Home » Europa, News » Unione Europea: Italia non ha rispettato le esenzione per le navi

Unione Europea: Italia non ha rispettato le esenzione per le navi

Secondo la Commissione Europea, l’Italia on ha rispettato le norme Ue «per l’esenzione Iva concessa sulle navi». «L’esenzione prevista dalla legislazione italiana non è in linea con quanto consentito dalla direttiva Ue – scrive la Corte dei conti europea -.

Da un lato, va al di là di quanto ammesso, in quanto concede l’esenzione Iva alle navi commerciali che non navigano in alto mare e alle navi destinate ad enti pubblici. Dall’altro, esclude taluni servizi che dovrebbero essere coperti dall’esenzione, ad esempio il carico e lo scarico di navi che navigano in alto mare».

Bruxelles ha ricordato infatti, che l’esenzione Iva può essere concessa, ad alcune condizioni, al rifornimento e al vettovagliamento delle navi utilizzate in alto mare, e per la cessione, la trasformazione, la riparazione, la manutenzione, il noleggio e la locazione di quelle navi.

«Le regole sulle esenzioni Iva – ribadisce la Commissione europea – devono essere applicate in modo corretto e uniforme. Se uno Stato membro estende l’applicazione delle esenzioni, come fa l’Italia in questo caso, crea una disparità tra gli Stati membri e di conseguenza determina distorsioni della concorrenza nel mercato interno».

Inoltre, «se gli Stati membri estendono l’applicazione delle esenzioni oltre quanto consentito, la percentuale dell’Iva destinata al bilancio europeo non verrà raccolta come dovrebbe». Sulla procedura all’Italia era stato inviato un primo avvertimento nel 2009 e un secondo e ultimo nel maggio 2011.

Francesca Cuomo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Unione Europea: Livorno tra i porti strategici
  2. Unione Europea: lotta per i corridoi internazionali
  3. Unione Europea: nel progetto Marco Polo anche l’interporto di Bologna
  4. Unione Europea: no all’importazione di prodotti ittici illegali
  5. Unione Europea: Kallas chiede nuovi investimenti sui porti

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=5623

Scritto da Francesca Cuomo su nov 26 2011. Archiviato come Europa, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato ai porti con un focus sulla Via della Seta e sulla via Traiana, il concetto dello IoT-Internet of Things, il contratto di ormeggio e il nuovo concetto di New-Port. Poi una riflessione sul principio di passaggio inoffensivo(riprendendo vicende come quella dell'Aquarius, Open Arms e Sea Watch 3). E ancora, approfondimenti sul potere amministrativo delle AdSP, Mare 2.0 e sulla navigazione delle navi e non delle merci.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab