Home » Italia, Marinas, News » Spiagge di Ostia: sprecati 26 milioni di euro per ripascimento

Spiagge di Ostia: sprecati 26 milioni di euro per ripascimento

«Il ripascimento di Ostia, iniziato solo poche settimane fa, oggi è un ripascimento fantasma che non esiste più». Lo dichiara in una nota il presidente nazionale e capogruppo in regione dei verdi, Angelo Bonelli.

«La spiaggia che era stata ricollocata, in molti casi solo per consentire agli stabilimenti balneari di piantare qualche ombrellone in più, è stata rapidamente erosa dal mare e dall’incapacità della Regione che procede in maniera disorganica senza capire a fondo il fenomeno erosivo.

Il progetto della Regione Lazio costato 26 milioni di euro si è rivelato essere un vero e proprio sperpero di denaro pubblico con milioni di euro buttati, è il caso di dirlo, a mare.

La Regione prosegue in quest’opera, che negli ultimi dieci anni è costata 320 milioni di euro, senza una visione organica del fenomeno erosivo e intervenendo in una maniera frammentaria basata solo su delle presunte emergenze, senza interventi strutturali. Questo continuo salasso delle casse pubbliche si sta trasformando in una vera e propria tassa sulla sabbia.

È un fatto sul quale noi verdi nei prossimi giorni presenteremo un esposto presso la corte dei conti per danno erariale, perché non è possibile, in un periodo di crisi, continuare a sperperare denaro pubblico».

Salvatore Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Fincantieri: 50 milioni di euro per Sestri
  2. Fincantieri Liguria: servono 20 milioni di euro per Sestri
  3. Porto di Ortona: 95 milioni di euro per l’ampliamento dello scalo
  4. Porto di Pescara: interventi per 20 milioni di euro
  5. Regione Lazio: 11 milioni di euro per il ripascimento delle spiagge

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=2943

Scritto da Salvatore Carruezzo su lug 30 2011. Archiviato come Italia, Marinas, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato a Canale Pigonati di Brindisi; la storia, le potenzialità, le attuali richieste per il suo allargamento al fine di agevolare l’entrata nel porto interno delle grandi navi da crociera. Poi articoli sulle Zes, porti di Ancona, Bari, Campania ma anche le professioni del mare, il lavoro portuale nelle sue specificità ed un interessante racconto del porto di Salerno che nel Mediterraneo rappresenta un ponte tra Oriente ed Occidente.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab