peyrani
Home » Italia, News » Porto di Venezia: terminal offshore costerà 2,1 miliardi di euro

Porto di Venezia: terminal offshore costerà 2,1 miliardi di euro

VENEZIA – Royal Haskoning DHV, la società di ingegneria olandese che ha vinto il bando di gara internazionale per l’ottimizzazione dell’intero progetto del porto offshore-onshore di Venezia, ha presentato oggi all’Autorità portuale il risultato della propria analisi e delle simulazioni effettuate.

La chiave di volta dell’intero sistema sta nell’aver creato una sorta di ‘nastro trasportatore continuo’ tra il terminal in altura e quelli a terra (e viceversa) capace di eliminare i tempi morti nelle fasi di carico e scarico dei container e nel loro trasferimento a terra.

Il valore complessivo dell’opera, da realizzarsi in partenariato pubblico-privato, è stato ridotto di 750milioni di euro ed è oggi stimato in 2.1 miliardi di euro che comprendono i lavori civili, l’equipment e il terminal petrolifero del valore di 625 milioni di euro. Dell’investimento totale si ipotizza un contributo a carico dello Stato pari a circa 600 milioni di euro spalmabili in 5 anni ed erogabili solo a fronte di un investimento privato di pari o superiore entità.

Il terminal sarà in grado di movimentare circa 1,04 milioni di container, dei 5 milioni di teu, che gli esperti internazionali, stimano l’Alto Adriatico potrà movimentare entro il 2030.

Leggi anche:

  1. Costa Concordia:dopo il naufragio spesi 1,5 miliardi di euro
  2. Porto di Venezia: nel primo semestre -13,9% del traffico merci
  3. Porto di Venezia: nel 2013 traffico diminuito del 3,7%
  4. Porto di Savona: Costa investe 8 milioni di euro per il nuovo terminal
  5. Porto di Venezia: inaugurato il Terminal Isonzo II

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=25202

Scritto da Redazione su nov 11 2014. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 12 N°3

BRINDISI - In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato alle crociere, a livello nazionale ed internazionale, con i nuovi dati di Risposte Turismo: dalla classifica dei porti italiani in base al numero di croceristi alle previsioni per il 2018 con i programmi dei porti già fissati con le grandi compagnie. Poi un focus di Stefano Carbonara sul cyber crimine applicato al mondo dello shopping con lo contromosse necessarie. Da Assologistica arrivano anche le indicazioni per il mondo dei porti e non solo, con tendenze e lacune da colmare. Ad Ancona, Napoli, Trieste, Venezia, Brindisi e Livorno sono dedicati tanti servizi sulle ultime notizie che giungono da questi scali dopo la riforma dei porti..
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab