peyrani
Home » Diporto, Italia, News » Pollicardo: il 57% delle immatricolazioni per barche fino a 10 metri

Pollicardo: il 57% delle immatricolazioni per barche fino a 10 metri

Nautica non vuol dire lusso, privilegi e tanto meno evasione fiscale. A smontare, dati alla mano, i luoghi comuni più abusati sul mondo del diportismo è Lorenzo Pollicardo, esperto internazionale di nautica e organizzatore del Salone di Venezia.

«Secondo le statistiche – dichiara Pollicardo – in Italia sono circa 520.000 i cosiddetti natanti, quelle unità, cioè, non immatricolate: si tratta in pratica di derive, barche a remi, canoe, kajak, pattini e pedalò, insieme alle piccole barche a motore, normalmente fuoribordo.

Non credo proprio si possa sostenere che tra queste 520.000 unità esista un numero significativo di prodotti da industria del lusso». «Il lusso dobbiamo cercarlo nel naviglio immatricolato – spiega – Le unità registrate sono 99.000, non sappiamo quante effettivamente naviganti o addirittura esistenti, e comunque ben il 57% è inferiore ai 10 metri.

Alla fine i veri prodotti di lusso sono 233 navi da diporto oltre i 24 metri, 2.600 imbarcazioni nella fascia tra i 18 e i 24 metri, 12.900 imbarcazioni nella fascia tra i 12 e i 18 metri. Molte di queste unità, pur risultando ufficialmente iscritte, potrebbero addirittura non esistere più e in ogni caso, se andiamo a vedere i dati sui proprietari e la data di costruzione scopriamo che questa flotta del lusso è molto datata, e con l’aumento dell’età scende il valore della barca».

Salvatore Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Fincantieri: commessa per una nave extra lusso per du Ponant
  2. X edizione del Trofeo di Regata “Centro Velico Giovinazzo”: anche Buena Vista tra le 23 barche iscritte
  3. Savina Caylyn: corteo di barche a Procida
  4. Demolire barche: problema poco sostenibile
  5. Porto di Cagliari: trovato ordigno a 14 metri di profondità

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=4221

Scritto da Salvatore Carruezzo su set 25 2011. Archiviato come Diporto, Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°2

BRINDISI - Lo speciale di questo nuovo numero de Il Nautilus è dedicato al porto di Trieste che, tra cambiamenti già effettuati e progetti con finanziamenti in arrivo, sta mutando la sua fisionomia e crescendo come scalo in Adriatico. Accanto a queste novità sullo scalo ci sono anche quelle che riguardano i porti di Livorno, Porto Torres, Savona, Cagliari, Ancona e Bari. In questo numero troverete anche un’intera pagina dedicata alla fiscalità legata al mondo del diportismo con gli aggiornamenti sulle ultime modifiche alle leggi.
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab