Home » Diporto, Italia, Nautica, News » Attivato a Maricentadd il simulatore navale che addestrerà gli equipaggi della Marina del Qatar

Attivato a Maricentadd il simulatore navale che addestrerà gli equipaggi della Marina del Qatar

Un sistema integrato che replica fedelmente le funzionalità di un’unità militare, sul quale gli istruttori condurranno l’addestramento

A partire dal 2016 e dalla stipula di un contratto tra la ditta Fincantieri e le Qatar Emiri Naval Forces (QENF) per la fornitura di 7 Unità navali (4 corvette multiruolo classe Doha, 2 pattugliatori d’altura e una nave anfibia), la Marina Militare ha avviato un’intensa attività di cooperazione e supporto nei confronti della controparte qatarina, mirati garantire supporto tecnico durante la costruzione delle unità e la formazione professionale dei futuri equipaggi.

Tale iniziativa, sugellata da un Memorandum of Understanding e dai relativi Technical Arrangements di cooperazione, impegnerà per un periodo di circa 10 anni gran parte della articolazioni della Forza Armata preposte alla selezione, formazione ed addestramento nonché all’erogazione di moduli specialistici ad hoc (quali ad esempio tirocini per la guardia in plancia, sessioni di scuola Comando, Flight Operational Training, corsi ILS).

A fronte dell’elevatissima valenza strategica e la complessità dell’impresa, a partire dal 1 gennaio 2018 è stato istituito presso lo Stato Maggiore Marina l’Ufficio di Programma Qatar alle dirette dipendenze del Capo del 3° Reparto, responsabile di coordinare in maniera omnicomprensiva il supporto della Forza Armata, garantendo altresì, in reciproca collaborazione con il paritetico Ufficio di Supporto istituto da SEGREDIFESA /NAVARM, unicità di gestione ad un’impresa che è andata man mano evolvendosi a fronte di nuovi progetti e commesse commerciali.

Nello specifico, a partire dal settembre 2018 la prima aliquota dei futuri equipaggi delle prime due Unità (circa 130 militari) ha iniziato l’iter formativo addestrativo ed è attesa da settembre 2019 presso il Centro di Addestramento della MM di Taranto, ove proseguirà con la seconda fase dedicata all’addestramento professionale individuale.

Tra le attività a supporto del programma addestrativo a favore degli equipaggi delle QENF, previsto nel contratto, rientra la costruzione di un simulatore preposto ad integrare le lezioni di carattere teorico previste per i frequentatori.

In tale contesto, alla presenza del Comandante in Capo della Squadra Navale, ammiraglio di squadra Donato Marzano, del Comandante di Maricentadd (contrammiraglio Francesco Covella) e del suo staff di istruttori, e del Capo Ufficio Programma, capitano di vascello Fabrizio Rutteri, il rappresentante della Fincantieri, ing. Marco Costa, accompagnato dagli ingegneri e tecnici delle altre società che hanno di fatto realizzato il Simulatore (Cetena, Seastema e Leonardo), ha presentato il nuovo sistema di simulazione nel suo attuale layout insieme al piano evolutivo che ne prevede la consegna, nella sua configurazione finale, entro il mese di gennaio 2020.

Il Simulatore Navale Integrato (SI.Na.I.,), realizzato anche grazie al “know how” fornito del personale di Maricentadd, è composto da una Plancia primaria e una secondaria, per la conduzione della navigazione, da una “Combat Operation Center” (COC), anche questa primaria e secondaria, per la condotta operativa dell’unità al combattimento, da una “Ship Control Center “(SCC), per il controllo della piattaforma e da una postazione elicottero, per l’addestramento all’impiego tattico degli aeromobili imbarcati. Un sistema integrato che replica fedelmente le funzionalità di un’unità militare, sul quale gli istruttori condurranno l’addestramento da due sale regia, una per la parte plancia e l’altra per la parte COC, con l’assistenza tecnica del personale della società costruttrice.

L’ammiraglio Marzano, al termine della presentazione e del giro illustrativo di tutte le componenti del sistema, durante il quale ha voluto personalmente effettuare alcune manovre dal ponte di comando principale, ha riconosciuto il lavoro fatto dalla Fincantieri nella realizzazione del SI.Na.I., uno strumento addestrativo di notevole portata tecnologica che, insieme alla professionalità degli istruttori, costituirà un efficace strumento per l’addestramento specialistico, non solo degli equipaggi delle unità del Qatar, ma anche di quelli italiani e di altre marine estere, negli anni a venire.

Nell’ attesa dell’arrivo al centro degli equipaggi delle prime unità qatarine, previsto per settembre 2019, il personale istruttore di Maricentadd inizierà da subito una fase di “familiarizzazione” con il sistema di simulazione che consentirà di svolgere con efficienza la propria funzione addestrativa.

Maricentadd, centro d’eccellenza che, da quasi quarantasette anni, opera nei settori d’impiego della formazione specialistica e dell’addestramento di tutto il personale della Marina Militare è impegnato in diversi progetti di cooperazione con altre marine estere, tra i quali il più importante risulta attualmente quello appunto con la QENF.

L’attivazione del simulatore fatta oggi, è un passo importante nell’impegnativo processo addestrativo degli equipaggi di una marina, come quelle del Qatar, che sta perseguendo un percorso di sviluppo capacitivo e che si affida alla Marina Militare Italiana per raggiungere la propria prontezza operativa. La collaborazione con Fincantieri conferma ancora una volta l’efficacia dell’interazione tra il mondo militare e quello industriale del paese, nel perseguire obiettivi comuni a supporto del Sistema Paese nel mondo.

Leggi anche:

  1. MARINA MILITARE: NAVE ALPINO PARTE LA CAMPAGNA NAVALE IN NORD AMERICA
  2. CANTIERE NAVALE VITTORIA COSTRUIRA’ PER FINCANTIERI QUATTRO UNITA’ PER LA MARINA MILITARE
  3. MARINA MILITARE: FIRMA DI TRE TECHNICAL ARRANGEMENT CON LA MARINA DEL QATAR
  4. FINCANTIERI E MMI PER LA FORMAZIONE DEGLI EQUIPAGGI DELLE MARINE ESTERE
  5. MARINA MILITARE: CAMBIO AL COMANDO DELLA SQUADRA NAVALE

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=63134

Scritto da Redazione su giu 21 2019. Archiviato come Diporto, Italia, Nautica, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab