Home » Cantieri, Diporto, Italia, Nautica, News » Windstar taglia la prima lamiera con Fincantieri della seconda unità della classe Star

Windstar taglia la prima lamiera con Fincantieri della seconda unità della classe Star

Con Star Legend prosegue il piano Star Plus da 250 milioni di dollari dell’armatore

Trieste– Il taglio della prima lamiera delle nuove sezioni per Star Legend, la seconda unità ad essere ammodernata nell’ambito del piano Star Plus di Windstar del valore di 250 milioni di dollari, ha avuto luogo presso il cantiere navale Fincantieri di Palermo. A dare avvio alle operazioni è stato Christopher Prelog, Vice President of Fleet Operations di Windstar Cruises.

“Questo è un giorno importante per Windstar perché raggiungiamo un altro traguardo importante. Un progetto di questa portata richiede tempo per realizzarsi”, afferma Prelog. “Abbiamo già realizzato così tanto sulla prima nave, Star Breeze, insieme ai nostri partner di Fincantieri, che siamo ancora più entusiasti per Star Legend. Oggi mi sento orgoglioso anche a titolo personale, poiché Star Legend è stata la prima nave su cui abbia mai lavorato nel settore delle crociere, due decenni fa. È una splendida unità e le prossime trasformazioni saranno davvero sorprendenti, per i nostri ospiti e tutti i fan di Windstar.”

Andrew Toso, responsabile Ship Repair & Conversion della Divisione Services di Fincantieri, ha dichiarato: “Come punto di riferimento in tutto il mondo per questo tipo di operazioni altamente complesse, siamo molto orgogliosi di collaborare con Windstar per un programma così ambizioso e il traguardo che stiamo celebrando oggi è la migliore prova possibile del nostro impegno e della proficua gestione dei progetti che stiamo portando avanti”.

Il progetto Star Plus, che prevede l’allungamento, la sostituzione dell’apparato motore e il rinnovamento di tre unità, è il più complesso e completo del suo genere. Windstar sottoporrà in successione metà della sua flotta – Star Breeze, Star Legend e Star Pride – a questo genere di ammodernamento. I lavori sulla prima delle tre navi, Star Breeze, inizieranno nell’ottobre 2019 e termineranno con la partenza della terza, Star Pride, nel novembre 2020.

Le navi, infatti, saranno tagliate a metà per consentire l’installazione di una nuova sezione nella parte centrale che allungherà ogni unità di circa 26 metri. La capacità totale delle “nuove” navi ingrandite porterà a 312 il numero di passeggeri, e per mantenere il rapporto tra staff e ospiti di 1,5 a 1 sarà assunto nuovo personale.

Le nuove sezioni per Star Legend e Star Pride, che richiederanno ciascuna circa sei mesi per la loro realizzazione, saranno costruite ed inserite nelle navi Windstar insieme ai nuovi motori a ridotto impatto ambientale presso lo stabilimento di Palermo.

Leggi anche:

  1. INAUGURATO FINCANTIERI INFRASTRUCTURE: TAGLIATA PRIMA LAMIERA DEL PONTE DI GENOVA
  2. FINCANTIERI: AL VIA I LAVORI IN BACINO DELLA SESTA UNITÀ PER VIKING
  3. MSC CROCIERE E STX FRANCE: TAGLIO DELLA PRIMA LAMIERA DI MSC BELLISSIMA
  4. PROGRAMMA LCS: FINCANTIERI COSTRUIRÀ LE ULTERIORI DUE UNITÀ PIÙ UN’OPZIONE
  5. Fincantieri: varata la Carnival Breeze

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=66433

Scritto da Redazione su set 6 2019. Archiviato come Cantieri, Diporto, Italia, Nautica, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab