Home » Italia, News » Porto di Brindisi: comincia la programmazione per accogliere i crocieristi

Porto di Brindisi: comincia la programmazione per accogliere i crocieristi

BRINDISI – Fare sistema per vincere la “sfida crociere”, con questo obiettivo il presidente dell’Autorità portuale di Brindisi, prof. Hercules Haralambides, ha convocato, ieri negli uffici dell’Ente, un incontro al quale ha preso parte l’assessore alle attività del Comune di Brindisi, Giuseppe De Maria, il funzionario di Puglia Promozione, sede di Brindisi, Giancarlo Zullino, e il management dell’Authority.

All’iniziativa erano stati invitati Comune di Brindisi,  Provincia,  Camera di Commercio, Confesercenti, Confcommercio, CNA e Puglia Promozione.“La stagione crocieristica 2015 è per Brindisi un’occasione che non può essere persa per mancanza di capacità organizzativa- commenta il presidente Haralambides.  A tale appuntamento la città deve farsi trovare preparata. Negozi aperti, servizi di accoglienza, degustazioni, visite guidate e quant’altro possa indurre i visitatori a tornare a Brindisi.”

Dal 13 aprile 2015, infatti, inizierà per Brindisi una stagione turistica senza precedenti: ben 56 gli accosti di prestigiose navi da crociera già confermati: la Mein Schiff della compagnia Tui, che ha già scalato Brindisi nella scorsa stagione, toccherà il nostro porto 13 volte; 6 scali per la Thomson Celebration, 1 per la Voyager di Royal Caribbean, 1 per la Royal Clipper. Inoltre, dopo un lavoro importante che ha visto l’Ente portuale impegnato su diversi fronti, la compagnia MSC ha confermato la volontà di fare di Brindisi uno dei suoi home-port per la nave da crociera Magnifica: sono già 34 gli approdi schedulati. In sette giornate della prossima stagione sono previsti due approdi contemporanei.

La Magnifica e la Mein Schiff sono navi con capacità di trasporto passeggeri superiore alle 2.500 unità. Il totale del traffico previsto, con una stima a ribasso, porterà in città non meno di 100.000 turisti.

L’Autorità portuale, inoltre, ha condotto uno studio, con l’effettuazione della simulazione delle manovre di ingresso e uscita dal porto interno, che ha consentito di prevedere la possibilità dell’attracco delle navi da crociera anche alla banchina carbonifera. L’approdo consentirebbe ai passeggeri di sbarcare nel cuore della città, creando la piena osmosi tra il centro e il water-front.

L’assessore De Maria, condividendo appieno l’iniziativa del presidente Haralambides,  ha  preso l’impegno di convocare, subito dopo le festività natalizie, le associazioni di categoria al fine di predisporre un piano di interventi da portare all’attenzione di un istituendo tavolo tecnico di tutti gli attori interessati.

Leggi anche:

  1. Porto di Brindisi: Haralambides e Scianaro discutono di programmazione
  2. Autorità portuale di Brindisi: passeggeri in aumento del 10,86%
  3. Porto di Brindisi: in arrivo altre due navi da crociera
  4. Porto di Brindisi: programmati i primi 27 approdi per il 2012
  5. Porto di Civitavecchia: record di crocieristi nel Mediterraneo

Short URL: http://www.ilnautilus.it/?p=26098

Scritto da Redazione su dic 23 2014. Archiviato come Italia, News. Puoi seguire tutti i commenti di questo articolo via RSS 2.0. Commenti e ping sono attualmente chiusi

Commenti chiusi

IL NAUTILUS Anno 13 N°3

In questo numero de Il Nautilus lo speciale è dedicato a Canale Pigonati di Brindisi; la storia, le potenzialità, le attuali richieste per il suo allargamento al fine di agevolare l’entrata nel porto interno delle grandi navi da crociera. Poi articoli sulle Zes, porti di Ancona, Bari, Campania ma anche le professioni del mare, il lavoro portuale nelle sue specificità ed un interessante racconto del porto di Salerno che nel Mediterraneo rappresenta un ponte tra Oriente ed Occidente.
poseidone danese

© 2018 il nautilus. All Rights Reserved. Performed by SC Lab