peyrani
Home » Italia, News » Porto di Taranto: ritrovata ancora di epoca romana

Porto di Taranto: ritrovata ancora di epoca romana

I carabinieri del Nucleo subacquei di Bari, insiema ai colleghi del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale, hanno individuato e recuperato, poco a largo dell’isola di San Pietro, a Taranto, un ceppo d’ancora di epoca romana.

Si tratta di un reperto lungo circa 170 centimetri e pesante 300 chilogrammi, usata dalle navi romane commerciali, dette naves onerariae, che in epoca imperiale solcavano i mari della costa ionica.

Il ceppo, custodito presso il Comando provinciale dei Carabineri di Taranto, è stato messo a disposizione degli archeologi della Soprintendenza ai Beni culturali di Taranto.

Francesca Cuomo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Argo Race: domenica la regata di Taranto
  2. Porto di Taranto: in arrivo la Vale Brasil
  3. Porto di Taranto: pronti a realizzare la Piastra Portuale
  4. Porto di Taranto: promozione anche in Olanda
  5. Porto di Taranto: La Provincia indica Giuffrè per la presidenza

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=3415

Scritto da Francesca Cuomo su ago 20 2011. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°2

BRINDISI - Lo speciale di questo nuovo numero de Il Nautilus è dedicato al porto di Trieste che, tra cambiamenti già effettuati e progetti con finanziamenti in arrivo, sta mutando la sua fisionomia e crescendo come scalo in Adriatico. Accanto a queste novità sullo scalo ci sono anche quelle che riguardano i porti di Livorno, Porto Torres, Savona, Cagliari, Ancona e Bari. In questo numero troverete anche un’intera pagina dedicata alla fiscalità legata al mondo del diportismo con gli aggiornamenti sulle ultime modifiche alle leggi.
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab