Home » Cantieri, Nautica, News » Grimaldi Group ordina 5 grandi navi e investe 400 milioni di dollari

Grimaldi Group ordina 5 grandi navi e investe 400 milioni di dollari

ACL (Atlantic Container Lines) società statunitense di navigazione di proprietà della società napoletana Grimaldi Group ha deciso a chi affidare la costruzione di cinque grandi navi con-ro per trasporto container e carichi rotabili del valore totale di oltre 400 milioni di dollari: ad aggiudicarsi la commessa, dopo aver ricevuto 16 offerte dai cantieri navali di mezzo mondo, è stato il cantiere cinese Hudong-Zhonghua.

La prima delle cinque navi dovrebbe essere pronta a entrare in attività entro la fine del 2014. Le nuove navi, denominate classe G4, avranno una capacità di carico notevolmente più grandi di quelle attualmente in dotazione alla ACL: di 3.800 teus (l’unità di misura del container da 20 piedi) rispetto agli attuali 1.850 e un garage in grado di accogliere più di 3.000 metri lineari di carichi rotabili con una superficie di 28.900 metri quadrati di spazio,in gradi di imbarcare anche 1.307 veicoli. Le nuove 5 navi saranno consegnate entro il 2015.

Leggi anche:

  1. SACE: GARANZIA SU FINANZIAMENTO BEI DA € 30 MILIONI PER L’AMPLIAMENTO DELLA FLOTTA DEL GRUPPO GRIMALDI
  2. Carnival Group: utile di 14 milioni di dollari tra febbraio e maggio
  3. Fincantieri: contratto da 715 milioni di dollari dalla US Navy
  4. Maersk Line: condannata a pagare 31,9 milioni di dollari di fatture false
  5. Porto di Monfalcone: scavo canale consentirà transito di navi più grandi

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=11140

Scritto da Redazione su ago 15 2012. Archiviato come Cantieri, Nautica, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato ad Assologistica e alle idee per il futuro messe insieme dall’associazione di categoria: le commissioni interne hanno espresso i loro orientamenti in maniera dettagliata e su questo tracciato si disegnano le decisioni future. All’interno di questo numero troverete anche tante informazioni sui porti di Livorno, Piombino, Trieste, Civitavecchia, Venezia e Genova ma anche le direttive internazionali sull’utilizzo di Gnl per uso energetico e la Brexit.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab