Home » Cantieri, Italia, Nautica, News » A SESTRI VARATA “SEABOURN OVATION”

A SESTRI VARATA “SEABOURN OVATION”

TRIESTE – Si è svolta oggi presso lo stabilimento di Genova Sestri Ponente la cerimonia di varo di “Seabourn Ovation”, la seconda nave da crociera extra-lusso, dopo “Seabourn Encore”, che Fincantieri sta realizzando per la società armatrice Seabourn Cruise Line, brand di Carnival Corporation.
Per la società armatrice, tra gli altri, era presente il Presidente Richard Meadows, mentre per Fincantieri ha presenziato Paolo Capobianco, Direttore dello stabilimento.

“Seabourn Ovation”, che entrerà a far parte della flotta di Seabourn nella primavera del 2018, sarà caratterizzata da un design moderno e innovativo e messa a punto secondo le caratteristiche e le soluzioni tecniche d’avanguardia che fanno di Seabourn uno fra i brand di maggior prestigio nel segmento extra-lusso e con essa continuerà l’ammodernamento della flotta cominciato nel 2009. L’unità gemella, “Seabourn Encore”, è stata consegnata a fine 2016 nel cantiere di Marghera.

L’unità avrà 40.350 tonnellate di stazza lorda, sarà lunga circa 210 metri, larga 28 e potrà raggiungere i 18,6 nodi di velocità di crociera. Potrà inoltre ospitare a bordo appena 600 passeggeri, in spaziose suite doppie tutte dotate di balcone privato. Il progetto di “Seabourn Ovation”, come quello della sua unità gemella, è particolarmente innovativo in quanto orientato all’ottimizzazione dell’efficienza energetica e al minimo impatto ambientale, e nella costruzione verranno adottate tecnologie avanzate con standard che superano le richieste delle normative di riferimento.

Fincantieri ha costruito dal 1990 ad oggi 78 navi da crociera (di cui 55 dal 2002), 63 delle quali per i diversi brand di Carnival, mentre altre 31 unità, compresi accordi, sono in costruzione o di prossima realizzazione negli stabilimenti del gruppo, di cui 8 per società armatrici del gruppo statunitense.

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=49170

Scritto da su Set 1 2017. Archiviato come Cantieri, Italia, Nautica, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab