peyrani
Home » Internazionale, News » Il Governo inglese favorevole allo sviluppo del Port of Dover

Il Governo inglese favorevole allo sviluppo del Port of Dover

Tutte le obiezioni al piano di sviluppo del porto di Dover sono state superate, ed il Governo inglese si appresta ad approvarlo; specialmente il Terminal traghetti (nuovo) sul versante ovest ai Docks.

Il porto di Dover, nonostante l’Eurotunnel, sta registrando una crescita considerevole, pari al 7% dall’inizio del 2011, a testimonianza dell’importanza dello stretto di Dover come via di commercio internazionale ed è per questo che necessita di un piano portuale adeguato e che il Governo dovrebbe approvare subito.

Infatti, il secondo Terminal traghetti (Terminal 2) raddoppierà i traffici dei Docks con le sue quattro rampe-traghetto per navi di grandi dimensioni.

Dopo le consultazioni di rito, la Dover Harbour Board (DHB), ottenute le varie autorizzazioni urbanistiche, aspetta il passo successivo del ministero dei Trasporti; in più, decisiva è stata la concertazione con i partner locali, (District Council, gruppi ambientalisti, compagnie di lavoratori portuali e la Highways Agency), su un interessante programma di opere portuali che consentiranno la riqualificazione di aree, interne al Dock e al Wellington Waterfront.

Mike Krayenbrink, Direttore di Sviluppo del porto, ha dichiarato: “Siamo lieti che le obiezioni finali, alla nostra proposta Terminal 2, sono state superate. Abbiamo lavorato duramente con tutti i nostri interlocutori per affrontare i problemi e le loro preoccupazioni.

Questa è una pietra miliare per aprire la strada a una decisione positiva da parte del Governo ed è una chiara dimostrazione della nostra volontà di impegno con i nostri stakeholder per creare le giuste condizioni per lo sviluppo della portualità inglese: a Dover che rispetta e rispecchia i desideri della comunità.

Significativamente, questo ci permetterà anche di progredire  nello sviluppo del lungomare che è un progetto di riqualificazione importante per Dover“.

Corrispondente da Londra
Em. Carr.

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Il settore marittimo inglese naviga in acque agitate
  2. Dover Harbour Board privatizza il porto
  3. Lo sviluppo di un porto è sviluppo della città
  4. Governo Italiano naviga nelle acque agitate di Assologistica
  5. From Port of Dover

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=2668

Scritto da Emanuela Carruezzo su lug 20 2011. Archiviato come Internazionale, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°3

BRINDISI - In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alle crociere, a livello nazionale ed internazionale, con i nuovi dati di Risposte Turismo: dalla classifica dei porti italiani in base al numero di croceristi alle previsioni per il 2018 con i programmi dei porti già fissati con le grandi compagnie. Poi un focus di Stefano Carbonara sul cyber crimine applicato al mondo dello shopping con lo contromosse necessarie. Da Assologistica arrivano anche le indicazioni per il mondo dei porti e non solo, con tendenze e lacune da colmare. Ad Ancona, Napoli, Trieste, Venezia, Brindisi e Livorno sono dedicati tanti servizi sulle ultime notizie che giungono da questi scali dopo la riforma dei porti..
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab