Home » Marinas, News » Trivellazioni ad Ostuni: Tanzarella chiede chiarezza

Trivellazioni ad Ostuni: Tanzarella chiede chiarezza

Una richiesta di informazioni e documentazioni urgente è stata fatta oggi dal sindaco di Ostuni, Domenico Tanzarella, con una nota alla direzione generale per le valutazioni ambientali del Ministero dell’Ambiente, della tutela del territorio e del mare.

Agli uffici “Ricerca, coltivazione e stoccaggio risorse minerarie ed energetiche dell’Italia meridionale e relativi impianti in mare”, a quello “Nazionale Minerario Idrocarburi e Georisorse” e a quello dello “Sviluppo delle attività di ricerca, coltivazione di idrocarburi e risorse geotermiche” del Ministero delle sviluppo economico ma anche al servizio ecologia della Regione Puglia e a quello della Provincia di Brindisi sono state chieste tutte le informazioni relative alla concessione di coltivazione F.C. 2 AG rilasciata a ENI Spa.

Agli enti coinvolti è stato chiesto se “abbiano verificato la rispondenza del programma dei lavori da realizzare a quello comunicato nel lontano 1994 ed approvato in data 8.8.1994 e se lo stesso sia stato sottoposto a VIA, atteso che si tratta di attività che, pur concessionata in presenza di altro quadro giuridico, si svolge nella vigenza delle norme di tutela ambientale previste nel D.Lgs. 152/06”.

Una richiesta avvenuta dopo che la società Eni, titolare della concessione di coltivazione di idrocarburi, sarebbe in procinto di avviare le attività estrattive dei pozzi denominati: “Aquila 2” ed “Aquila 3” posti al largo delle coste brindisine.

“Fermo restando la necessità di verificare con tutta l’urgenza dovuta all’imminente avvio delle operazioni – ha scritto nella sua nota Tanzarella – si rappresenta a queste amministrazioni come sia del tutto incoerente e contrario alle attitudini di sviluppo turistico espresse dall’area costiera brindisina nell’ultimo decennio , consentire lo svolgimento di simili attività sicché è assolutamente essenziale rivedere il titolo concessorio di che trattasi anche in considerazione del suo lungo non utilizzo. Si riserva ogni opportuna azione a tutela degli interessi dell’ambiente locale e dei propri amministrati”.

Francesca Cuomo

Foto: SC-Lab

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Trivellazioni ad Ostuni: Via ancora non concessa
  2. Festa del Mare di Ostuni: i sindaci di Ostuni e Monopoli si sfidano a colpi di remi
  3. Brindisi: la Northern Petroluem chiede la Via per le trivellazioni
  4. Trivellazioni off shore: domani vertice con il ministro Prestigiacomo
  5. Isole Tremiti: mobilitazione contro le trivellazioni

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=3841

Scritto da Francesca Cuomo su set 9 2011. Archiviato come Marinas, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato a Canale Pigonati di Brindisi; la storia, le potenzialità, le attuali richieste per il suo allargamento al fine di agevolare l’entrata nel porto interno delle grandi navi da crociera. Poi articoli sulle Zes, porti di Ancona, Bari, Campania ma anche le professioni del mare, il lavoro portuale nelle sue specificità ed un interessante racconto del porto di Salerno che nel Mediterraneo rappresenta un ponte tra Oriente ed Occidente.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab