Home » Europa, News » Pesca: Europa “approccio comune”

Pesca: Europa “approccio comune”

L’alba di questa mattina ha portato “consiglio” per l’Europa. I ministri della pesca dell’Ue – per l’Italia Mario Catania – hanno raggiunto, a Lussemburgo,  accordo su un “approccio comune”.  Un negoziato stressante e continuo, di oltre 18 ore non stop, per definire le basi di una nuova politica della pesca in Europa,  dettata in codecisione con il Parlamento  europeo.  Però, la Francia  ha dichiarato a gran voce di non riconoscersi nell’orientamento comune di questa nuova politica; come dire, senza sperimentare dichiariamoci “contrari”.

Nel documento finale messo a punto dalla presidenza danese dell’Ue e dalla commissaria alla pesca, Maria Damanaki, “sono stati accolti tutti i punti sollevati dall’Italia”, proposti dalla delegazione, al termine della sessione ministeriale e relazionati dal Ministro Mario Catania.

La prossima discussione, che sarà a presidenza cipriota della Ue, (luglio prossimo)  permetterà  di continuare su questo “approccio comune”per una riforma  definitiva sia della nuova politica della pesca in Europa;  comprese anche le nuove norme sull’organizzazione di mercato dei prodotti ittici e dell’acquacoltura e si stabilirà il futuro del Fondo europeo per la pesca e l’attività marittima per il periodo 2014-2020.

 

Abele Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Unione Europea: nuovo regolamento per la pesca
  2. Osservatorio Med: necessario modificare norme sulla pesca
  3. Regione Marche: per pesca e acquacoltura 1,5 milioni di euro
  4. Porto di Ancona: la Regione studia programma per incentivare la pesca
  5. Arriva il Piano di gestione per la pesca controllata

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=9968

Scritto da Abele Carruezzo su giu 13 2012. Archiviato come Europa, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone danese

© 2020 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab