Home » Internazionale, News » Savina Caylyn: La Russa difende decisione di non tentare blitz

Savina Caylyn: La Russa difende decisione di non tentare blitz

«Rinnovo l’assicurazione ai familiari dei marittimi sequestrati che le Forze Armate seguono questa vicenda con attenzione». Lo ha detto il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, parlando dei marittimi della petroliera Savina Caylyn nelle mani dei pirati somali.

«Se finora non abbiamo optato per azioni di forza – ha sottolineato il ministro – è perchè non vogliamo esporli a rischi». «C’è una nostra nave per il monitoraggio -ha proseguito La Russa- posso rivelare che in due occasioni, una volta in Libia, un’altra per un caso di pirateria in Somalia, siamo stati sul punto di intervenire.

Avevamo approntato tutto, ma poi per fortuna le cose si sono risolte in altra maniera». «Voglio dire – ha concluso La Russa – che non manca nè la volontà nè la capacità di intervenire, ma ciò dipende dalla valutazione dei rischi per gli ostaggi, specie quando gli ostaggi vengono tenuti in posti separati».

Salvatore Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Savina Caylyn: il 7 altra manifestazione a Roma
  2. Savina Caylyn: la Farnesina non accetta trattativa su riscatto
  3. Savina Caylyn: la protesta di Procida
  4. Savina Caylyn: La Russa invia la Doria ma esclude blitz
  5. Savina Caylyn: La Russa assicura massima attenzione

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=3799

Scritto da Salvatore Carruezzo su set 7 2011. Archiviato come Internazionale, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato ad Assologistica e alle idee per il futuro messe insieme dall’associazione di categoria: le commissioni interne hanno espresso i loro orientamenti in maniera dettagliata e su questo tracciato si disegnano le decisioni future. All’interno di questo numero troverete anche tante informazioni sui porti di Livorno, Piombino, Trieste, Civitavecchia, Venezia e Genova ma anche le direttive internazionali sull’utilizzo di Gnl per uso energetico e la Brexit.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab