Home » Internazionale, News » MSC venderà il 35% di Terminal Investment Ltd. al Global Infrastructure Partners

MSC venderà il 35% di Terminal Investment Ltd. al Global Infrastructure Partners

Il gruppo armatoriale Mediterranean Shipping Company (MSC) venderà il 35% del capitale azionario della propria filiale terminalista Terminal Investment Limited (TIL) al fondo d’investimento Global Infrastructure Partners (GIP), che si occupa principalmente di investimenti di private equity in infrastrutture e che fa capo a Credit Suisse e General Electric, e ad un gruppo di soci investitori. La transazione avrà un valore di 1,929 miliardi di dollari, incluse somme dipendenti dalle future performance della TIL.

Attualmente TIL gestisce o sta realizzando direttamente o in joint venture circa 30 terminal portuali, principalmente a servizio del gruppo MSC, in Europa (porti di Anversa, Bremerhaven, Klaipeda, Las Palmas, Le Havre, Marsiglia, Rotterdam, San Pietroburgo, Sines e Valencia), Asia (Mundra, Ningbo e Singapore), Vicino e Medio Oriente (Asyaport, Istanbul e King Abdullah), Africa (Lomé), Nord America (Long Beach, Montreal, Newark, Oakland e Seattle), Centro America (Bahamas) e Sud America (Navegantes e Santos).

Leggi anche:

  1. GRIMALDI PONE LA PRIMA PIETRA DEL NUOVO TERMINAL NEL PORTO DI BARCELLONA
  2. Italian Cruise Day: il primo forum nazionale sulla crocieristica al Terminal Passeggeri di Venezia il 28 ottobre
  3. Nuovo Terminal container per Felixstowe
  4. Porto di Venezia: inaugurato il Terminal Isonzo II
  5. Nuovo Terminal Crociere Isonzo 2: mercoledì l’inaugurazione

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=14619

Scritto da Redazione su apr 2 2013. Archiviato come Internazionale, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°3

BRINDISI - In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alle crociere, a livello nazionale ed internazionale, con i nuovi dati di Risposte Turismo: dalla classifica dei porti italiani in base al numero di croceristi alle previsioni per il 2018 con i programmi dei porti già fissati con le grandi compagnie. Poi un focus di Stefano Carbonara sul cyber crimine applicato al mondo dello shopping con lo contromosse necessarie. Da Assologistica arrivano anche le indicazioni per il mondo dei porti e non solo, con tendenze e lacune da colmare. Ad Ancona, Napoli, Trieste, Venezia, Brindisi e Livorno sono dedicati tanti servizi sulle ultime notizie che giungono da questi scali dopo la riforma dei porti..
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab