peyrani
Home » Internazionale, Legislazione, News » IMO dà OK per l’imbarco di guardie armate a bordo di navi

IMO dà OK per l’imbarco di guardie armate a bordo di navi

A margine della conferenza sulla sicurezza della scorsa settimana, l’IMO, (International Maritime Organization). delle Nazioni Unite, ha approvato l’impiego di guardie armate private a bordo di navi in transito nelle acque infestate dai pirati al largo della Somalia, dopo un incontro presso la sua sede di Londra.

“Il posizionamento di guardie armate a bordo deve essere considerato solo dopo aver effettuato una valutazione dei rischi. Ed è anche importante coinvolgere il comandante nel processo decisionale”, si legge nella dichiarazione IMO. A riguardo, uno studio della neonata Security Association for the Maritime Industry, associazione di sicurezza per il settore marittimo (SAMI), sottolinea che  già il 10-12 per cento delle navi in transito nelle acque infestate dai pirati impiegano guardie armate; e per questo la SAMI sta cercando di stabilire i livelli standard di servizio, secondo le normative IMO. A conclusione della riunione di Londra, l’Agenzia delle Nazioni Unite ha confermato che il  contingente navale della zona, EU NAVFOR,  è di 23 navi e 518 marinai ostaggi sono ancora prigionieri.

Corrispondente da Londra
Em. Carr.

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Più di tre mesi sotto sequestro dei pirati
  2. GIORNATA EUROPEA DEL MARE: “Fermare la pirateria marittima: la volontà è la strada?”
  3. International for Strategic Studies: marittimi–ostaggi dei pirati
  4. La Rosalia D’Amato in silenzio stampa
  5. Uno skiff di pirati ha attaccato un “mammut” italiano

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=1112

Scritto da Emanuela Carruezzo su mag 25 2011. Archiviato come Internazionale, Legislazione, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°3

BRINDISI - In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alle crociere, a livello nazionale ed internazionale, con i nuovi dati di Risposte Turismo: dalla classifica dei porti italiani in base al numero di croceristi alle previsioni per il 2018 con i programmi dei porti già fissati con le grandi compagnie. Poi un focus di Stefano Carbonara sul cyber crimine applicato al mondo dello shopping con lo contromosse necessarie. Da Assologistica arrivano anche le indicazioni per il mondo dei porti e non solo, con tendenze e lacune da colmare. Ad Ancona, Napoli, Trieste, Venezia, Brindisi e Livorno sono dedicati tanti servizi sulle ultime notizie che giungono da questi scali dopo la riforma dei porti..
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab