peyrani
Home » Cantieri, Nautica, News » Fincantieri: chiesta commissione d’inchiesta su Sestri Ponente

Fincantieri: chiesta commissione d’inchiesta su Sestri Ponente

“All’indomani dell’incontro tra il presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando e il neoministro allo Sviluppo economico Corrado Passera, dobbiamo prendere atto che ancora non esistono certezze sul futuro dello stabilimento Fincantieri di Genova Sestri Ponente.

Per fare chiarezza e dare risposte certe alle famiglie dei circa 3mila lavoratori, diretti e dell’indotto, occorre che sia quanto prima istituita la commissione d’inchiesta, da me richiesta prima dell’estate, poi approvata in commissione Affari generali e all’unanimità in consiglio regionale lo scorso 25 ottobre”.

Maruska Piredda, consigliere regionale e responsabile Lavoro Welfare Idv per la Liguria, è intervenuta sulla crisi dello stabilimento Fincantieri di Sestri Ponente con questa nota in cui chiede l’intervento della Regione. “La procedure preventive alla costituzione della commissione d’inchiesta – precisa Piredda – sono state ultimate.

Ora manca solo la convocazione ufficiale che deve essere fatta dal presidente del consiglio Monteleone. Considerando la situazione emergenziale in cui si trova oggi Fincantieri, auspichiamo che ciò avvenga prima delle festività natalizie. La politica locale deve intervenire e fare tutto il possibile per accertare le ragioni che hanno portato alla crisi profonda di una delle eccellenze della cantieristica italiana.

La Regione deve usare tutti gli strumenti a propria disposizione per fare pressing sul nuovo governo Monti perchè attui una politica industriale meno miope rispetto a quella del precedente governo Berlusconi”.

Salvatore Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Fincantieri: 50 milioni di euro per Sestri
  2. Fincantieri: Uilm non firmerà per Sestri
  3. Fincantieri: accordo per Sestri
  4. Fincantieri Liguria: servono 20 milioni di euro per Sestri
  5. Fincantieri: proteste a Sestri ma Bono rassicura

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=5768

Scritto da Salvatore Carruezzo su dic 2 2011. Archiviato come Cantieri, Nautica, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°2

BRINDISI - Lo speciale di questo nuovo numero de Il Nautilus è dedicato al porto di Trieste che, tra cambiamenti già effettuati e progetti con finanziamenti in arrivo, sta mutando la sua fisionomia e crescendo come scalo in Adriatico. Accanto a queste novità sullo scalo ci sono anche quelle che riguardano i porti di Livorno, Porto Torres, Savona, Cagliari, Ancona e Bari. In questo numero troverete anche un’intera pagina dedicata alla fiscalità legata al mondo del diportismo con gli aggiornamenti sulle ultime modifiche alle leggi.
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab