peyrani
Home » Cantieri, Nautica, News » Fincantieri: Napolitano incontra operai di Castellammare

Fincantieri: Napolitano incontra operai di Castellammare

“Ho incontrato gli operai della Fincantieri, del cantiere navale di Castellammare, realtà che io non ho dimenticato di citare neanche quando ho incontrato gli operai del cantiere ligure, a La Spezia, dicendo ciò che rappresenta storicamente il cantiere di Castellammare per tutta l’area napoletana”.

Ha commentato così, al termine dell’assemblea degli industriali di Napoli, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano sull’incontro con gli operai del cantiere di Castellammare. “Quello di Castellammare – ha aggiunto Napolitano – è un cantiere storico, più antico dell’Unità d’Italia, che ha una grande tradizione, che deve essere messo in grado di reggere la competizione mondiale che nel settore cantieristico è molto agguerrita.

Abbiamo ragionato con i rappresentanti dei lavoratori del cantiere, sulle necessità e possibilità di rilancio. Loro pongono molto l’accento sull’esigenza di un bacino di costruzione e su questo dovrebbe discutere il cosiddetto tavolo regionale che è stato deciso a livello nazionale sia in Liguria che in Campania”. Nel pomeriggi era invece previsto un incontro con il presidente Caldoro.

Salvatore Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Fincantieri: operai a colazione con Napolitano
  2. Fincantieri: accordi con l’Unione europea e finanziamenti dalle banche
  3. Fincantieri: le reazioni al ritiro del Piano
  4. Fincantieri: Palermo e La spezia si ribellano ai licenziamenti e venerdì Tajani incontra i sindacati
  5. Fincantieri annuncia 2500 licenziamenti e scoppia la rivolta

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=1737

Scritto da Salvatore Carruezzo su giu 13 2011. Archiviato come Cantieri, Nautica, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°2

BRINDISI - Lo speciale di questo nuovo numero de Il Nautilus è dedicato al porto di Trieste che, tra cambiamenti già effettuati e progetti con finanziamenti in arrivo, sta mutando la sua fisionomia e crescendo come scalo in Adriatico. Accanto a queste novità sullo scalo ci sono anche quelle che riguardano i porti di Livorno, Porto Torres, Savona, Cagliari, Ancona e Bari. In questo numero troverete anche un’intera pagina dedicata alla fiscalità legata al mondo del diportismo con gli aggiornamenti sulle ultime modifiche alle leggi.
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab