Home » Italia, News » L’Amerigo Vespucci torna a Castellammare

L’Amerigo Vespucci torna a Castellammare

L’Amerigo Vespucci, nave scuola degli Allievi ufficiali della Marina militare italiana, farà tappa a Castellammare di Stabia per dedicare una due giorni di festeggiamenti alla cittadinanza che varò il prestigioso veliero 80 anni fa.

Per l’occasione si sono mobilitate le forze produttive locali, l’associazione degli Albergatori, l’Ascom, la Croce Rossa italiana, che hanno costituito un Comitato di accoglienza per dare i dovuti onori all’equipaggio e alle autorità attese.

Il neonato Comitato spontaneo intende, da questo evento, mettere in campo ulteriori iniziative per restituire a Castellammare di Stabia l’immagine di accogliente città turistica al centro del Golfo di Napoli.

L’arrivo a Castellammare di Stabia è previsto il 13 settembre e la nave, costruita dalla Regia Marina nel 1931 nei Cantieri navali di Castellammare di Stabia, torna in nella sua città-madre in un momento particolarmente difficile per la cantieristica.

Oggi, infatti, il cantiere è chiuso per mancanza di commesse e le previsioni della Fincantieri sono di dismettere lo storico sito borbonico. La speciale riccorenza, che ricade per giunta nell’anno dedicato alle celebrazioni dei 150 dell’Unità d’Italia, sta suscitando un grande fermento tra le forze sane del tessuto produttivo locale che vive la grande crisi economica e del turismo.

Per questo è nato il «Comitato 80/150 Amerigo Vespucci a Castellammare di Stabia» che, dall’attracco nel porto stabiese dell’Amerigo Vespucci, intende avviare una nuova stagione di iniziative per risalire la china.

Presidente del Comitato spontaneo per l’Amerigo Vespucci, è Nadio De Rosa, affiancato nei suoi sforzi da un concittadino, il comandante Catello R. Scala (ufficiale in servizio della Marina militare), ai quali si deve l’ideazione e la realizzazione del progetto di riportare l’Amerigo Vespucci nel porto di Castellammare di Stabia in una data così significativa e simbolica.

Francesca Cuomo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Porto di Cagliari: venerdì arriva la Amerigo Vespucci
  2. Fincantieri: Napolitano incontra operai di Castellammare
  3. Fincantieri: operai a colazione con Napolitano
  4. JEPSON CUP: la vela torna a Ponza dal 2 al 4 giugno
  5. Marevivo torna in difesa di coralli e squali

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=3298

Scritto da Francesca Cuomo su ago 13 2011. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato a Canale Pigonati di Brindisi; la storia, le potenzialità, le attuali richieste per il suo allargamento al fine di agevolare l’entrata nel porto interno delle grandi navi da crociera. Poi articoli sulle Zes, porti di Ancona, Bari, Campania ma anche le professioni del mare, il lavoro portuale nelle sue specificità ed un interessante racconto del porto di Salerno che nel Mediterraneo rappresenta un ponte tra Oriente ed Occidente.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab