peyrani
Home » Internazionale, News » GIORNATA EUROPEA DEL MARE: “Fermare la pirateria marittima: la volontà è la strada?”

GIORNATA EUROPEA DEL MARE: “Fermare la pirateria marittima: la volontà è la strada?”

Questo è il titolo di un convegno che si terrà a Londra il prossimo 18 maggio 2011, a cura dell’Università di Londra di Diritto Marittimo. Relatore e Chairman sarà Peter Swift, noto nel campo dello shipping. E’ un architetto navale, specializzato in Economia dei Trasporti marittimi, da poco in pensione dopo dieci anni come amministratore delegato di Intertanko (Associazione internazionale di Indipendent Tanker Owners). Impeganto nel programma umanitario contro la pirateria marittima per il benessere dei marittimi, è rappresentante della Royal Institution of Naval Architects in sede IMO, oltre a direttore del Maritime Industry Foundation. Il tema del convegno di studi, tratterà della pirateria moderna che sta diventando una delle preoccupazioni essenziali della comunità marittima internazionale e gli sforzi per contenerla rappresentano le sfide future di tutto lo shipping. Il romanticismo dei Corsari del 17°/18° secolo è stato sostituito dalla dura realtà del rapimento, la tortura e l’omicidio della gente di mare, con un costo per l’economia globale stimato tra 1 7/12 miliardi di dollari USA. Mentre i governi sono impegnati in appoggi militari e gli operatori del settore  in diverse misure per scoraggiare gli attacchi e per proteggere le navi , equipaggi e carichi, i casi di navi sequestrate, in Somalia e Golfo di Aden sono in aumento. La serata di studio  riguarderà una panoramica degli attacchi negli ultimi anni; la risposta delle Nazioni Unite, IMO, governi nazionali e trans-nazionale e del settore marittimo; delle questioni relative alla fornitura di guardie armate a bordo di navi e altre opzioni; non ultimo, per importanza, la risposta umanitaria per fornire assistenza ad equipaggi attaccati o dirottati da pirati ed anche alle loro famiglie. L’evento si colloca nel piano di formazione della Commissione Europea per i festeggiamenti della GIORNATA EUROPEA DEL MARE del 20 maggio; il convegno evidenzia tutta l’importanza del mare e degli oceani nella vita quotidiana, sia nelle comunità costiere e nelle aree intramare dell’Europa. Si evidenzia anche le opportunità e le sfide attualmente di fronte a regioni marittime e settori particolari di azioni non “legali”.

Abele Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Gente di mare: a volte s’incappa in processi assurdi
  2. Soprintendenza del Mare: strumento per la tutela della cultura e dell’ambiente del mare
  3. Il mare nel castello
  4. Scegliere i mestieri del mare
  5. STRATEGIA EUROPEA PER L’AMBIENTE MARINO

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=882

Scritto da Abele Carruezzo su mag 12 2011. Archiviato come Internazionale, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°2

BRINDISI - Lo speciale di questo nuovo numero de Il Nautilus è dedicato al porto di Trieste che, tra cambiamenti già effettuati e progetti con finanziamenti in arrivo, sta mutando la sua fisionomia e crescendo come scalo in Adriatico. Accanto a queste novità sullo scalo ci sono anche quelle che riguardano i porti di Livorno, Porto Torres, Savona, Cagliari, Ancona e Bari. In questo numero troverete anche un’intera pagina dedicata alla fiscalità legata al mondo del diportismo con gli aggiornamenti sulle ultime modifiche alle leggi.
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab