Home » Cantieri, Nautica, News » FINCANTIERI: AD ANCONA VARATA “SEVEN SEAS SPLENDOR”

FINCANTIERI: AD ANCONA VARATA “SEVEN SEAS SPLENDOR”

TRIESTE – Si è svolta presso lo stabilimento di Ancona la cerimonia di varo di “Seven Seas Splendor”, la seconda nave da crociera extra lusso che Fincantieri realizzerà per la società armatrice Regent Seven Seas Cruises, brand del gruppo Norwegian Cruise Line Holdings Ltd (NCLH). La consegna è prevista per il 2020.

Come la gemella “Seven Seas Explorer”, consegnata da Fincantieri presso lo stabilimento di Sestri Ponente (Genova) nel 2016, “Seven Seas Splendor” avrà 55.000 tonnellate di stazza lorda e potrà ospitare a bordo 750 passeggeri. Lo scorso gennaio Fincantieri ha ricevuto l’ordine da NCLH per una terza unità della serie, con consegna prevista nel 2023.Le navi saranno costruite adottando le più avanzate tecnologie in tema di protezione ambientale. L’allestimento sarà particolarmente ricercato e sarà prestata molta attenzione al comfort per i passeggeri.

Fincantieri ha costruito dal 1990 ad oggi 88 navi da crociera (di cui 65 dal 2002), mentre altre 55 unità sono in costruzione o di prossima realizzazione, assicurando continuità di lavoro per i prossimi anni a tutti i cantieri del gruppo.

Leggi anche:

  1. AD ANCONA AL VIA I LAVORI PER “SEVEN SEAS SPLENDOR”
  2. FINCANTIERI: CONSEGNATA A SESTRI SEVEN SEAS EXPLORER
  3. FINCANTIERI: VARATA A SESTRI PONENTE “SEVEN SEAS EXPLORER”
  4. FINCANTIERI: AL VIA I LAVORI IN BACINO PER “SEVEN SEAS EXPLORER”
  5. A Sestri Fincantieri avvia ai lavori per la prima nave Regent Seven Seas Cruises

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=58452

Scritto da Redazione su feb 11 2019. Archiviato come Cantieri, Nautica, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato ai porti con un focus sulla Via della Seta e sulla via Traiana, il concetto dello IoT-Internet of Things, il contratto di ormeggio e il nuovo concetto di New-Port. Poi una riflessione sul principio di passaggio inoffensivo(riprendendo vicende come quella dell'Aquarius, Open Arms e Sea Watch 3). E ancora, approfondimenti sul potere amministrativo delle AdSP, Mare 2.0 e sulla navigazione delle navi e non delle merci.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab