peyrani
Home » Cantieri, Nautica, News » Fincantieri: proteste a Sestri ma Bono rassicura

Fincantieri: proteste a Sestri ma Bono rassicura

Gli operai dello stabilimento di Sestri Ponente della Fincantieri hanno manifestato questa mattina davanti ai cancelli del cantiere, per protestare contro il taglio di venti milioni al finanziamento da 70 previsto in origine per avviare i lavori per l’impianto di ribaltamento a mare.

I finanziamenti dopo il taglio non sono sufficienti per l’opera e dunque la riduzione potrebbe essere causa del fallimento dell’Accordo di programma che sembrava in procinto di essere firmato.

“Abbiamo lavorato con gli enti locali per una bozza di accordo e quando l’abbiamo mandata a Roma ci hanno risposto che i soldi a disposizione erano diminuiti – spiega Bruno Manganaro, responsabile genovese di Fiom-Cgil – ma ci preoccupa anche il fatto che viene messo in discussione tutto il nostro schema dunque anche la parte che riguarda la missione produttiva di Sestri Ponente”.

“Abbiamo difficoltà commerciali legate alla situazione del mercato – si è invece giustificato l’amministratore delegato di Fincantieri Giuseppe Bono – ma la cantieristica italiana non è assolutamente in discussione: lo è solo la capacità di poter soddisfare tutti i cantieri che abbiamo. Ma il nostro obiettivo e dovere principale è quello di non lasciare nessuno per strada”.

Poi Bono, inaugurando Costa Favolosa, ha anche ricordato che le navi realizzate in questi otto anni per Costa sono state fatte proprio a Sestri e in parte a Venezia.

Salvatore Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Fincantieri: accordi con l’Unione europea e finanziamenti dalle banche
  2. Fincantieri: primi contatti tra Spacca e Bono
  3. Fincantieri: Bono annuncia il ritiro del Piano industriale
  4. Fincantieri: ancora proteste in attesa delle risposte di Tajani
  5. Fincantieri: Palermo e La spezia si ribellano ai licenziamenti e venerdì Tajani incontra i sindacati

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=2156

Scritto da Salvatore Carruezzo su giu 29 2011. Archiviato come Cantieri, Nautica, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°2

BRINDISI - Lo speciale di questo nuovo numero de Il Nautilus è dedicato al porto di Trieste che, tra cambiamenti già effettuati e progetti con finanziamenti in arrivo, sta mutando la sua fisionomia e crescendo come scalo in Adriatico. Accanto a queste novità sullo scalo ci sono anche quelle che riguardano i porti di Livorno, Porto Torres, Savona, Cagliari, Ancona e Bari. In questo numero troverete anche un’intera pagina dedicata alla fiscalità legata al mondo del diportismo con gli aggiornamenti sulle ultime modifiche alle leggi.
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab