Home » Italia, News » Porto di Taranto: ritrovata ancora di epoca romana

Porto di Taranto: ritrovata ancora di epoca romana

I carabinieri del Nucleo subacquei di Bari, insiema ai colleghi del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale, hanno individuato e recuperato, poco a largo dell’isola di San Pietro, a Taranto, un ceppo d’ancora di epoca romana.

Si tratta di un reperto lungo circa 170 centimetri e pesante 300 chilogrammi, usata dalle navi romane commerciali, dette naves onerariae, che in epoca imperiale solcavano i mari della costa ionica.

Il ceppo, custodito presso il Comando provinciale dei Carabineri di Taranto, è stato messo a disposizione degli archeologi della Soprintendenza ai Beni culturali di Taranto.

Francesca Cuomo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Argo Race: domenica la regata di Taranto
  2. Porto di Taranto: in arrivo la Vale Brasil
  3. Porto di Taranto: pronti a realizzare la Piastra Portuale
  4. Porto di Taranto: promozione anche in Olanda
  5. Porto di Taranto: La Provincia indica Giuffrè per la presidenza

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=3415

Scritto da Francesca Cuomo su ago 20 2011. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato ad Assologistica e alle idee per il futuro messe insieme dall’associazione di categoria: le commissioni interne hanno espresso i loro orientamenti in maniera dettagliata e su questo tracciato si disegnano le decisioni future. All’interno di questo numero troverete anche tante informazioni sui porti di Livorno, Piombino, Trieste, Civitavecchia, Venezia e Genova ma anche le direttive internazionali sull’utilizzo di Gnl per uso energetico e la Brexit.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab