peyrani
Home » Cantieri, Nautica, News » I Barretta portano Brindisi sui mari del mondo

I Barretta portano Brindisi sui mari del mondo

Il più famoso cantiere della Malesia ha costruito un gioiello di rimorchiatore per conto della Compagnia armatoriale pugliese An.Do.Fe Shipping Management Srl; società che gestisce le attività della Sedna Towage & Offshore Lda di Madeira, dedita  allo ship-supply di piattaforme petrolifere.

Amministratore unico della An.Do.Fe. shipping è Rino  Barretta (iniziali delle figlie An.namaria, Do.natella e Fe.derica), giovane imprenditore marittimo impegnato su tutti i fronti. Il cantiere, durante il workshop del mese scorso a Napoli, è il YCK Sibu Sarawak della città malese di Sibu, facente parte del Bornio.

Lo Yong Choo Kui, Shipyard Sdn BHD, ha consegnato a marzo scorso il nuovo rimorchiatore “Aht Victory”, già operativo per conto della Chevron tra i mari dell’Indonesia e Australia.  Il cantiere YCK ha già costruito per i Barretta il Rm-Aht “Scapino”, in servizio dal 2005 in India ed il Rm-Aht “Indipendence”, in servizio dal 2008 ad Hong Kong.

Come tutti gli armatori di molte nazionalità, anche i Barretta hanno scelto cantieri non italiani per risparmiare sui costi, con un differenziale quasi del 35%; e per un rapporto favorevole prezzo-qualità e prestazioni standard, il Victory è costato 6 milioni di euro. I settore dello ship-supply delle piattaforme è in continuo sviluppo.

Il rimorchiatore è stato progettato dalla Green Bay Marine per servizi di Anchor Handling and deepsea towage Tug, in gergo detto Aht, ma con flessibilità di Anchor Handling and Offshore Support Tug (AHST); le sue prestazioni più importanti sono nel rimorchio vero e proprio, antinquinamento ed antincendio, salvataggio e supply dalle piattaforme petrolifere.

La tecnologia del bridge è per la maggior parte della Furuno e monta motori dell’ultima generazione della Cartepillar; tecnologia con portata di 450 tonnellate lorde, disposta su carena lunga 38 metri, larga 11 metri e con un pescaggio di 4,50 metri.

Abele Carruezzo

Foto: Senzacolonne.it

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Fincantieri: Napolitano incontra operai di Castellammare
  2. Mari puliti e spiagge sicure: i consigli di Maritime and Coastguard Agency
  3. I pirati e il resto del mondo
  4. La più grande riserva marina del mondo
  5. Porto di Ancona: Ferretti vara Lady Trudy

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=2239

Scritto da Abele Carruezzo su lug 2 2011. Archiviato come Cantieri, Nautica, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°3

BRINDISI - In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alle crociere, a livello nazionale ed internazionale, con i nuovi dati di Risposte Turismo: dalla classifica dei porti italiani in base al numero di croceristi alle previsioni per il 2018 con i programmi dei porti già fissati con le grandi compagnie. Poi un focus di Stefano Carbonara sul cyber crimine applicato al mondo dello shopping con lo contromosse necessarie. Da Assologistica arrivano anche le indicazioni per il mondo dei porti e non solo, con tendenze e lacune da colmare. Ad Ancona, Napoli, Trieste, Venezia, Brindisi e Livorno sono dedicati tanti servizi sulle ultime notizie che giungono da questi scali dopo la riforma dei porti..
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab