Home » Europa, News » European Maritime Day 2014: “L’innovazione guida la crescita blu”

European Maritime Day 2014: “L’innovazione guida la crescita blu”

La prossima settimana si aprirà all’insegna della Giornata Marittima Europea 2014 e si svolgerà il 19-20 maggio a Brema in Germania. Nelle due giornate di lavoro la conferenza europea ospiterà uno scambio di idee tra esperti e manager di tutte le parti interessate dei vari settori marittimi, oltre ai responsabili politici della UE.

L’edizione 2014 sarà declinata dall’obiettivo che “innovazione e ricerca” per l’economia marittima possono guidare una ripresa della crescita e dell’occupazione europea, pur assicurando un futuro sostenibile per i mari europei, gli oceani, e tutti pescatori e cittadini europei la cui sussistenza dipende da loro.

Il Commissario europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca, co-conduttore della manifestazione, Maria Damanaki, ha dichiarato: “L’economia europea sta ancora attraversando una situazione difficile e tutti siamo impegnati a sfruttare al massimo tutte le possibilità per favorirne la ripresa. I mari e gli oceani europei vanno visti come opportunità per creare crescita ed occupazione, senza comprometterne gli ecosistemi. La Giornata europea del mare è anche occasione per discutere come conciliare crescita e sostenibilità per una reale blu-economy.” Innovare per un uso sostenibile dei nostri oceani.

Cooperare, condividere conoscenze e rendere la crescita sostenibile una realtà è l’impegno anche del Governo della Libera Città Anseatica di Brema, unitamente ai tanti politici e ministri europei che vi hanno aderito alle due giornate della EMDay-2014. L’organizzazione dell’evento vedrà 21 workshop delle organizzazioni marittime europee; sessioni plenarie che riguarderanno lo spazio marittimo, turismo costiero, pesca e fonti di energia dal mare; un evento di networking innovative; una mostra sulle questioni marittime, eventi pubblici. La location sarà il “lungofiume” Weser e la manifestazione inizierà il 18 maggio con eventi musicali dal vivo, esposizioni di Istituti di ricerca, visita a navi oceanografiche ed altro riguardante mostra e mercato dell’artigianato marinaresco.

Questa edizione della “Conferenza europea del Maritime Day” è la settima ed è organizzata dalla Commissione europea in collaborazione con il Ministero Federale tedesco dei Trasporti, dell’Edilizia e dello Sviluppo Urbano, oltre al Ministero degli Affari Economici, del Lavoro e dei Porti della Libera Città Anseatica di Brema. Tale giornata europea del mare fu creata da una dichiarazione unanime dei Presidenti della Commissione europea, del Parlamento europeo e del Consiglio dell’Unione europea il 20 maggio 2008; lo scopo era ed è di dare una forte crescita alla visibilità dell’Europa marittima.

Le precedenti edizioni si sono svolte a Bruxelles (2008), Roma (2009), Gijon (2010), Danzica (2012), La Valletta (2013) e la prossima del 2015 si svolgerà ad Atene. Anche in Italia vi saranno manifestazioni ed eventi organizzati dalla varie Autorità Portuali e riguarderanno visite guidate agli ambienti portuali, gite gratuite turistiche su battelli a castelli e complessi monumentali e storici, eventi musicali, oltre a conferenze per sottolineare l’importanza della risorsa costituita dal mare e dai  porti.

 

Abele Carruezzo

© Riproduzione riservata

Leggi anche:

  1. European Maritime Safety Agency pubblica dati di performance delle compagnie su Thetis database
  2. Clia: per il 2014 prevista ulteriore crescita del 4%
  3. UE guida gli sforzi internazionali contro la pirateria nel 2014
  4. UE: crescita ed occupazione nel settore marittimo
  5. Unione Europea: le prospettive di “Crescita blu”

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=21569

Scritto da Abele Carruezzo su mag 16 2014. Archiviato come Europa, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°2

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato ad Assologistica e alle idee per il futuro messe insieme dall’associazione di categoria: le commissioni interne hanno espresso i loro orientamenti in maniera dettagliata e su questo tracciato si disegnano le decisioni future. All’interno di questo numero troverete anche tante informazioni sui porti di Livorno, Piombino, Trieste, Civitavecchia, Venezia e Genova ma anche le direttive internazionali sull’utilizzo di Gnl per uso energetico e la Brexit.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab