marta Giunchiglia (CV Sferracavallo) con 6, 4, 1 e 8 nelle prove di oggi si piazzano in sesta posizione nei 29er femminili. La classifica è guidata dalle svedesi Martina Carlsson e Amanda Ljunggren seguite dalle statunitensi Berta Puig e Isabella Casaretto e dalle maltesi Antonia e Victoria Shultheis.

Migliora ancora la posizione di Matteo Paulon (YC Cannigione), ora è sesto tra i Laser Radial machili in una classifica comandata dal polacco Tytus Butowski seguito dall’argentino Juan Cardozo, secondo e dal neozelandese Zac Littlewood, terzo.

Sei le regate anche per i 420 femminili dove comandano le statunitensi Madeline Hawkins e Yumi Yoshiyasu seguite dalle tedesche Theresa Steinlein e Lina Plettner, seconde e dalle svizzere Natascha Rast e Samira Rast, terze. Salgono in 11esima posizione le sorelle Carlotta e Camilla Scodnik (YC Italiano).

Nei 29er maschili sono primi i norvegesi Mathias Berthet e Alexander Franks-Penty, seguiti dagli australiani Archie Cropley e Max Paul, secondi e dai britannici Ewan Wilson e Finley Armstrong, terzi. 12esimi gli azzurri Zeno Santini e Marco Misseroni (CV Arco).

Negli RS:X femminili l’azzurra Marta Monge scivola in 13esima posizione. Oggi si piazza in testa alla classifica la francese Heloise Macquaert seguita dalla cipriota Natasa Lappa, seconda e dalla britannica Mollie Densley Robins, terza.

Oggi – giovedì 18 luglio – andrà in scena il penultimo giorno degli Hempel Youth Sailing World Championships 2019, prima del gran finale in programma venerdì.

Foto: Robert Hajduk

Primo giorno di regate a Crotone per il Campionato Italiano Vela d’Altura 2019

Prima prova in acqua per il Campionato Italiano Assoluto di Vela d’Altura 2019 – trofeo BPER Banca, organizzato dalla Federazione Italiana Vela insieme al Club Velico Crotone e all’Unione Vela d’Altura Italiana.

Con il taglio del nastro di questa mattina, è ufficialmente iniziato il Campionato Italiano con oltre 30 equipaggi a contendersi il titolo nazionale nelle acque dello Jonio. Partenza in salita per il comitato di regata che ha dovuto attendere un miglioramento delle condizioni meteorologiche prima di poter dare lo start della prova di giornata.

Mare molto mosso e vento in attenuazione da N (16 nodi sulla linea di partenza, diventati poi 10 all’arrivo) sono stati gli ingredienti della regata odierna. Colpo di cannone per il primo gruppo di barche alle 15:00 su un classico percorso a bastone di circa 6.4 miglia e che ha impegnato le barche – le più veloci – per poco meno di un’ora.

A inaugurare le danze, ottima prova di Altair 3 di Sandro Paniccia, che si piazza subito in testa in Classe 0 Regata; a bordo dello Scuderia 50 un equipaggio di prim’ordine tra cui il talento spagnolo Luis Doreste, Nello Pavoni e Daniele Cassinari. Sempre nella stessa Classe, ma divisione Crociera, e autore di un’ottima regata, il Mylius 14E55 Milù III di Andrea Pietrolucci (vanta un pozzetto di tutto rispetto, con Giuseppe Tesorone, Andrea Ballico e Luigi Ravioli).

In prima Classe, prima piazza per il GS43 Blue Sky di Claudio Terrieri nella divisione Regata, e Pazza Idea, il Farr 40 di Daniele Bresciani nella Crociera. Il nuovissimo Italia 11:98 Guardamago II di Massimo Romeo Piparo ha un ottimo esordio con la vittoria di giornata, mentre il GS39 Morgan IV di Nicola De Gemmis si assicura la prima posizione in Crociera.

In Classe 3, Scugnizza di Vincenzo de Blasio e South Kensington di Massimo Licata D’Andrea sono in testa rispettivamente in Classe regata e crociera. Chiude la giornata con la prima posizione in 4 Classe, il sempreverde X302 Faust x2 di Paolo Scattarelli.

Nonostante l’aria in calo, il comitato ha tentato la seconda prova di giornata, ma la situazione instabile non ha consentito di concludere la regata. Appuntamento quindi a domani, con condizioni meteo in miglioramento per il via della seconda giornata del Campionato Italiano Vela d’Altura 2019.

Di contorno alle regate, il villaggio Magna Grecia Life Style che accoglierà al suo interno circa venti stand dedicati alle eccellenze agroalimentari del territorio calabrese, l’artigianato, mostre permanenti, un salotto televisivo curato da Video Calabria ed Esperia Tv – nel quale saranno realizzate due trasmissioni, una sportiva ed una dedicata all’enogastronomia – e una web radio, Radio Club Velico Crotone che racconterà tutto ciò che accadrà all’interno del villaggio.

Tutte le informazioni sul sito dell’evento: https://www.campionatoitalianoaltura2019.it

XVIII Meeting Giovanile Optimist: I giovanissimi del Circolo Velico Ravennate continuano il loro percorso di crescita

Cervia- Maturano esperienza i giovani atleti del Circolo Velico Ravennate impegnati, nel corso del week end da poco concluso, tra le boe del XVIII Meeting Giovanile Optimist, evento organizzato dal Circolo Nautico Cervia aperto ai rappresentati delle classi 2008/2009/2010 che ha radunato quasi trecento velisti in erba.

Dodici i portacolori del sodalizio bizantino che, grazie al coordinamento del coach Carolina Rendano, hanno preso parte alla manifestazione segnalandosi in alcuni casi per i buoni risultati raccolti.

Un bilancio incoraggiante per i giovani timonieri del Circolo Velico Ravennate, impreziosito dal quarto posto raccolto dal classe 2010 Diego Brera che, oltre a completare tutte e sei le prove in top ten, si è pure cavato la soddisfazione di vincere la seconda regata della serie.

“Per i più giovani questi eventi sono molto importanti perché rappresentano l’occasione di tirare i primi bordi in flotte nutrite e particolarmente competitive: va da sé che in eventi del genere il risultato passa in secondo piano rispetto all’opportunità di crescita che viene data all’atleta – spiega Carolina Rendano, da alcune stagioni allenatrice dei Cadetti targati Circolo Velico Ravennate – Siamo molto soddisfatti perché tutti i componenti il team hanno dimostrato il giusto approccio, trovando il necessario equilibrio tra determinazione e divertimento. E’ un particolare che ci fa ben sperare in vista degli impegni futuri”.

Impegni futuri che sono già alle porte: la prossima settimana, infatti, Marina di Ravenna sarà presa d’assalto dai giovanissimi protagonisti della Coppa AICO, evento di grande rilevanza del calendario agonistico nazionale che porterà al Circolo Velico Ravennate una flotta di oltre quattrocento giovanissimi timonieri.

Classifiche.

IL NAUTILUS Anno 14 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato ai porti con un focus sulla Via della Seta e sulla via Traiana, il concetto dello IoT-Internet of Things, il contratto di ormeggio e il nuovo concetto di New-Port. Poi una riflessione sul principio di passaggio inoffensivo(riprendendo vicende come quella dell'Aquarius, Open Arms e Sea Watch 3). E ancora, approfondimenti sul potere amministrativo delle AdSP, Mare 2.0 e sulla navigazione delle navi e non delle merci.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab