Home » Diporto, Italia, Legislazione, Nautica, News, Trasporti » MIT-Nautica: al via lo sportello telematico del diportista (Sted)

MIT-Nautica: al via lo sportello telematico del diportista (Sted)

Voluto dal Ministro Toninelli per digitalizzare e migliorare la fruizione dei servizi

ROMA– È attivo lo Sportello Telematico del Diportista (STED), che consente di poter effettuare le nuove immatricolazioni delle unità da diporto nell’Archivio telematico centrale (ATCN), istituito presso il CED della Motorizzazione e che conterrà le informazioni di carattere tecnico e giuridico.

È stato inoltre costituito l’Ufficio di Conservatoria Centrale (UCON) che provvederà a verificare le iscrizioni, le trascrizioni e le annotazioni degli atti soggetti a pubblicità navale, compresi quelli costitutivi di garanzie sulle unità da diporto, sulla base della documentazione acquisita dagli STED.

Si tratta di una innovazione che il Ministro Danilo Toninelli ha fortemente voluto, nell’ottica di digitalizzare i servizi e renderli maggiormente fruibili sia agli operatori di mercato che ai singoli cittadini. Un grande passo in avanti grazie al quale sarà possibile gestire centralmente i dati identificativi delle unità da diporto, affrancandosi progressivamente dai registri cartacei in custodia presso le locali Capitanerie di Porto, Uffici circondariali marittimi ed Uffici provinciali della Motorizzazione.

Con tale sistema, inoltre, sarà possibile effettuare la visura storica di un’unità da diporto iscritta nell’Archivio telematico centrale e verificarne eventuali annotazioni (inclusi i fermi amministrativi) da un qualunque STED sul territorio nazionale, senza necessità di doversi recare presso l’ufficio presso il quale è stata originariamente immatricolata l’unità stessa.

Sono attualmente attivi, in qualità di STED, le Capitanerie di Porto e gli Uffici Provinciali della Motorizzazione, mentre i raccomandatari marittimi e gli studi di consulenza che intendano attivare uno STED presso la propria sede, dovranno presentare apposita richiesta all’Ufficio Provinciale Motorizzazione competente per territorio.

I servizi dello STED sono disponibili tramite il Portale dell’Automobilista (www.ilportaledellautomobilista.it), unitamente alla manualistica completa dell’applicativo ed a un breve video formativo che illustra l’utilizzo della procedura per le nuove immatricolazioni.

Ulteriori informazioni, comprese quelle relative ai diritti ed compensi dovuti per le operazioni svolte dagli STED, nonché i moduli per la presentazione delle istanze, saranno disponibili, oltre che sul citato Portale dell’Automobilista, anche sul portale del MIT (www.mit.gov.it), sul sito della Guardia Costiera (www.guardiacostiera.gov.it) e sui portali delle associazioni nazionali maggiormente rappresentative.

Leggi anche:

  1. PRESENTATO AL MIT IL FUNZIONAMENTO DEL REGISTRO TELEMATICO DELLA NAUTICA DA DIPORTO
  2. Il Sistema Telematico Centrale della nautica da diporto sarà a regime dal 1 settembre
  3. Sistema Telematico Centrale della Nautica da diporto (SISTE): c’è il Regolamento
  4. Sistema Telematico della Nautica da Diporto: il CDM approva il Regolamento
  5. Nautica da diporto: al via sistema telematico centrale

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=66273

Scritto da Redazione su set 3 2019. Archiviato come Diporto, Italia, Legislazione, Nautica, News, Trasporti. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato allo shipping con un focus sul soccorso in mare e sulla Brexit, il ruolo del porto di Salerno e la "Barletta marinara". Poi un approfondimento sui fari di Brindisi ed uno sul trasporto ad emissioni zero con Emma. E ancora, approfondimenti sulle crociere e sulla sicurezza nei nostri porti.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab