peyrani
Home » Diporto, Italia, News » Cna Nautica contro tassa sui posti barca

Cna Nautica contro tassa sui posti barca

“Sarebbe un colpo molto pesante per un settore che ha gi visto nel corso degli ultimi tre anni un forte ridimensionamento dei fatturati”.

Cna Produzione Nautica Nazionale, organizzazione di settore a cui aderisce una larga parte delle piccole imprese appartenenti alla filiera produttiva e dei servizi della Nautica da Diporto, esprime forte preoccupazione per le anticipazioni che parlano, nell’ambito della manovra straordinaria che il Governo si appresta a varare, della possibile reintroduzione della tassa di stazionamento delle imbarcazioni, abolita a suo tempo dalla legge di riforma della Nautica.

“Un provvedimento – spiegano da Cna con una nota – che paradossalmente, finirebbe per colpire non tanto la proprietà di beni di lusso e i grandi patrimoni, quanto la rete ampia dell’indotto dei servizi e delle attività di riparazione e manutenzione delle barche, quindi le piccolissime imprese e i propri dipendenti”.

Salvatore Carruezzo

Foto: Simone Rella

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Nautica: 30 mila posti di lavoro in cinque anni
  2. Regione Calabria: 15 mila nuovi posti barca
  3. Porto di Santa Margherita Ligure: progetto da 150 posti barca ma non sono tutti d’accordo
  4. Nuovo porticciolo turistico ad Otranto: progetto per 417 posti barca
  5. Porto di Napoli: mancano 15 mila posti barca

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=5781

Scritto da Salvatore Carruezzo su dic 3 2011. Archiviato come Diporto, Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°1

BRINDISI - In questo numero lo speciale è destinato alle crociere con i dati di Rsiposte Turismo e le previsioni per il 2017 di un settore ormai fondamentale per l’economia del Paese. Ma anche le importanti novità sulla safety portuale e sui regolamenti dell’Unione Europea sui servizi portali e la trasparenza finanziaria dei porti. Poi i porti di Napoli. Ancona, Trieste, Piombino e Olbia con gli investimenti e le nuove infrastrutture previste nei diversi scali italiani.
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab