peyrani
Home » Diporto, Italia, News » Federagenti Yacht: in ripresa la produzione

Federagenti Yacht: in ripresa la produzione

I produttori di grandi yacht trovano nuovi clienti nei paesi emergenti e la nautica italiana, che ha attraversato la tempesta della crisi mantenendo la leadership mondiale, guarda con fiducia al futuro. È quanto risulta dall’analisi di Lorenzo Pollicardo, esperto internazionale del settore e consulente di Federagenti Yacht. «La percezione – ha dichiarato Pollicardo – è che il mercato dei grandi yacht, diciamo delle barche oltre i 24 metri o meglio ancora oltre i 30 metri, sia in miglioramento. La tendenza è il ritorno ai livelli pre crisi. Il portafoglio ordini mondiale era cresciuto progressivamente per una decina di anni fino al 2006. Tra il 2007 e il 2009 si erano registrati picchi di crescita anche del 20 – 40% dovuti fenomeni speculativi: c’era chi ordinava barche solo per rivenderle. Poi, con la crisi, il crollo. Teniamo presente che il portafoglio registra ordinazioni effettuate mediamente un anno prima, quindi la crisi scoppiata nel settembre 2008 ha effetti in portafoglio nell’autunno 2009. Ora il settore sembra riprendere la tendenza in atto fino al 2006, prima delle bolle speculative e della crisi globale”.

Salvatore Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Io, Armatore, noleggio il mio yacht a me stesso…
  2. Cnr: nel 2012 pronto mega yacht da 90 milioni d euro
  3. Yacht a propulsione solare: we can
  4. Finanza e Yacht Group
  5. Federagenti: ecco come cambierà il regolamento

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=936

Scritto da Salvatore Carruezzo su mag 15 2011. Archiviato come Diporto, Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°1

BRINDISI - In questo numero lo speciale è destinato alle crociere con i dati di Rsiposte Turismo e le previsioni per il 2017 di un settore ormai fondamentale per l’economia del Paese. Ma anche le importanti novità sulla safety portuale e sui regolamenti dell’Unione Europea sui servizi portali e la trasparenza finanziaria dei porti. Poi i porti di Napoli. Ancona, Trieste, Piombino e Olbia con gli investimenti e le nuove infrastrutture previste nei diversi scali italiani.
www.brindisi-corfu.it telebrindisi.tv poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab