Home » Europa, News » European Maritime Day 2014: “L’innovazione guida la crescita blu”

European Maritime Day 2014: “L’innovazione guida la crescita blu”

La prossima settimana si aprirà all’insegna della Giornata Marittima Europea 2014 e si svolgerà il 19-20 maggio a Brema in Germania. Nelle due giornate di lavoro la conferenza europea ospiterà uno scambio di idee tra esperti e manager di tutte le parti interessate dei vari settori marittimi, oltre ai responsabili politici della UE.

L’edizione 2014 sarà declinata dall’obiettivo che “innovazione e ricerca” per l’economia marittima possono guidare una ripresa della crescita e dell’occupazione europea, pur assicurando un futuro sostenibile per i mari europei, gli oceani, e tutti pescatori e cittadini europei la cui sussistenza dipende da loro.

Il Commissario europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca, co-conduttore della manifestazione, Maria Damanaki, ha dichiarato: “L’economia europea sta ancora attraversando una situazione difficile e tutti siamo impegnati a sfruttare al massimo tutte le possibilità per favorirne la ripresa. I mari e gli oceani europei vanno visti come opportunità per creare crescita ed occupazione, senza comprometterne gli ecosistemi. La Giornata europea del mare è anche occasione per discutere come conciliare crescita e sostenibilità per una reale blu-economy.” Innovare per un uso sostenibile dei nostri oceani.

Cooperare, condividere conoscenze e rendere la crescita sostenibile una realtà è l’impegno anche del Governo della Libera Città Anseatica di Brema, unitamente ai tanti politici e ministri europei che vi hanno aderito alle due giornate della EMDay-2014. L’organizzazione dell’evento vedrà 21 workshop delle organizzazioni marittime europee; sessioni plenarie che riguarderanno lo spazio marittimo, turismo costiero, pesca e fonti di energia dal mare; un evento di networking innovative; una mostra sulle questioni marittime, eventi pubblici. La location sarà il “lungofiume” Weser e la manifestazione inizierà il 18 maggio con eventi musicali dal vivo, esposizioni di Istituti di ricerca, visita a navi oceanografiche ed altro riguardante mostra e mercato dell’artigianato marinaresco.

Questa edizione della “Conferenza europea del Maritime Day” è la settima ed è organizzata dalla Commissione europea in collaborazione con il Ministero Federale tedesco dei Trasporti, dell’Edilizia e dello Sviluppo Urbano, oltre al Ministero degli Affari Economici, del Lavoro e dei Porti della Libera Città Anseatica di Brema. Tale giornata europea del mare fu creata da una dichiarazione unanime dei Presidenti della Commissione europea, del Parlamento europeo e del Consiglio dell’Unione europea il 20 maggio 2008; lo scopo era ed è di dare una forte crescita alla visibilità dell’Europa marittima.

Le precedenti edizioni si sono svolte a Bruxelles (2008), Roma (2009), Gijon (2010), Danzica (2012), La Valletta (2013) e la prossima del 2015 si svolgerà ad Atene. Anche in Italia vi saranno manifestazioni ed eventi organizzati dalla varie Autorità Portuali e riguarderanno visite guidate agli ambienti portuali, gite gratuite turistiche su battelli a castelli e complessi monumentali e storici, eventi musicali, oltre a conferenze per sottolineare l’importanza della risorsa costituita dal mare e dai  porti.

 

Abele Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. European Maritime Safety Agency pubblica dati di performance delle compagnie su Thetis database
  2. Clia: per il 2014 prevista ulteriore crescita del 4%
  3. UE guida gli sforzi internazionali contro la pirateria nel 2014
  4. UE: crescita ed occupazione nel settore marittimo
  5. Unione Europea: le prospettive di “Crescita blu”

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=21569

Scritto da Abele Carruezzo su mag 16 2014. Archiviato come Europa, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato a Canale Pigonati di Brindisi; la storia, le potenzialità, le attuali richieste per il suo allargamento al fine di agevolare l’entrata nel porto interno delle grandi navi da crociera. Poi articoli sulle Zes, porti di Ancona, Bari, Campania ma anche le professioni del mare, il lavoro portuale nelle sue specificità ed un interessante racconto del porto di Salerno che nel Mediterraneo rappresenta un ponte tra Oriente ed Occidente.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab