Home » Ambiente, Diporto, Italia, News, Trasporti, Turismo » GNV: OTTIENE LA BIOSAFETY TRUST CERTIFICATION DI RINA

GNV: OTTIENE LA BIOSAFETY TRUST CERTIFICATION DI RINA

La Compagnia è la prima a ottenere la certificazione per la prevenzione e il controllo delle infezioni nel settore dei traghetti

Genova – GNV è la prima compagnia nel settore dei traghetti a ricevere la Biosafety Trust Certification, l’innovativo schema di certificazione di RINA per prevenire e mitigare la diffusione di infezioni nei luoghi di aggregazione. La certificazione per GNV include, oltre alle navi della flotta anche i terminal portuali italiani merci e passeggeri, e gli uffici amministrativi.

La Compagnia ha sviluppato un Sistema Aziendale per la Gestione della Prevenzione e del Controllo delle Infezioni (Sistema IPCSM Infection Prevention Control System Management) che prevede il costante impiego di osservatori in tutte le unità organizzative dell’azienda e sulle navi della flotta, con il compito di individuare e valutare i fattori di rischio di infezioni. Responsabile dell’attuazione e del miglioramento del sistema è il Comitato Biosafety, composto da un team multidisciplinare di professionisti in grado di applicare un approccio a 360° per la gestione di tutti gli aspetti legati al rischio biologico.

GNV ha dato immediata risposta alle problematiche imposte dal COVID-19, mettendo in campo procedure dedicate per la sanificazione e il distanziamento sociale a bordo, nelle biglietterie e negli uffici.

Nel mese di maggio ha adottato la Carta dei Servizi di Sicurezza, redatta sulla base dell’esperienza unica acquisita con il progetto “nave-ospedale” di Genova per l’emergenza COVID-19 (https://info.gnv.it/nave-ospedale/) che, allestita su specifiche indicazioni delle autorità sanitarie, ha consentito alla Compagnia di ampliare le proprie competenze in materia di misure di prevenzione e contenimento del contagio e formare gli Equipaggi sulla prevenzione dei rischi e la gestione di eventuali casi sintomatici.

La Certificazione Biosafety testimonia che oltre a ciò la Compagnia si è dotata di un sistema di gestione per la prevenzione e il controllo delle infezioni a terra e a bordo, che garantirà nel tempo l’osservazione, la corretta gestione, la prevenzione e la riduzione di qualsiasi rischio di incolumità biologica, in modo strutturato nel tempo.

A bordo l’ufficiale nominato Head Procedure Controller Officer lavorerà con uno staff composto da professionisti che eseguono sistematicamente dei rilievi e segnalano eventuali incongruenze comunicandole al Comitato Biosafety al fine di prendere decisioni tempestive nel caso di rischi biologici da infezioni di qualsiasi tipo.

Lo schema Biosafety Trust di RINA prevede, inoltre, corsi di formazione per le risorse all’interno dell’azienda, affinché siano consapevoli di cosa significa gestire proattivamente i rischi di infezione.

La Compagnia ha adottato modalità di sicurezza specifiche per ogni fase di viaggio, a partire dall’accesso dei passeggeri ai terminal e alle biglietterie portuali, che sono oggetto di un’intensa azione di pulizia e disinfezione, con l’obbligo tassativo di indossare la mascherina e di mantenere il distanziamento sociale, oltre alla misurazione della temperatura per tutti i passeggeri. Inoltre, le sale poltrone, la cui capienza è stata ridotta di capacità, hanno accessi supervisionati dal personale di bordo per garantire il distanziamento sociale tra i passeggeri. Una speciale attenzione è stata riservata all’impianto di areazione, che è stato riprogettato per privilegiare l’aria diretta dall’esterno e garantire il più efficace livello di purificazione. In aggiunta GNV ha previsto la sanificazione delle cabine che continuerà anche in futuro per garantire il minimo rischio biologico.

La Carta dei Servizi e la Biosafety Trust Certification formano dunque un sistema coordinato di prevenzione e gestione dei rischi di contagio, in linea con lo standard di gestione della sicurezza OHSAS 18001 e il protocollo di gestione dell’igiene HACCP.

“Siamo molto soddisfatti di questo importante risultato: vogliamo che il sistema di gestione sia codificato e diffuso in tutti gli ambiti aziendali, di modo che la consapevolezza e l’attenzione a questo aspetto sia radicata a tutti i livelli gestionali e che ci si attivi prontamente per la prevenzione e la gestione dei rischi. – dichiara Matteo Catani, CEO di GNV. – L’obiettivo è di rendere il viaggio in traghetto la tipologia di viaggio più sicuro in assoluto anche sotto questo aspetto: un elemento di profondo interesse per la nostra clientela, per tutti i nostri dipendenti e anche per chi investe in questo settore”.

“La certificazione volontaria Biosafety Trust, come dice il nome stesso, è uno strumento nato con il preciso obiettivo di infondere fiducia. Attraverso un sistema di gestione certificato si può dimostrare lo sforzo, concreto e sistematizzato, fatto per tutelare la salute delle persone, contribuendo allo stesso tempo alla ripresa delle attività. Con un approccio proattivo, GNV ha collaborato durante tutto il percorso di certificazione ed integrato nelle procedure aziendali le misure previste dallo schema per proteggere dipendenti e passeggeri” ha aggiunto Paolo Moretti, Amministratore Delegato di RINA Services.

GNV, fondata nel 1992 e oggi parte del Gruppo MSC, è una delle principali compagnie di navigazione italiane operanti nel settore del trasporto passeggeri e merci nel Mar Mediterraneo; opera 11 collegamenti internazionali e 7 nazionali, da e per Sardegna, Sicilia, Spagna, Francia, Albania, Tunisia e Marocco.

RINA fornisce un’ampia gamma di servizi nei settori Energia, Marine, Certificazione, Infrastrutture e Trasporti e Industry.

Con ricavi netti nel 2019 pari a 476 milioni di euro, oltre 3.900 risorse e 200 uffici in 70 paesi nel mondo, RINA partecipa alle principali organizzazioni internazionali, contribuendo da sempre allo sviluppo di nuovi standard normativi.

Leggi anche:

  1. Il Salone Nautico di Venezia ottiene la certificazione ISO 20121
  2. Rina: ricavi 2015 a 378 mln (+44%), flotta classificata e certificata di 5.424 unità
  3. Rina lancia nuove norme sicurezza su traghetti: si parte con il Florencia della Grimaldi Lines
  4. Rina: nuovo software per le navi
  5. LO STABILIMENTO FINCANTIERI DI MUGGIANO RICEVE DAL RINA LA CERTIFICAZIONE ISO 14001

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=76625

Scritto da Redazione su giu 30 2020. Archiviato come Ambiente, Diporto, Italia, News, Trasporti, Turismo. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab