Home » Internazionale, News » Pirateria a Puntland: il sostegno di Mantica

Pirateria a Puntland: il sostegno di Mantica

Il sostegno dell’Italia a Puntland, regione autonoma della Somalia, anche per la sua lotta alla pirateria, è stato espresso dal sottosegretario agli Esteri Alfredo Mantica nel corso della sua visita in Africa.

Incontrando il presidente Abdirahman Mohamud Farole, Mantica ha parlato della possibilitàche l’Italia aiuti il governo di Garowe a creare una ripresa economica in quei porti della costa recentemente liberati dai pirati come il porto di Eyl.

Il sottosegretario, riconoscendo l’impegno dimostrato dal presidente Farole nella lotta contro la pirateria ed i successi ottenuti con oltre 300 pirati catturati, ha offerto al governo del Puntland la possibilit… di attivare un Fondo italiano presso la Fao di un milione di euro per finanziare l’avvio di attivit… economiche legate alla pesca.

Da parte sua, il presidente del Puntland ha manifestato l’espressa volontà di fare dell’italiano la seconda lingua della regione, storicamente conosciuta come Migiurtina. Mantica ha dato la disponibilità del governo italiano a sostenere lo studio e l’insegnamento della lingua italiana nell’università di Garowe, sia attraverso l’invio di lettori italiani che attraverso l’invio in Italia di studenti del Puntland.

Salvatore Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Missione Boniver: speranza per i marinai sequestrati
  2. Più di tre mesi sotto sequestro dei pirati
  3. GIORNATA EUROPEA DEL MARE: “Fermare la pirateria marittima: la volontà è la strada?”
  4. Sequestro Rosalia D’Amato: ancora silenzio dai pirati
  5. La Rosalia D’Amato in silenzio stampa

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=2456

Scritto da Salvatore Carruezzo su lug 11 2011. Archiviato come Internazionale, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab