Home » Italia, Nautica, News, Saloni nautici » 59° SALONE NAUTICO DI GENOVA: LA CERIMONIA DI APERTURA

59° SALONE NAUTICO DI GENOVA: LA CERIMONIA DI APERTURA

IL MINISTRO DELLE INFRASTRUTTURE E TRASPORTI, PAOLA DE MICHELI, HA DICHIARATO: “Stiamo lavorando per portare a compimento la riforma del codice della nautica. Dobbiamo spingere sempre più avanti la nostra capacità di essere competitivi.”

SAVERIO CECCHI, PRESIDENTE UCINA: “ La nautica da diporto è in crescita. abbiamo bisogno di risposte immediate IN VISTA DELL’APERTURA DEL MERCATO GENERATA DALLA BREXIT”

CARLA DEMARIA, PRESIDENTE I SALONI NAUTICI: “Parlare di record per questo Salone Nautico è riduttivo. La 60esima edizione dell’anno prossimo dovrà comunque fare i conti con questa. Gli espositori che hanno creduto nel Salone Nautico nei momenti più duri, OGGI si meritano questo successo.”

GIOVANNI TOTI, PRESIDENTE REGIONE LIGURIA: “Tutta la filiera nautica traina la competitività del Paese. Il Salone Nautico è motivo di orgoglio per tutti: il comparto è un vanto dell’Italia, un prodotto di cui siamo orgogliosi”

MARCO BUCCI, SINDACO DI GENOVA: “Lavoriamo tutti insieme, PERCHé Genova SIA DAVVERO la Città della Nautica

Il 59° Salone Nautico si è aperto oggi, giovedì 19 settembre, a Genova. Un Nautico da “tutto esaurito” che segna quota 986 espositori e 1.000 imbarcazioni. La cerimonia inaugurale si è aperta con l’alzabandiera a cura del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera accompagnato dall’ingresso in porto della fregata Alpino (F594) della Marina Militare che ha omaggiato il Salone Nautico con un saluto dal mare.

Sono seguiti gli interventi di apertura.

Marco Bucci, Sindaco di Genova, ha dichiarato: “Benvenuti al 59° Salone Nautico a Genova. Ringrazio UCINA per il concept Città della Nautica, che noi abbiamo accolto perché è ciò che noi vogliamo per Genova, tutta Genova vuole essere la Città della Nautica. Il business sta andando bene, moltissime persone lavorano nella filiera. La nautica è un grande motore dell’economia. Dobbiamo rimboccarci le maniche e lavorare assieme. Auguriamo a tutti i visitatori di innamorarsi delle barche, del mare e della nostra città.”

Carla Demaria, Presidente I Saloni Nautici: “Siamo orgogliosi di quanto abbiamo fatto per questo 59° Salone Nautico a Genova, a guardare gli eventi in programma e il fermento sembra già la 60° edizione. Parlare di record è riduttivo: questo Salone è un record in termini di espositori, che sono 986, di barche, oltre 1.000, abbiamo 13 delegazioni diplomatiche. Forti dell’overbooking nelle prevendite ci siamo dedicati ad un obiettivo dichiarato a giugno. Con l’aiuto di tutti, continuiamo a lavorare per trasformare il Salone facendone un evento della città, con appuntamenti oltre i padiglioni, non solo legati al prodotto ma anche a carattere culturale e artistico.

Questo percorso è cominciato due anni fa con la Piazza del Vento e proseguirà con la 60esima edizione dell’anno prossimo, che dovrà comunque fare i conti con questa: abbiamo 98 eventi, tra forum istituzionali ed appuntamenti che parlano di arte, cultura e design. Gli espositori che hanno creduto nel Salone Nautico nei momenti più duri si meritano questo successo. In chiusura ringrazio ICE Agenzia per il sostegno al Salone e per le iniziative di promozione.”

Mauro Ferrando, Presidente di Porto Antico: “Genova e il Salone Nautico hanno da sempre un rapporto molto forte. È “il” Salone a Genova, una manifestazione tornata a crescere grazie al lavoro di UCINA e delle istituzioni del territorio. Porto Antico mette a disposizione gli spazi e presta i propri servizi, e sarà uno degli interlocutori di UCINA per le future prospettive di ampliamento.

Ai saluti delle autorità è seguito il Convegno Inaugurale “Le Capitali della Nautica: valori, territori, primati” moderato da Antonio Macaluso, editorialista del Corriere del Sera.

Ha aperto il convegno Stefano Pagani Isnardi, Responsabile Ufficio Studi di UCINA Confindustria Nautica: “Qualche dato generale: 1 euro investito nella nautica ne genera 7 nella filiera. Per quanto riguarda gli addetti, 1 addetto nella cantieristica ne porta 10 nella filiera, a monte e a valle. Il comparto conta oltre 180.000 addetti e ha visto, negli ultimi due anni, una eccezionale crescita degli addetti diretti che è aumentata del 20%”.

Saverio Cecchi, Presidente di UCINA Confindustria Nautica, ha proseguito: “La nautica da diporto è in crescita costante da quattro anni. UCINA collabora da sempre con le Istituzioni. Il Ministro De Micheli conosce il nostro settore, mi rivolgo a lei dicendole che abbiamo bisogno di risposte immediate, per permettere alle nostre aziende di essere più competitive nel mercato internazionale.  Ci auguriamo che entro la fine di ottobre sia portata a compimento la riforma del Codice della nautica.”

È poi intervenuto il nuovo Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, “Mi occupo da tempo di questo settore e ringrazio questa filiera che decise di non abbandonare l’Italia nel momento di crisi. Oggi l’Italia raccoglie i benefici di questa scelta. Nei prossimi giorni arriveremo alla approvazione definitiva della riforma del codice della nautica. Sono tante le sfide che all’ordine del giorno per il settore, prima tra tutte quella ambientale che non può più essere tralasciata. Tanti cantieri già si stanno ponendo questo tema e anche le istituzioni devono spingere su questo aspetto. Ci sono urgenze immediate su cui lavorare e l’esigenza di continuare ad andare lontano e confermare i target espressi fino ad ora. Dobbiamo spingere sempre più avanti la nostra capacità di essere competitivi.”

Giovanni Toti, Presidente Regione Liguria: “Questo è il Salone Nautico che va oltre la speranza: è la certezza della ragione che parla di superamento dell’incertezza. Tutta la filiera nautica traina la competitività del Paese. Questo è il quarto anno di crescita a due cifre ma dobbiamo continuare ad avere lo sguardo lungo e non fermarci. Dobbiamo guardare ai prossimi 10, 30 anni, il territorio deve dotarsi di infrastrutture per permettere lo sviluppo. Il Salone Nautico è motivo di orgoglio per tutti: il comparto è un vanto dell’Italia, un prodotto di cui siamo orgogliosi”

Carlo Maria Ferro, Presidente ICE Agenzia: “L’export è fondamentale per il settore della nautica, l’87% del valore del settore è all’estero. Nel primo semestre del 2019 le esportazioni sono aumentate del 28%, un dato molto significativo.  ICE Agenzia sta impiegando un numero sempre maggiore di risorse nel Salone Nautico a Genova, quest’anno il 20% in più rispetto all’anno scorso. Con UCINA abbiamo realizzato un piano che ha portato a Genova 150 tra giornalisti e buyer esteri. Cresce il supporto a questo settore, a questo Salone e a questa Città.”

Ermete Realacci, Presidente Fondazione Symbola: “Il sistema nautico rappresenta per il nostro Paese uno dei segmenti dell’economia con maggiori prospettive di crescita, ed è un punto di riferimento mondiale nella produzione di yatch e imbarcazioni da diporto. Una leadership indiscussa che ha saputo creare una rete produttiva di prim’ordine, che opera a monte e a valle della filiera. L’importanza della filiera a sostegno delle esportazioni della nautica deriva soprattutto dalla capacità di interazione tra territori con diverse specializzazioni produttive, le “capitali della nautica”: è in questa rete di specificità che risiede la qualità del settore, riconosciuta dai mercati internazionali.”

Leggi anche:

  1. Salone nautico Genova: al via le iscrizioni
  2. AL VIA LE ISCRIZIONI AL 59° SALONE NAUTICO DI GENOVA
  3. Salone Nautico di Genova dal 21 al 26 settembre
  4. Salone nautico di Genova: Ucina incontra il viceministro Calenda
  5. Ucina: Salone nautico ancora a Genova ma con nuovi allestimenti

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=67159

Scritto da Redazione su set 19 2019. Archiviato come Italia, Nautica, News, Saloni nautici. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato allo shipping con un focus sul soccorso in mare e sulla Brexit, il ruolo del porto di Salerno e la "Barletta marinara". Poi un approfondimento sui fari di Brindisi ed uno sul trasporto ad emissioni zero con Emma. E ancora, approfondimenti sulle crociere e sulla sicurezza nei nostri porti.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab