Home » Italia, News » Sicurezza a gonfie vele: a Brindisi un progetto di solidarietà

Sicurezza a gonfie vele: a Brindisi un progetto di solidarietà

Promuovere la sicurezza fuori dal posto di lavoro, nella vita quotidiana e nelle attività di tutti i giorni, la salvaguardia dell’ambiente ed il risparmio energetico. Questi gli obiettivi del Progetto “Sicurezza a Gonfie Vele”. Un progetto realizzato dall’Associazione no profit “Fuori di Festa” nell’ambito della sua partecipazione alla XXVII Regata Internazionale Brindisi-Corfù.

L’iniziativa è nata dall’idea di alcuni dipendenti della Exxon Mobil di Brindisi, Michele Fina, Maurizio Martucci e Marco Miglietta che hanno voluto trasferire all’esterno del mondo del lavoro i temi della sicurezza impartiti quotidianamente in azienda.

Nei giorni precedenti la regata, in piazzale Lenio Flacco sul lungomare di Brindisi, è stato allestito uno stand dove viene distribuito materiale informativo sui temi della sicurezza, il rispetto dell’ambiente e il risparmio energetico. Saranno inoltre organizzati a bordo della barca a vela “Obelix” incontri con gruppi di giovani di associazioni del territorio per illustrare l’utilizzo delle dotazioni di sicurezza e dare qualche utile informazione per la navigazione sicura e nel pieno rispetto dell’ambiente e del mare. Regole chiare e ben definite per poter veleggiare tranquillamente. Un messaggio importante che potrà essere applicato alla vita di tutti i giorni.

Questa mattina a bordo di Obelix sono stati ospitati i ragazzi della casa famiglia Esperanto di Latiano, accompagnati da alcuni organizzatori hanno fatto una passeggiata in barca. Il progetto è stato realizzato anche grazie al contributo della ExxonMobil, presente sul territorio di Brindisi da diversi anni. L’ormai consolidato impegno della multinazionale per la tutela della sicurezza, il rispetto per l’ambiente e il risparmio energetico, si traduce con questa iniziativa, nella promozione di tali tematiche fuori dalle mura dell’azienda.

L’associazione Fuori di Festa invita tutti presso lo stand allestito insieme alla ExxonMobil per scoprire come è facile, applicando le regole, godere a gonfie vele della sicurezza in ogni attività.

Leggi anche:

  1. Porto di Trieste: progetto su salute e sicurezza nel lavoro portuale
  2. L’AVVENTURA PROSEGUE A GONFIE VELE PER IL RELIGHT SAILING TEAM
  3. Porto di Brindisi: progetto per migliorare efficienza
  4. Porto di Trieste: progetto INAIL sulla sicurezza sul lavoro al Molo IV
  5. Porto di Brindisi: archiviato il ricorso contro il progetto del terminal a Costa Morena

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=9876

Scritto da Redazione su giu 11 2012. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato a Canale Pigonati di Brindisi; la storia, le potenzialità, le attuali richieste per il suo allargamento al fine di agevolare l’entrata nel porto interno delle grandi navi da crociera. Poi articoli sulle Zes, porti di Ancona, Bari, Campania ma anche le professioni del mare, il lavoro portuale nelle sue specificità ed un interessante racconto del porto di Salerno che nel Mediterraneo rappresenta un ponte tra Oriente ed Occidente.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab