peyrani
Home » Diporto, News, Saloni nautici » PREMIO BARCA DELL’ANNO 2011: I VINCITORI

PREMIO BARCA DELL’ANNO 2011: I VINCITORI

Premiati a Genova, mercoledì 5 ottobre, al Galata Museo del Mare, i vincitori dell’edizione 2011 del Premio Barca dell’Anno.

Categoria Superyacht:  Sanlorenzo SL 94
Categoria Barche a vela: Solaris One 37
Categoria Barche a motore: Azimut 45
Categoria Interior Design: Vismara 80
Categoria Natanti: Salpa 24 Granturismo

 

CATEGORIA SUPERYACHT
SANLORENZO SL 94


Un segnale lanciato da un cantiere che ormai ci ha abituati al bello senza eccessi, alla sobria eleganza declinata questa volta in uno scafo sensibilmente più piccolo (28,60 metri) ma ricco di innovazioni anche per quanto riguarda il modo di vivere a bordo.
Uno yacht per godere del mare senza ostentazione, e nell’eleganza più rigorosa con soluzioni che offrono grande comfort e assoluta privacy all’armatore e ai suoi ospiti.
Un elogio al coraggioso spirito imprenditoriale e all’esecutore degli interni, un Paszkosky in “piena forma” creativa e in linea con la tradizione taylor made del cantiere.

Nomination
Benetti Vision 145’ Told U So (m 43,60)
Baltic 112 Canova (m 35,78)
CBI 50 M Aifos
Comet 100 RS (m 31)
CRN 130 Darlings Danama (m 59,50)
Isa 50 M Papi du Papi (m 50)
Mondomarine 50 M Alexander Again (m 50)
Palumbo Columbus 177 Prima (m 53,90)
Picchiotti Vitruvius 55 M Galileo G (m 55)
Sanlorenzo SL 94 (m 28,60)
Southern Wind 100 RS Cape Arrow (m 30,20)

 

CATEGORIA BARCHE A VELA
SOLARIS ONE 37

Un piccolo grande yacht ben centrato nelle dimensioni, costruito con sostanza ed esperienza artigianale da un celebre cantiere, orgoglio della nautica italiana. Uno stile moderno, elegante, al di fuori delle mode, abbinato a una carena a spigolo di ultima generazione con la possibilità di due appendici diverse per chi vuole esaltare le performance, combinato a un piano velico facile da gestire, il Solaris One 37 è l’entry level di una gamma di successo collaudata dal mercato.
La sobrietà degli interni senza forzature, gli spazi generosi e la loro funzionalità rispondono alle esigenze di una famiglia o di una coppia, per una dimensione di barca che resta tra le più amate e che oggi si sta riaffermando.
Una lavorazione eccellente del composito e delle strutture primarie della barca, abbinata alla possibilità di piccole personalizzazioni custom e una produzione limitata garantiscono una qualità eccellente.

Nomination
Bénéteau Oceanis 45
Dehler 41
Dufour 445 GL
Grand Soleil 39
Hanse 385
Jeanneau Sun Odyssey 44 DS
Mylius 19E55
Solaris One 37
XP-38
XP-44

CATEGORIA BARCHE A MOTORE
AZIMUT 45

Una barca completa, “inattaccabile”, curata nel dettaglio, armoniosa e intelligente negli interni, piacevole nella scelta dei materiali e della gamma dei colori.
Il team progettuale composto da Stefano Righini e da Carlo Galeazzi continua a creare emozioni senza stravolgere stilemi consolidati e validati dal mare e dal navigare.
All’esterno la grande conquista è un ampio fly bridge allestito con una parte modulare a poppa, uno spazio di 12 mq che può cambiare aspetto con lo spostamento di alcuni elementi passando da dinette con tavolo da pranzo a prendisole.
Si crea così una continuità tra esterno e interno, con la possibilità di comunicare con i due posti di guida anche durante la navigazione. La carena è un classico diedro variabile, con un angolo di 21° a mezza nave.

Nomination
Atlantis 38
Azimut 45
Ferretti 720
Greenline 40
Itama 45
Jeanneau Prestige 500
Montecarlo Yacht 65
Pershing 74
Sarnico Spider 46 STS
Sessa 45 Fly

CATEGORIA INTERIOR DESIGN
VISMARA 80

Ulteriore contributo nell’attività di ricerca e sperimentazione nel campo dei linguaggi espressivi che Vismara Yacht ha portato in questi anni nell’ambito dell’interior design e nel trasferimento di schemi e soluzioni tra nautica a vela e nautica a motore.
Il progetto ruota attorno al tema della valorizzazione nell’uso della luce naturale a bordo che assume i connotati e viene di fatto utilizzata alla stregua di un materiale da costruzione.
Partendo da tale assunto l’obiettivo viene declinato con forte coerenza a tutti i livelli fino a trasformare la concezione dello spazio di bordo e la sua relazione con l’esterno in elemento in grado di connotare sia sul piano formale che tecnologico la concezione e la realizzazione dell’intera imbarcazione.
Ne sono un esempio la scelta di massimizzare le aperture vetrate a murata che porta a fare riferimento esclusivo a superfici sviluppabili per l’opera morta e a risolvere in modo inedito questioni di portata significativa dal punto di vista strutturale quali il trasferimento dei carichi dell’attacco lande o il controllo delle torsioni nell’intorno dell’albero anch’esso interessato da ampia apertura.
Completano il risultato un’interessante sperimentazione anche sul piano delle scelte di materiali di rivestimento e di finitura.

 

CATEGORIA NATANTE
SALPA 24 GRANTURISMO


Decretato vincitore dal pubblico, è un vero natante di 7,50 metri, prodotto dall’omonimo cantiere campano, che si distingue per il funzionale hard top, quasi una pinna nera, accattivante ed aerodinamica, che richiama la linea di imbarcazioni più importanti. I semplici ma funzionali interni ne fanno un day cruiser per veloci crociere giornaliere.
La carena è particolarmente curata e garanzia di buone prestazioni nautiche. Ottima la qualità delle resine. Incoraggianti i primi contatti con il mercato cinese e non solo.

Le dodici barche più votate in ordine alfabetico
Bavaria Sport 31
Bénéteau First 30
Easy 27
Italmar Cabin 22
Make Sail 25
Rancraft Rc 28
Rio Espera 35
Riva Iseo
Sacs S680
Salpa 24 Granturismo
Sirena Marine Azuree 33
Pirelli 880 Sport

Leggi anche:

  1. Regione Calabria: 15 mila nuovi posti barca
  2. Steiner X-Yachts Mediterranean Cup 2011: i vincitori
  3. Salò Sail Meeting 2011: i vincitori
  4. Diporto nautico: quale barca?
  5. GENTLEMEN’S CUP 2011: I VINCITORI

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=4514

Scritto da Redazione su ott 6 2011. Archiviato come Diporto, News, Saloni nautici. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°2

BRINDISI - Lo speciale di questo nuovo numero de Il Nautilus è dedicato al porto di Trieste che, tra cambiamenti già effettuati e progetti con finanziamenti in arrivo, sta mutando la sua fisionomia e crescendo come scalo in Adriatico. Accanto a queste novità sullo scalo ci sono anche quelle che riguardano i porti di Livorno, Porto Torres, Savona, Cagliari, Ancona e Bari. In questo numero troverete anche un’intera pagina dedicata alla fiscalità legata al mondo del diportismo con gli aggiornamenti sulle ultime modifiche alle leggi.
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab