Home » Italia, News » Costa Concordia: 85 milioni da Costa per ripristino fondali Giglio

Costa Concordia: 85 milioni da Costa per ripristino fondali Giglio

GROSSETO – Ammonta a 85 milioni di euro lo stanziamento di Costa Crociere per il ripristino dei fondali all’isola del Giglio dopo il naufragio della Concordia. I lavori sono stati affidati alla società Micoperi di Ravenna. La mobilitazione di mezzi e personale inizierà già la prossima settimana ed i lavori partiranno entro brevissimo tempo per una durata complessiva stimata di circa 15 mesi.

Lo rende noto Costa in un comunicato. Il personale impiegato, costituito da tecnici, sommozzatori ed equipaggi dei mezzi navali, passerà da un minimo di 50 ad un massimo di circa 150 persone. Come già avvenuto per il progetto di rimozione, sarà l’Osservatorio di monitoraggio costituito in seno alla Regione Toscana a seguire e controllare l’andamento dei lavori e autorizzare tutte le fasi di lavoro. Un piano di monitoraggio ambientale, condiviso con le autorità, sarà avviato in parallelo alle operazioni per ridurre al minimo l’impatto ambientale.

Il piano di monitoraggio, coordinato dall’Università La Sapienza di Roma prevede controlli costanti sulle lavorazioni e sulla qualità delle acque, test biologici ed ecotossicologici sui pesci con anche il posizionamento di stazioni di controllo “mussel watch”, analisi periodiche sui sedimenti, il monitoraggio degli habitat protetti in particolare posidonia e coralligeno e un’attività di monitoraggio dei cetacei in caso di attività che possano generare rumore.

Leggi anche:

  1. Isola del Giglio: si bonifica l’area marina memoria della Costa Concordia
  2. Costa Concordia: martedì il relitto partirà dall’Isola del Giglio
  3. Costa Concordia: lascerà l’isola del Giglio il 21 luglio
  4. Costa Concordia: fondali saranno liberati
  5. Costa Concordia: controlli antinquinamento al Giglio

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=25638

Scritto da Redazione su nov 30 2014. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato a Canale Pigonati di Brindisi; la storia, le potenzialità, le attuali richieste per il suo allargamento al fine di agevolare l’entrata nel porto interno delle grandi navi da crociera. Poi articoli sulle Zes, porti di Ancona, Bari, Campania ma anche le professioni del mare, il lavoro portuale nelle sue specificità ed un interessante racconto del porto di Salerno che nel Mediterraneo rappresenta un ponte tra Oriente ed Occidente.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab