peyrani
Home » Italia, News » FederPetroli Italia: forte preoccupazione per effetto Robin Hood Tax

FederPetroli Italia: forte preoccupazione per effetto Robin Hood Tax

FederPetroli Italia esprime grande preoccupazione per le aziende del settore energetico/petrolifero per come il Governo ha deciso di intervenire sulle ultime linee della Manovra finanziaria attraverso le parole del Presidente della FederPetroli Italia – Marsiglia.

“Il settore energetico è già penalizzato da sè – ha detto infatti – sia per le ultime vicende in campo internazionale, per l’aumento delle accise sui carburanti negli ultimi mesi, per le problematiche dei paesi mediorientali e adesso l’incidenza della Robin tax che, porterà a rivedere in larga misura gli investimenti di tutto il settore energetico.

Il settore viene colpito proprio in questo momento dove ci sarebbe bisogno di aiuto, con la possibile contrazione delle forme diverse di investimento, si potrebbe assistere ad una ripercussione (come sempre), sui costi energetici delle famiglie e quinfi consumatori. E’ da ricordare che anche le aziende di altri settori utilizzano l’energia.

Da una sommatoria definiamo tale misura un ostacolo ai possibili sviluppi per la difficile ripresa economica del nostro Paese. Aspettiamo come reagiranno i mercati borsistici sull’andamento azionario dei prossimi giorni nel campo dei titoli energetici”.

Leggi anche:

  1. Prentice in Italia per rilanciare il progetto del rigassificatore a Brindisi
  2. Turismo: Italia al quinto posto nel mondo
  3. STRAZZERA VINCE ITALIA CUP AD ARZACHENA
  4. Elettrodotto Italia-Albania: un’altra vittoria per Moncada
  5. A Ravenna la Offshore Mediterranean Conference&Exhibition

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=3661

Scritto da Redazione su set 2 2011. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°1

BRINDISI - In questo numero lo speciale è destinato alle crociere con i dati di Rsiposte Turismo e le previsioni per il 2017 di un settore ormai fondamentale per l’economia del Paese. Ma anche le importanti novità sulla safety portuale e sui regolamenti dell’Unione Europea sui servizi portali e la trasparenza finanziaria dei porti. Poi i porti di Napoli. Ancona, Trieste, Piombino e Olbia con gli investimenti e le nuove infrastrutture previste nei diversi scali italiani.
www.brindisi-corfu.it telebrindisi.tv poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab