peyrani
Home » Italia, News » A fuoco la Ameland: esercitazione nel porto di Brindisi

A fuoco la Ameland: esercitazione nel porto di Brindisi

Questa mattina nel porto di Brindisi si è svolta un’esercitazione complessa atincendio organizzata e coordinata dalla Capitaneria di Porto di Brindisi.

Le fiamme si sono sviluppate fittiziamente in un locale a prora  della M/N Ameland, di bandiera Antigua e Barbuda, ormeggiata a Costa Morena Est e, a seguito dell’allarme lanciato dal comandante della nave alla sala operativa della Capitaneria di Porto, sono prontamente intervenuti, oltre al personale della Guardia Costiera, anche una autopompa dei Vigili del Fuoco, i mezzi nautici e le autopattuglie delle altre forze di polizia, nonché i servizi portuali operanti nel porto di Brindisi.

Scopo di queste esercitazioni, che vengono organizzate con cadenza semestrale, è quello di testare la prontezza operativa e la tempestività di intervento di tutti gli operatori che sono chiamati ad intervenire in caso di incendio a bordo di navi ormeggiate nel porto di Brindisi, anche al fine di apportare modifiche migliorative al sistema d’intervento in caso di emergenze che comunque, a termine dell’odierna esercitazione, si è rivelato soddisfacente in termini di operatività e professionalità dei soggetti intervenuti.

Leggi anche:

  1. La sofferenza del porto di Brindisi
  2. Porto di Brindisi: parte l’operazione Mare sicuro 2011
  3. XII Convention del Propeller Club. Mennitti: “Lo sviluppo del porto di Brindisi non è solo industriale”
  4. Porto di Brindisi: parte la riqualificazione del lungomare
  5. Brindisi-Corfù: porto interno interdetto e controlli extra della Capitaneria

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=2121

Scritto da Redazione su giu 29 2011. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°2

BRINDISI - Lo speciale di questo nuovo numero de Il Nautilus è dedicato al porto di Trieste che, tra cambiamenti già effettuati e progetti con finanziamenti in arrivo, sta mutando la sua fisionomia e crescendo come scalo in Adriatico. Accanto a queste novità sullo scalo ci sono anche quelle che riguardano i porti di Livorno, Porto Torres, Savona, Cagliari, Ancona e Bari. In questo numero troverete anche un’intera pagina dedicata alla fiscalità legata al mondo del diportismo con gli aggiornamenti sulle ultime modifiche alle leggi.
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab