Home » Italia, Nautica, News, Saloni nautici » Le propulsioni sostenibili, Coppa America, sicurezza a bordo: i convegni di oggi, sabato 22 giugno

Le propulsioni sostenibili, Coppa America, sicurezza a bordo: i convegni di oggi, sabato 22 giugno

Mentre Arena Tech Lab si conferma una iniziativa di grande successo, una finestra aperta sul mondo dello yacht design con le sue complessità e innovazioni, si attende anche l’arrivo di tre “uomini d’oro” protagonisti delle sfide per la Coppa America italiane. Inoltre i convegni su navigazione sostenibile in laguna e sicurezza a bordo.

Un sabato molto ricco di appuntamenti, quello di oggi 22 giugno 2019,  al Salone Nautico Venezia. Tra le aree che stanno riscuotendo maggior interesse di pubblico, la prestigiosa Arena Tech Lab, uno spazio voluto dai Musei Civici dove ogni giorno sono previste attività culturali legate allo yacht design e alla costruzione. Il programma degli incontri è a cura della Studio Nuvolari Lenard, che ha coinvolto i maggiori esperti del settore. Ieri ha partecipato CRN che, assieme alla Marina Militare, ha parlato di progetto di megayacht. Oggi è presente il Politecnico di Milano Polidesign, domani si parla di sostenibilità con progetti legati al territorio veneziano.

Alle 10.30 i Cantieri Vizianello presentano il prototipo del Taxi Ibrido, alle  11.30 “Progetto di mezzi di trasporto ibridi e presentazione del battello a idrogeno”, Alilaguna illustrerà al pubblico “Hepic”, il rivoluzionario battello a zero emissioni presente al Salone.  Alle 14.30, la presentazione dei progetti del concorso MUVE Yacht projects, alle 14.45, con ACTV, ALILAGUNA, EDISON, SIEMENS, MASE si parlerà di propulsioni alternative per Venezia. Alle 15.30 ACTV illustrerà le caratteristiche del vaporetto elettrico Liuto, presente in banchina al Salone.

Domenica andrà in scena una giornata di studio con l’Università di Coventry. Nella stessa Tesa 113, uno sguardo al futuro è proposto dalla mostra di progetti che sono soprattutto “manifesti di intenzioni”, risultato di un bando di gara promosso dalla Fondazione Musei Civici di Venezia, congiuntamente al Comune di Venezia e Vela spa, rivolto a progettisti e designer professionisti o studenti, singoli o associati per imbarcazioni di ogni materiale e dimensione.

Un altro evento molto atteso dal pubblico è l’incontro, in mattinata ore 11.00 in Sala Modelli, dove si parlerà delle avventure italiane in Coppa America. L’evento è promosso da Salone Nautico Venezia, M9 Museo del 900 e dalla Compagnia della Vela. Il suo titolo-  “L’avventura italiana in America’s Cup: quando scoprimmo la vela” – parla chiaro.

Il giorno dopo la presentazione della nuova campagna di Luna Rossa presso il Circolo Vela Sicilia alcuni protagonisti si spostano in Laguna per raccontare il passato e il futuro del massimo evento velico sportivo. La Coppa America ha una caratteristica unica: è il più antico evento sportivo che, a parte le interruzioni belliche, di disputa con continuità. Nata nel 1851 ha costruito momento leggendari. In Italia i primi sono stati i ragazzi di Azzurra con Cino Ricci, era il 1983.

Racconteranno le loro imprese al pubblico veneziano: Andrea Madaffari, che ha partecipato con Azzurra e con il Moro di Venezia, Matteo Plazzi, uno dei 5 italiani ad aver vinto l’evento, era a bordo del trimarano BMW Oracle. Ci sarà il designer Davide Tagliapietra che fa parte del team di progettazione di Luna Rossa e che illustrerà la tecnologia del foiling (il modo di navigare sollevando la barca sull’acqua). Corrado Scrascia rappresenta la Compagnia della Vela, club sfidante per il Moro di Venezia.

In contemporanea, in Torre di Porta Nuova ore 11.00, il convegno di natura tecnica “La nautica da diporto italiana: semplificazione nel rispetto degli standard di sicurezza” a cura della Guardia Costiera di Venezia e Assonautica. Interventi dell’Ammiraglio Piero Pellizzari, Capitaneria di Porto di Venezia; Alfredo Malcarne, Presidente Assonautica Italiana, Centro Studi Venezia, Blue economy Limpeza dos Mares Brasile-Italia. Marino Masiero, Vice Presidente Assonautica di Venezia, parlerà de “La nautica deve diventare popolare” mentre Roberto Neglia, Giornalista e Responsabile Relazioni Istituzionali Ucina illustrerà le proposte di legge di Assonautica: cantieri, scivoli e patenti. Infine Aniello Raiola, Capo Ufficio Direzione Marittima del Lazio approfondirà L’evoluzione normativa nel settore della sicurezza della navigazione da diporto.

Navigazione in chiave “green” al centro dell’incontro promosso da Ve.La Spa e Assonautica, ore 14.00, in Torre di Porta Nuova “La propulsione sostenibile, l’ibrido sale in barca”. Sul tema gli interventi di Actv, Antonio Ferrari, Alilaguna, Fabio Sacco e Moreno Vizianello, Veritas, Angelo Bovo, Capitaneria di Porto di Venezia, TV Edoardo Casarotto, Transfluid, Gianluigi Taroni, Assonautica, Roberto Magliocco.

Infine alle 18.00 presentazione del volume “La pesca in laguna”, catalogo della omonima mostra inaugurata al Centro Candiani. Dalla pesca in valle a quella in laguna alle più diverse specie ittiche, alle raffinate tecniche di pesca in mare, l’esposizione è un’occasione per riscoprire una componente importante della nostra cultura lagunare e del nostro patrimonio storico e testimonia lo stretto rapporto fra uomo ed acqua così unicamente sviluppato nella nostra cultura anfibia. Saranno presenti all’incontro  Luca Mizzan, direttore del Museo di Storia Naturale e curatore del volume, Luigi Divari, artista e illustratore che ha curato i disegni per la mostra e per il volume e l’editore Cristina Giussani.

Leggi anche:

  1. Salone Nautico Venezia: gli incontri di venerdì 21 giugno
  2. Coppa America: a giugno Cagliari inaugurerà le World Series
  3. Coppa America: Napoli unica tappa europea del circuito 2013
  4. Coppa America: regate rinviate per maltempo
  5. Coppa America: a Venezia cominciano le regate

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=63201

Scritto da Redazione su giu 22 2019. Archiviato come Italia, Nautica, News, Saloni nautici. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab