Home » Cantieri, Nautica, News » HNA Cruises- dalla Cina – Movement of the Sea, Sailing of the Heart

HNA Cruises- dalla Cina – Movement of the Sea, Sailing of the Heart

Il primo viaggio di una affascinante nave da crociera la “Henna” ha segnato l’ingresso ufficiale del “made in Cina” nel mercato del turismo crocieristico, rompendo il monopolio delle grandi compagnie occidentali che vantano una loro presenza significativa in questo mare; si riafferma un prodotto turistico, quello crocieristico, compresa l’intera filiera della logistica, tutto cinese.

La cerimonia inaugurale avvenuta il 26 gennaio 2013 presso Sanya Phoenix Island International Port ha avuto un momento di riflessione con un tema di lancio impegnativo: “Movement of the Sea, Sailing of the Heart ”; presenti le maggiori autorità governative e dello shipping cinesi; madrina dell’evento Miss Asia 2009, la signora  Xu Ying. Attualmente,  la M/s Henna è la prima e la più grande nave da crociera di lusso della Cina, con 739 cabine e una capacità massima di 1.965 passeggeri, tra cui nove suite con balcone, 432 cabine con vista sul mare e 298 cabine interne. Henna è completamente impostata ed attrezzata per il pieno intrattenimento e divertimento a bordo: ristorante, negozio duty-free, casinò, cinema, centro benessere, sale private, bar, sala riunioni polifunzionale, sala scacchi, centro di assistenza bambini, palestra e piscina, ecc , il tutto per offrire ai passeggeri una perfetta esperienza di vacanza sul mare, intrattenimento e visite turistiche, con escursioni mirate.

L’ideale per inaugurare il “Festival di Primavera” con una crociera a bordo della Henna attraverso la navigazione tra le brezze marine tropicali, le bellezze esotiche  sull’itinerario Sanya – Halong Bay, Sanya – e da  Da Nang, Sanya – Halong Bay – Da Nang. Da maggio a settembre 2013, il porto di partenza sarà Tianjin con un nuovo itinerario tra Tianjin, Incheon e Jeju Island. Con questo progetto inaugurale, lo shipping cinese si sta attestando su di un mercato croceristico che non è low-cost e non di massa, dimostrando una dimensione ragionata di nave e un numero di  port of call ridotto.

 

Abele Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Classic International Cruises: fallita
  2. IMO : Maritime Safety Committee incorpora le misure adottate dalla CLIA e dalla ECC per la sicurezza marittima
  3. LA TUI CRUISES HA SCELTO IL PORTO DI BARI PER LA SUA MEIN SHIFF 2
  4. Fincantieri: raggiunto un accordo con Viking Ocean Cruises per la costruzione di due navi da crociera
  5. Fincantieri: contratto da 715 milioni di dollari dalla US Navy

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=13646

Scritto da Abele Carruezzo su gen 30 2013. Archiviato come Cantieri, Nautica, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato ad Assologistica e alle idee per il futuro messe insieme dall’associazione di categoria: le commissioni interne hanno espresso i loro orientamenti in maniera dettagliata e su questo tracciato si disegnano le decisioni future. All’interno di questo numero troverete anche tante informazioni sui porti di Livorno, Piombino, Trieste, Civitavecchia, Venezia e Genova ma anche le direttive internazionali sull’utilizzo di Gnl per uso energetico e la Brexit.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab