peyrani
Home » Cantieri, Nautica, News » Fincantieri: mini cruise sarà costruita ad Ancona

Fincantieri: mini cruise sarà costruita ad Ancona

I senatori Francesco Casoli (Pdl), Silvana Amati e Marina Magistrelli (Pd), e Luciana Sbarbati (Udc), hanno avuto oggi le assicurazioni chieste sulla questione relativa alla costruzione della mini cruise da costruire nello stabilimento di Ancona: la sua produzione non sarà dirottata in altri cantieri.

I senatori si erano attivati per evitare questo rischio e per ottenere dal ministero dello Sviluppo Economico «una risposta chiara sulle voci ufficiose che girano, secondo le quali una commessa molto importante sarebbe stata deviata dalla Fincantieri di Ancona a un cantiere differente». Il riferimento è peroprio relativo alla nave ordinata dalla Compagnie du Ponant.

«Abbiamo avuto ampie rassicurazioni direttamente dal Gabinetto del ministro – ha spiegato Casoli – che non c’è nessuna azione e soprattutto alcuna intenzione di deviare tale commessa.

Resta in piedi la trattativa tra l’azienda e i sindacati per il raggiungimento di un accordo sull’efficienza produttiva. Siamo sicuri che un accordo positivo verrà raggiunto quanto prima e che quindi anche queste ultime perplessità verranno sciolte».

Francesca Cuomo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Fincantieri: ammortizzatori sociali per 180 dipendenti
  2. Porto di Ancona: anche l’area Fincantieri sarà utilizzato per il Congresso eucaristico
  3. Fincantieri: riprende la protesta ad Ancona
  4. Fincantieri: riunione sul cantiere di Ancona
  5. Porto di Ancona: in arrivo commessa da Fincantieri

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=4953

Scritto da Francesca Cuomo su ott 26 2011. Archiviato come Cantieri, Nautica, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°1

BRINDISI - In questo numero lo speciale è destinato alle crociere con i dati di Rsiposte Turismo e le previsioni per il 2017 di un settore ormai fondamentale per l’economia del Paese. Ma anche le importanti novità sulla safety portuale e sui regolamenti dell’Unione Europea sui servizi portali e la trasparenza finanziaria dei porti. Poi i porti di Napoli. Ancona, Trieste, Piombino e Olbia con gli investimenti e le nuove infrastrutture previste nei diversi scali italiani.
www.brindisi-corfu.it telebrindisi.tv poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab