Home » Italia, News » Clia: per il 2014 prevista ulteriore crescita del 4%

Clia: per il 2014 prevista ulteriore crescita del 4%

L’industria delle crociere continua a rafforzare la sua presenza globale, e Clia (Cruise Lines International Association, la più grande associazione mondiale del settore) guarda con ottimismo al 2014. In una nota diffusa da Bruxelles, Clia ha reso noto oggi lo ‘State of Industry 2014′, che prevede 21,7 milioni di passeggeri nel prossimo anno a bordo delle 63 compagnie membre dell’associazione, di cui 6,54 milioni europei. Le compagnie introdurranno nel biennio 24 nuove navi, per complessivi 37.546 posti letto, con un volume di investimenti di circa 8 miliardi di dollari (+4,3% sul 2013).

La stima – precisa Clia – è stata presentata a New York da Christine Duffy, presidente e CEO di Clia. “L’industria crocieristica mondiale è in un momento eccellente” ha detto. Il numero di passeggeri stimato da Clia per il 2013 è stato di 21,3 milioni, un dato che già include i 6,4 milioni europei.

I dati definitivi 2013 saranno resi noti al Cruise Shipping di Miami il prossimo marzo. La stima per il 2014 e’ di 21,7 milioni passeggeri mondiali, con 6,54 milioni in Europa. Le compagnie Clia introdurranno nel biennio 24 nuove navi, per un investimento totale di circa 5,6 miliardi di euro). Tra le altre, attesa per il 2014 la consegna per Costa Crociere di Costa Diadema, una nave da 132mila tonnellate e una capacità di 3.700 posti letto (costo stimato, 582,2 milioni di euro).

Altre 12 navi sono previste per il triennio 2016-2018, per un investimento stimato in ulteriori 7,9 miliardi dollari nello sviluppo della flotta.

Una novità prevista per il 2014 è la costituzione di un Comitato Globale Porti CLia composto da dirigenti delle compagnie con competenze di pianificazione degli itinerari e sviluppo portuale, presieduto da Giora Israele, Senior Vice President di Carnival Corporation per lo Sviluppo di porti e destinazioni. Il comitato si concentrerà sulla creazione di opportunità per sviluppare il dialogo con gli operatori e le autorità portuali, i governi locali e i fornitori di servizi.

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=19402

Scritto da su Gen 17 2014. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 15 N°1

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato al sistema per ormeggio "briccole", e un focus sullo sviluppo metropolitano della città di Bari e delle sue infrastrutture portuali. Il Parlamento Europeo approva "L'European Green Deal" e poi un approfondimento sul lavoro nei porti ed uno sul valore delle merci.
poseidone

© 2021 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab