Home » Cantieri, Nautica, News » Otis consolida il suo ingresso nel settore navale: nuovi impianti per una grande nave da crociera fluviale

Otis consolida il suo ingresso nel settore navale: nuovi impianti per una grande nave da crociera fluviale

Non solo edifici. Gli ascensori Otis navale. Otis Servizi (società di Otis Elevator Company, divisione della United Technologies Corporation) si è infatti recentemente aggiudicata la commessa per la fornitura di 6 impianti
destinati alla nuova nave della compagnia canadese, realizzata da Fincantieri, leader nel settore crocieristico e nella costruzione di traghetti di grandi dimensioni.

La nave apparterrà alla categoria “grandi traghetti”, disporrà di 9 ponti turistiche di alto livello nei grandi laghi e fiumi del Canada, caratterizzati da paesaggi incantevoli e da temperature estremamente rigide. “Questa nuova fornitura affidataci – ha dichiarato Laurent Bruyère, Amministratore Delegato Gruppo OTIS Italia nostro Gruppo di entrare anche nel settore di nicchia “cruise”, le grandi navi da crociera, dopo aver già conquistato quello dei mega yacht.

Su questa importante realizzazione, Otis installerà:
- 4 ascensori elettrici per il trasporto passeggeri (portata 1050 kg., velocità 1.0 m/s, fermate
da 4 a 5)
- 1 ascensore elettrico “crew”, di servizio
- 1 piattaforma elevatrice idraulica (portata 2000 kg., velocità 0.10 m/s)

Tutti gli impianti, oltre a dover rispettare gli standard di conformità CE, dovranno soddisfare anche le norme stabilite dall’ ASME (Associazione americana degli ingegneri meccanici) la certificazione di tutti i dispositivi di sicurezza (paracadute, buffer etc.) , e dei motori secondo i propri standard.

Otis si avvarrà della collaborazione di ENOR, azienda spagnola specializzata nell’ascensoristica navale. OTIS è presente in Italia con più di 1.800 dipendenti, una copertura capillare di tutto il territorio nazionale che garantisce
un’assistenza commerciale e tecnica per l’installazione di ascensori e scale mobili in nuovi edifici e per la manutenzione e l’ammodernamento di impianti esistenti. OTIS in Italia conta oltre 160.000 impianti in manutenzione, 4.000 nuove installazioni ogni anno e un fatturato di oltre 300 milioni di euro.

Leggi anche:

  1. Commercio marittimo tedesco: standard del settore navale migliorati
  2. La Spezia: oggi la prima nave da crociera a Molo Garibaldi
  3. Carnival Cruise Lines: quanto devono essere grandi le navi da crociera?
  4. VARATA AD ANCONA “LE SOLEAL”: NAVE EXTRA LUSSO PER COMPAGNIE DU PONANT
  5. Fincantieri: commessa per una nave extra lusso per du Ponant

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=15498

Scritto da Redazione su mag 23 2013. Archiviato come Cantieri, Nautica, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab