Home » Italia, News » IL SETTORE CROCIERE INTERVIENE SU SICUREZZA, SOSTENIBILITA’, LAVORO E CRESCITA IN OCCASIONE DELLA GIORNATA EUROPEA DEI MARI

IL SETTORE CROCIERE INTERVIENE SU SICUREZZA, SOSTENIBILITA’, LAVORO E CRESCITA IN OCCASIONE DELLA GIORNATA EUROPEA DEI MARI

L’impegno del settore delle crociere di rispettare le linee strategiche di lungo termine definite a livello europeo, per una crescita eco-compatibile (Protocollo Blue Growth) è stato illustrato oggi in occasione della Giornata Europea dei Mari (European Maritime Day) nella sessione dal titolo “Il settore delle crociere – un settore dalla crescita sicura e sostenibile”.

Nel dare il benvenuto alla Comunicazione della Commissione Europea sul Blue Growth per conto di CLIA Europe, il CEO di Carnival UK David Dingle, ha affermato: “La Commissione riconosce il ruolo del settore delle crociere nel valorizzare il potenziale del  mare e delle coste europee in termini di crescita e occupazione in Europa. Siamo molto interessati a massimizzare il nostro contributo al protocollo Blue Growth, che si basa su tre fondamenta: economia, sicurezza e sostenibilità”.

David Dingle ha sottolineato l’impegno del settore volto alla salvaguardia dell’ambiente e dell’ulteriore miglioramento dei suoi già notevoli standard di sicurezza, all’interno di un comparto già fortemente regolamentato. Parlando di crescita, ha ricordato lo straordinario contributo economico del settore delle crociere per l’intero sistema Europa. L’industria, infatti, regista ancora crescite sostenute, nonostante il rallentamento economico.

Rivolgendosi alle istituzioni europee, Dingle ha ricordato come solo una stretta collaborazione tra il settore pubblico e l’industria privata sia in grado di fornire una vera e propria crescita eco-sostenibile ed aiutare l’Europa a mantenere il proprio appeal in termini di business a livello internazionale.

“Le istituzioni dell’Unione Europea  possono contribuire a massimizzare il nostro contributo, coinvolgendoci  nella definizione delle scelte di politica economica, comprendendo meglio le nostre esigenze, e aiutandoci ad appianare i nostri problemi” ha concluso Dingle.

Maria Damanaki, Commissario Europeo per gli Affari marittimi e la pesca, ha espresso un desiderio simile nel suo discorso programmatico, affermando che le Istituzioni comunitarie, le Regioni ed il settore privato devono lavorare insieme per raggiungere l’obiettivo di una crescita sostenibile.

Sottolineando l’importanza e il grande potenziale del mercato turistico europeo, Damanaki ha citato il settore delle crociere quale esempio di successo e ha dichiarato: “Il solo comparto delle crociere è triplicato negli ultimi dieci anni ed è ancora in crescita. Possiamo farcela”.

Leggi anche:

  1. Clia: impegno alla sicurezza nel settore crocieristico
  2. UE: crescita ed occupazione nel settore marittimo
  3. Unione Europea: le prospettive di “Crescita blu”
  4. Turismo in crisi ma cresce il settore delle crociere
  5. Nel 2012 previsioni di crescita per le crociere nel Nord Europa

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=15459

Scritto da Redazione su mag 22 2013. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato ai porti con un focus sulla Via della Seta e sulla via Traiana, il concetto dello IoT-Internet of Things, il contratto di ormeggio e il nuovo concetto di New-Port. Poi una riflessione sul principio di passaggio inoffensivo(riprendendo vicende come quella dell'Aquarius, Open Arms e Sea Watch 3). E ancora, approfondimenti sul potere amministrativo delle AdSP, Mare 2.0 e sulla navigazione delle navi e non delle merci.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab