Home » Internazionale, Italia, News » Porti cinesi: a luglio +9% dei container

Porti cinesi: a luglio +9% dei container

Con una progressione dell’11.8 % rispetto al luglio dello scorso anno, i porti cinesi hanno registrato una movimentazione di merci pari a 901.3 milioni di tonnellate, di cui 614.1 milioni di tonnellate (+ 12.5%) sonno stati totalizzati dai soli porti marittimi mentre i restanti 287.2 milioni di tonnellate (+ 10.3%) dai porti fluviali/inland.

La classifica dei principali porti cinesi per volume di traffico è guidata dal porto di Ningbo-Zhousan con 71.1 milioni di tonnellate (+ 18.0%) e a seguire da Shanghai, con 58.4 milioni di tonnellate ( +10.2%), Tianjin con 44.5 milioni di tonnellate ( +6.8%), Guanzghou con 38.6 milioni di tonnellate ( +15%) ed infine Qingdao chiude con 37.1 milioni di tonnellate (+8.5 %). Il traffico containerizzato movimentato dai porti cinese nel mese di luglio 2013 è stato pari a 16.5 milioni di teu( +9.2 %) di cui 14.7 milioni di teu attraverso i porti marittimi (+8.5 %) ed 1.8 milioni di teu attraverso i porti fluviali/inland (+15.1%).

La classifica dei porti cinesi per traffico containerizzato è guidata da Shanghai con 3.0 milioni di teu (+4.6%), Shenzhen con 2.1 milioni di teu (+3.4 %), Ningbo-Zhousan 1.6 milioni di teu (+3.4%), Guanzghou 1.3 milioni (+14.5%) e Qingdao chiude la classifica con 1.3 milioni di teu ed una progressione dell’8.2%. I porti cinesi nei primi sette mesi del 2013 hanno movimentato complessivamente merci per 6.1 miliardi di tonnellate (+10.1%), di cui 4.2 miliardi provengono da porti marittimi(+10.1%) e 1.9 miliardi dai restanti porti fluviali/inland(+10.2%).
La classifica è guidata da Ningbo-Zhousan con 478,0 milioni di tonnellate (+8,8%), Shanghai 397,7 milioni di tonnellate (+6,6%), Tianjin 294,6 milioni di tonnellate(+7,9%), Qingdao 267,5 milioni di tonnellate (+10,9%) e Guangzhou 258,9 milioni di tonnellate (+5,2%). Il traffico container per i primi sette mesi dell’anno corrente ha registrato una movimentazione pari a 108,0 milioni di teu (+8,3%), di cui 96,2 milioni di teu movimentati dai porti marittimi (+7,9%) e 11,8 milioni di teu dai porti fluviali/inland (+11,8%). Tra i primi scali Shanghai ha movimentato 19,3 milioni di teu (+3,2%), Shenzhen 13,1 milioni di teu (+2,2%), Ningbo-Zhoushan 10,1 milioni di teu (+6,7%), Qingdao 9,3 milioni di teu(+10,0%) e Guangzhou 8,4 milioni di teu (+3,2%).

 

Stefano Carbonara

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. Porto di Singapore: movimentate 48,5 milioni di tonnellate di merci (+10,6%)
  2. Porto di Rotterdam: nell’ultimo trimestre 110,6 milioni di tonnellate di merci
  3. Il Rapporto Srm fotografa i porti del Mediterraneo
  4. Porto di Taranto: nel 2012 calo del 14,4% nel settore merci
  5. Porto di Taranto: traffico diminuito del 7,9%

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=17042

Scritto da Stefano Carbonara su ago 17 2013. Archiviato come Internazionale, Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 14 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alla portualità con un focus sulle identità marinare e sul futuro dei lavori portuali, la figura dello skipper e il trattamento dell’acqua di zavorra. Poi una riflessione sul concetto di “Porto come mondo” (prendendo come esempio il porto di Brindisi, tra tutela, valorizzazione ed innovazione). E ancora, approfondimenti sul motto lanciato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti: #IOSONOMARE, per valorizzare tutte le attività svolte sul mare.
poseidone danese

© 2019 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab