Home » Italia, Marinas, News » Guardia costiera e Arpav intensificano controlli in Veneto

Guardia costiera e Arpav intensificano controlli in Veneto

Un accordo quadro tra la Regione Veneto, l’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente e la Direzione Marittima del Veneto per l’impiego del personale e dei mezzi navali del corpo delle Capitanerie di Porto-Guardia Costiera per l’attività di controllo delle acque marine costiere, è stato sottoscritto oggi nella sede dell’ente territoriale.

Il presidente della Regione Luca Zaia, il contrammiraglio Tiberio Piattelli e il direttore generale dell’Arpav Carlo Emanuele Pepe hanno siglato l’accordo. La rete di monitoraggio di Arpav si articola in 167 punti di controllo sulle acque di balneazione, di cui 93 punti sul Mare Adriatico e uno sullo specchio nautico di Isola di Albarella.

Gli altri punti si trovano sul lago di Garda (65), sul lago di Santa Croce (3) e sul lago del Mis (1) nel bellunese, sul lago di Lago (2) e sul lago di Santa Maria (2) a Revine Lago e Tarzo nel trevigiano. Su ogni punto di controllo vengono eseguite rilevazioni di parametri ambientali, ispezioni di natura visiva e prelievi di campioni di acqua per l’analisi batteriologica.

Salvatore Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Lignano Sabbiadoro: il Porto turistico Marina Uno bandiera blu FEE
  2. Brindisi-Corfù: porto interno interdetto e controlli extra della Capitaneria
  3. Mar Tirreno: litorale pulito in tutta la provincia di Viterbo
  4. REGATE PIRELLI – COPPA CARLO NEGRI: AL VIA DOMANI CON 100 BARCHE ISCRITTE
  5. Portofino: l’area protetta resterà senza fondi

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=1968

Scritto da Salvatore Carruezzo su giu 21 2011. Archiviato come Italia, Marinas, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab