peyrani
Home » Internazionale, News » Liberata la motonave Anema e Core

Liberata la motonave Anema e Core

La motonave cisterna “Anema e Core”, della RDB Navigazione di Torre del Greco, è stata liberata nella notte. Il Comandante rumeno dichiara: “Tutti a bordo stiamo bene; i pirati hanno abbandonato la nave in fretta ed ora stiamo navigando in acque sicure, secondo nostro programma”.

Hanno pagato o non hanno pagato? Impossibile saperlo. Comunque si è trattato di un sequestro lampo, e di cui forse aver individuato da parte della Marina Militare della Repubblica di Benin il gruppo dei pirati ha costituito un elemento decisivo per le trattative.

La motonave “Anema e Core” era stata assaltata tra sabato e domenica del 25 luglio 2011, al largo del mare della Repubblica di Benin, nel Golfo della Guinea. La nave, del tipo Aframax Tanker LR2, costruita nel 2010, lunga 243 metri, larga 42 e pesca 15,32 metri, con una portata di 108835 di DWT che trasportava gasolio per trazione, ora è libera di navigare.

Abele Carruezzo

 

Foto: Peter Beentjes
MarineTraffic.com© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Ancora una nave italiana in mano ai pirati
  2. Da Londra Save Our Seafares
  3. Uno skiff di pirati ha attaccato un “mammut” italiano
  4. La Bottiglieri liberata dall’attacco dei pirati
  5. Gli attacchi dei pirati non si fermano: attaccata anche la Bottiglieri

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=2911

Scritto da Abele Carruezzo su lug 29 2011. Archiviato come Internazionale, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°1

BRINDISI - In questo numero lo speciale è destinato alle crociere con i dati di Rsiposte Turismo e le previsioni per il 2017 di un settore ormai fondamentale per l’economia del Paese. Ma anche le importanti novità sulla safety portuale e sui regolamenti dell’Unione Europea sui servizi portali e la trasparenza finanziaria dei porti. Poi i porti di Napoli. Ancona, Trieste, Piombino e Olbia con gli investimenti e le nuove infrastrutture previste nei diversi scali italiani.
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab