peyrani
Home » Italia, News » Borse di studio per i neo diplomati degli Istituti Tecnici Nautici

Borse di studio per i neo diplomati degli Istituti Tecnici Nautici

Per i diplomati dell’Istituto Tecnico Nautico, iscritti alla Gente di Mare, si apre una via d’accesso agevolato al mondo del lavoro. Il Fondo Nazionale Marittimi, d’intesa con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ha aperto un bando di assegnazione di n.280 borse di studio ai diplomati nautici dell’anno scolastico 2010/2011.

La partecipazione all’assegnazione può essere effettuata direttamente dall’Istituto, il quale provvederà ad inoltrare la domanda entro i 60 giorni e non oltre il 31 ottobre 2011. Finalmente i soldi che sono derivati dalla “tonnage tax” vengono messi a disposizione della formazione indiretta degli Allievi Ufficiali per l’imbarco a bordo delle navi italiane.

E’ un ritorno all’imbarco degli Allievi? Non si sa. Ed allora non facciamoci scappare l’occasione dell’imbarco, sfatando l’idea che si può anche lavorare a bordo delle navi senza passare necessariamente dall’Accademia. Le domande, corredate dalla documentazione richiesta, deve seguire l’iter del bando, reperibile sul sito governativo, ed inviate a : Fondo Nazionale Marittimi – Via Roma, 8/6  – 16121 Genova (GE) – Tel:  0105701885 fax: 0105701735 e-mail: fondonazionalemarittimi_ge@yahoo.it .

Ricordiamo, che la “tonnage tax” al punto 3 recita: “L’obbligo di formazione di cui all’art. 157, comma 3, del testo unico, si ritiene assolto laddove il soggetto interessato (armatore) provveda ad imbarcare un allievo  ufficiale per ciascuna delle navi in relazione alle quali sia stata esercitata l’opzione o, in alternativa, provveda, al fine di assicurare tale addestramento, a  versare al Fondo nazionale marittimi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 26 novembre 1984, n. 1195, ovvero ad istituzioni aventi analoghe  finalità un importo annuo, da determinarsi con decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti in base al numero delle unità navali interessate e ai  costi medi connessi all’attività formativa”.

Abele Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. La “Manovra estiva” su Istituti importanti per la tutela delle acque
  2. Goletta Verde in Abruzzo: allo studio i dati su inquinamento microbiologico
  3. Rapporto Isfort: martedì presentazione dello studio
  4. Convention Propeller Club: istituzioni e tecnici discutono di infrastrutture portuali
  5. RIUNIONE A ROMA DEGLI ISTITUTI TECNICI NAUTICI: ENTRO IL 31 LUGLIO LA RIFORMA

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=4167

Scritto da Abele Carruezzo su set 23 2011. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°2

BRINDISI - Lo speciale di questo nuovo numero de Il Nautilus è dedicato al porto di Trieste che, tra cambiamenti già effettuati e progetti con finanziamenti in arrivo, sta mutando la sua fisionomia e crescendo come scalo in Adriatico. Accanto a queste novità sullo scalo ci sono anche quelle che riguardano i porti di Livorno, Porto Torres, Savona, Cagliari, Ancona e Bari. In questo numero troverete anche un’intera pagina dedicata alla fiscalità legata al mondo del diportismo con gli aggiornamenti sulle ultime modifiche alle leggi.
poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab