Home » Italia, Nautica, News, Saloni nautici » Inaugurato il 14mo Salone nautico della Puglia alla Fiera del Levante

Inaugurato il 14mo Salone nautico della Puglia alla Fiera del Levante

BARI – Inaugurato questa mattina il 14mo Salone nautico della Puglia (Snim), nel nuovo padiglione della Fiera del Levante di Bari. In un contesto interamente rinnovato, il taglio del nastro ha dato ufficialmente il via alla kermesse dedicata al mare e alla nautica, che si svolgerà da oggi sino al 25 aprile.

Alla conferenza stampa di presentazione sono intervenuti il presidente dello Snim Giuseppe Meo, il sindaco di Bari Antonio Decaro, il consigliere regionale Alfonso Pisicchio, il commissario straordinario della Lega Navale Italiana Romano Sauro, il vice presidente nazionale del Coni Luciano Buonfiglio, il segretario generale dell’Autorità portuale del Levante Mario Mega, il presidente del Distretto nautico della Puglia Giuseppe Danese e il presidente della Camera di Commercio di Bari, Alessandro Ambrosi.

Barche a vela e a motore dei migliori cantieri navali italiani, battelli pneumatici, motori e accessoristica. Ci saranno più di 150 imbarcazioni nel quartiere fieristico, 20 nello specchio d’acqua del Cus (di fronte alla Fiera) ed oltre 100 espositori. Il Salone nautico rilancia così l’offerta – dopo aver consolidato il suo prestigio a Brindisi per tredici edizioni – e punta ad assumere nella nuova location, un ruolo di leadership sull’intero versante Adriatico.

“Il quartiere fieristico ci offre una posizione strategica – ha spiegato Giuseppe Meo, presidente del Salone Nautico – vicina ai mercati campano, calabrese e siciliano, fortemente interessati all’offerta della Puglia. L’evento si pone come punto fermo per i tanti armatori che considerano l’Adriatico mercato di riferimento. L’economia del mare fa numeri importanti e muove un indotto rilevante ma potrebbe crescere ancora di più se solo si mettessero in atto le giuste strategie. Una regione come la Puglia, con oltre 835 km di costa, non sfrutta come dovrebbe il suo potenziale. Possiamo dire che fino ad oggi abbiamo guardato il mare di spalle. La risorsa mare è l’unico settore sul quale possiamo costruire un futuro economico solido perché è trainante per la nostra economia”.

Dalla cantieristica all’accessoristica nautica, dalla portualità turistica alla promozione del territorio, dalla formazione alla sicurezza, dalla cultura agli sport del mare, dalla pesca all’enogastronomia. Il Salone nautico rappresenta un’occasione unica per una città a vocazione marinara come Bari, con i suoi numerosissimi appassionati di nautica e sport acquatici.

“Manifestazioni come quella che si apre oggi – ha detto il sindaco di Bari Antonio Decaro – sono l’esempio più calzante dello sviluppo verso cui stiamo cercando di indirizzare la nostra città. Siamo molto contenti di ospitare il Salone nautico, un evento che raffigura plasticamente il rapporto che Bari ha con il mare e le tante connessioni culturali, sociali ed economiche che da questa relazione possono scaturire. Mi auguro che questo sia il primo di tanti appuntamenti e che le persone che arriveranno per visitare gli spazi espositivi possano trovare, anche al di fuori della Fiera del Levante, una città accogliente capace di offrire tanti spunti per il tempo libero e per la nascita di sinergie utili alla crescita del nostro territorio”.

Al centro dei cinque giorni tutti i grandi temi della Blue economy, l’economia del mare che aggrega valore per oltre 32 miliardi di euro e dà lavoro a quasi mezzo milione di persone.

“Lo Snim è una vetrina ormai consolidata nel nostro panorama regionale e nazionale – ha sottolineato il presidente della VI Commissione regionale e consigliere, Alfonso Pisicchio – e ogni anno dimostra la sua forte vocazione turistica ed economica. È l’occasione per avviare una seria riflessione sull’intero sistema Puglia, sulle potenzialità del comparto nautico e sulle sfide che ci attendono nei prossimi anni per conservare e rafforzare il nostro marchio regionale. Non a caso, la scelta di svolgere la XIV edizione a Bari è la naturale prosecuzione di un percorso avviato da anni e nel quale le istituzioni non dovranno mai far mancare il proprio sostegno”.

Al mondo della vela sarà dedicato, in questa edizione, uno spazio importante. La Puglia, infatti, grazie al lavoro svolto dalla Lega Navale Italiana e dai circoli velici presenti sul territorio, registra un crescente interesse nonché una imponente attività agonistica che ogni anno esprime numerose regate su tutto il territorio regionale.

“La partecipazione della Lega Navale Italiana – ha chiarito l’ammiraglio Romano Sauro, commissario straordinario della L.N.I. – è ormai una tradizione ben consolidata che quest’anno si rinnova e rinforza il proprio impegno. È stato allestito uno stand nel quale i Soci della Puglia – la regione che conta il maggior numero di strutture periferiche della L.N.I. – saranno a disposizione dei visitatori per soddisfarne le curiosità e per far provare attrezzature sportive come il simulatore di vela o il vogatore. Inoltre, la Lega Navale propone alcuni eventi negli ambiti che meglio la caratterizzano: la protezione dell’ambiente marino, la promozione sociale e l’attività sportiva, soprattutto se rivolta ai giovani. “Un mare di opportunità” è uno degli slogan più efficaci dello Snim. Ma, per cogliere queste opportunità, è necessario conoscere il mare, amarlo e rispettarlo”.

L’edizione di quest’anno propone numerosi eventi collaterali e tante iniziative per coinvolgere non solo gli amanti del settore ma un pubblico sempre più vasto. Oltre a convegni, laboratori di fisica e biologia marina a cura dell’Istituto Nautico Caracciolo di Bari, sono previsti spazi ludici dedicati ai bambini. Le numerose attività pratiche in acqua sono a cura del Coni, insieme con la Federazione italiana canottaggio, Federazione italiana canoa – kayak, Federazione italiana nuoto, Federazione italiana pesca sportiva – attività subacquee, Federazione italiana vela. Sono previste anche uscite in barca a vela, esibizioni di stuntman, sfilate di supercar e auto d’epoca Alfa Romeo, organizzate da Isotta Fraschini per gli appassionati delle quattro ruote.

“Il Coni è ben lieto di essere presente a questa edizione del Salone Nautico di Puglia –  ha affermato il vice presidente del Coni Luciano Buonfiglio – che quest’anno si svolge a Bari nella prestigiosa sede della Fiera del Levante e presso la base nautica del CUS Bari. 
Porto i saluti del Presidente nazionale del CONI, dott. Giovanni Malagò, che mi ha espressamente delegato a rappresentarlo e confermo il grande interesse del nostro ente a partecipare a questa rassegna di tutte le attività che si svolgono sul mare, comprese quelle sportive. Perchè la cultura del Mare coinvolge da sempre anche diverse Federazioni Sportive riconosciute dal CONI.
Esprimo i ringraziamenti agli organizzatori e la soddisfazione per l’impegno profuso dagli operatori e dirigenti del CONI Puglia e dei Comitati Regionali delle Federazioni Canottaggio, Nuoto, Pesca Sportiva e Attività Subacquee, Vela e non per ultimo la Canoa Kayak, che ho l’onore di presiedere a livello nazionale”.

Il Salone nautico rappresenta motivo di crescita e sviluppo per le imprese, che potranno confrontarsi sulle tematiche nodali dell’economia del mare nel corso di convegni, seminari e occasioni di business networking, alla presenza dei più qualificati esponenti del settore.

“L’Autorità portuale del Levante – ha evidenziato il segretario generale Mario Mega – ha sposato sin da subito l’idea di questo Salone Nautico come momento di focalizzazione su un settore dell’economia del mare che presenta per la Puglia enormi potenzialità di una crescita del territorio intelligente, sostenibile e inclusiva. Auspichiamo che la manifestazione possa diventare presto un appuntamento stabile in cui tutti i Paesi del bacino dell’Adriatico meridionale si incontrano per promuovere politiche attive a sostegno dell’economia legata al mare ed in particolare del turismo marittimo, costiero e da crociera continuando in quella attività di promozione del territorio e delle sue potenzialità che ci vede impegnati da anni a fianco dei porti del nostro network”. Compito dello Snim sarà quello di stimolare la discussione sulle politiche di rilancio e di sviluppo del comparto che in questi anni ha notevolmente risentito della congiuntura negativa dell’intero sistema economico del Paese.

“La Puglia nautica rilancia il proprio impegno da Bari – ha affermato Giuseppe Danese, presidente del Distretto nautico di Puglia – e continua ad essere presente con prepotenza nel Mediterraneo con le nostre imprese fatte da artigiani del lusso che vendono qualità, affidabilità e professionalità. La nuova location di quest’anno vuole essere una scommessa perché rivolgendosi ad un mercato nazionale ed internazionale conferma l’interesse verso questo nostro settore produttivo”.

Le istituzioni, le associazioni di categoria e soprattutto le imprese pugliesi avranno la possibilità di approfondire le proprie conoscenze, attivare nuove proficue relazioni o rafforzare quelle esistenti, promuovendo attività e progetti.

“E’ noto come  la nautica da diporto sia un ottimo strumento di marketing territoriale – ha detto Alessandro Ambrosi, presidente della Camera di Commercio di Bari – e quindi di attrazione di investimenti. Il Salone Nautico offre alla Fiera del Levante un ‘pretesto’ importante per posizionarsi nello scenario fieristico nazionale con un momento espositivo che valorizza una nostra eccellenza: il mare. Ma affinché non resti solo un dono naturale e diventi economia, produttiva ben oltre quanto fino ad oggi ha fatto, occorre darsi davvero da fare.  Se vogliamo fare storia ed economia e non solo filosofia e letteratura occorre lasciarsi alle spalle rendite di posizione geografica e riempire di contenuti sociali ed economici uno status che è realmente prodigo di opportunità”.

L’evento è patrocinato da Regione Puglia, Comune di Bari, Unioncamere Puglia, Camera di Commercio Bari, Autorità portuale del Levante, Corpo consolare Puglia e Basilicata, Consolato di Croazia, Coni e Lega Navale italiana. Il salone rimarrà aperto dalle 10 alle 19, il costo del biglietto è di 5 euro, 3 euro il ridotto.

 

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=37632

Scritto da su Apr 21 2016. Archiviato come Italia, Nautica, News, Saloni nautici. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab