Home » Europa, News » Unione Europea: sanzioni iraniane

Unione Europea: sanzioni iraniane

Le sanzioni decise dall’UE contro l’Iran stanno paralizzando le importazioni alimentari. E’ di ieri, il report di agenzie di commercio che oltre 400.000 tonnellate di grano sono bloccate a bordo di circa 10 navi, all’ancora, nei vari porti iraniani da tre settimane.

Il Consiglio Nazionale dell’Agricoltura dell’Iran ha fornito i dati relativi all’importazioni annuali di grano e cereali che ammontano a 4,2 milioni tonnellate, provenienti dalla Russia, tra cui mais e frumento da foraggio dall’Ucraina. La situazione è difficile ed il sistema finanziario non permette a nessun commerciante di ottenere le “lettere di credito” per effettuare i pagamenti.

Dall’altro lato, le banche della UE richiedono le “trade finance” per l’Iran, in quanto le sanzioni non permettono il pagamento diretto. I governi dell’Unione Europea hanno convenuto, la scorsa settimana, il divieto per tutti i nuovi contratti di importazione, acquisto e trasporto di petrolio greggio iraniano, per evitare all’Iran la principale fonte di reddito estero; nel frattempo si è registrato un netto calo della valuta iraniana che sta compromettendo i pagamenti di quasi tutte le transazioni commerciali.

I porti iraniani interessati sono in tutto 14, compreso quello principale di Imam Khomeini, sede dell’Organizzazione Marittima Iraniana.

Abele Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Unione Europea: lo stop dei pescatori contro le nuove norme
  2. Unione Europea: Italia non ha rispettato le esenzione per le navi
  3. Unione Europea: Livorno tra i porti strategici
  4. Unione Europea: no all’importazione di prodotti ittici illegali
  5. Unione Europea: Kallas chiede nuovi investimenti sui porti

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=6957

Scritto da Abele Carruezzo su gen 31 2012. Archiviato come Europa, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato a Canale Pigonati di Brindisi; la storia, le potenzialità, le attuali richieste per il suo allargamento al fine di agevolare l’entrata nel porto interno delle grandi navi da crociera. Poi articoli sulle Zes, porti di Ancona, Bari, Campania ma anche le professioni del mare, il lavoro portuale nelle sue specificità ed un interessante racconto del porto di Salerno che nel Mediterraneo rappresenta un ponte tra Oriente ed Occidente.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab