peyrani
Home » Italia, News » Pesca in Adriatico: il 9 novembre incontro tra Ministero e Regioni

Pesca in Adriatico: il 9 novembre incontro tra Ministero e Regioni

È stato riconvocato per il 9 novembre, a Roma, l’incontro tra Ministero delle politiche agricole e le Regioni Veneto, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia per esaminare le specifiche problematiche della pesca in Alto Adriatico.

«La questione è cruciale per il futuro dell’economia peschereccia in questo particolare braccio di mare, dalle caratteristiche uniche e diverse da quelle di qualunque altro mare mondiale – ha detto l’assessore del Veneto Franco Manzato – e mi fa piacere che il Ministero abbia già fissato una nuova data dopo che i precedenti appuntamenti non avevano potuto concretarsi per i molteplici impegni istituzionali reciproci. Lo considero un segno di attenzione importante che spero si possa concretare rapidamente in iniziative specifiche, anche prima dell’incontro».

Il riferimento dell’assessore Manzato va in primo luogo alla pesca delle Acquadelle, che dovrebbe iniziare con il mese di novembre ma che necessita di una deroga da parte del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali per essere ufficialmente avviata, alla stregua di quanto già avvenuto qualche giorno fa per la pesca del Rossetto in Liguria e Toscana.

Salvatore Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Capitaneria di Porto di Molfetta: punito chi non ha rispettato il fermo biologico della pesca
  2. Regione Marche: per pesca e acquacoltura 1,5 milioni di euro
  3. Bloccata la pesca del tonno rosso
  4. Porto di Ancona: la Regione studia programma per incentivare la pesca
  5. Ancora su pesca ricreativa e sportiva

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=4816

Scritto da Salvatore Carruezzo su ott 19 2011. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 11 N°3

BRINDISI - In quest’ultimo numero del 2016, Il Nautilus dedica il suo speciale ai porti del Nord Sardegna che registrano traffici in crescita e allo stesso tempo si trasformano migliorando le infrastrutture. Livorno, Genova e Trieste sono al centro degli altri focus in cui si evidenziano i risultati e le nuove strategie degli scali. I risultati del settore crocieristico a livello nazionale ed internazionale emergono dagli studi di Clia e Risorse Turismo; poi come il Decreto Cociancich rivoluziona il Registro Navale Italiano; la politica dei sinistri marittimi; ed ancora i porti di Napoli e Taranto sono gli argomenti trattati in questo numero.
www.brindisi-corfu.it telebrindisi.tv poseidone danese

© 2017 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab